#WorldNutellaDay: il 5 febbraio tutto il mondo celebra la Nutella - InformaCibo

#WorldNutellaDay: il 5 febbraio tutto il mondo celebra la Nutella

di Silvia Armati

Ultima Modifica: 03/02/2019

Come ogni anno, il 5 febbraio, i fan di Nutella celebrano il loro grande “amore”, la famosa crema di nocciole made in Italy. Da metà gennaio il primato della crema Ferrero è insediato dal concorrente Pan di Stelle della Barilla. Ma qui occupiamoci solo della “giornata” di martedì prossimo.

L’idea è nata nel 2007 dalla blogger americana Sara Rosso che, sorpresa della poca fama della Nutella negli Usa, ha deciso, insieme alla sua amica e blogger Shelley Ruelle, di dare vita ad un giorno mondiale dedicato alla Nutella.

#WorldNutellaDay: è hashtag della Giornata

L’hashtag #WorldNutellaDay accompagnerà sui social foto, ricette, poesie, messaggi e momenti di festa. Sarà inoltre possibile seguire il giorno dei festeggiamenti mettendo like alla pagine Facebook ufficiale del World Nutella Day o seguendo su Twitter @Nutelladay e Instagram.

Per trovare spunti è anche possibile visitare il sito della Nutella day

Tra le curiosità da sottolineare: la canzone di Giorgio Gaber

Giorgio Gaber usò il nome della crema nella sua canzone “Destra-Sinistra”. «Se la cioccolata svizzera è di destra, la Nutella è ancora di sinistra».

Il primo vasetto di Nutella uscì dalla fabbrica di Alba il 20 aprile del 1964. Il prodotto ebbe successo istantaneo: nel 1965 uscì in Germania dove riscosse subito un enorme successo e l’anno successivo uscì in Francia. Rimane a tutt’oggi estremamente popolare e viene spesso citato in romanzi, canzoni e opere cinematografiche.

Nutella è onorata di avere fan così affezionati e affida loro il messaggio del World Nutella Day – commenta all’Ansa un portavoce di Nutella -, che è la personificazione dell’energia positiva e dinamica dei festeggiamenti“.

Ma com’è nata la Nutella?

L’idea è venuta a Pietro Ferrero, un pasticcere piemontese, che creò una pasta dolce con nocciole, zucchero e il poco cacao disponibile. La battezzò “Giandujot“, come una celebre maschera torinese. Era il 1946, ma negli anni ’50 il nome cambiò, per diventare “SuperCrema“. E poi dal 1964..

Qui di seguito riportiamo la composizione:

Zucchero

Olio di Palma

Nocciole (13%)

Latte scremato in polvere (8,7%)

Cacao magro (7,4%)

Lecitine (soia)

Vanillina

Condividi L'Articolo

L'Autore

Redattore