AMARENA FABBRI: un secolo di amarene… al Sigep di Rimini

di Redazione Informacibo

Ultima Modifica: 18/01/2015

Rimini, 18 gennaio 2015 – L’Amarena Fabbri, uno dei marchi più noti del dolciario made in Italy, arriva al traguardo dei cento anni….e non potevano mancare i grandi festeggiamenti che si sono svolti durante Sigep, il Salone mondiale del dolciario artigianale.

Una spettacolare  torta costruita a strati intorno a una colonna trasparente alta più di un metro e mezzo e letteralmente riempita con ben 6.130 amarene Fabbri su cui torreggiava la scritta 100 Anni: una festa di compleanno secolare intorno alla famiglia Fabbri, quarta e quinta generazione riunita al SIGEP di Rimini Fiera.

Così è iniziato l'anno del Centenario di un prodotto made in Italy tra i più famosi al mondo, caro a generazioni di italiani: con un party allargato a tutto il pubblico, numerosissimo, che affollava le corsie del SIGEP stamane a Rimini.

Il team di pasticceri Fabbri, intorno al maestro Francesco Elmi, ha offerto uno spettacolo inedito costruendo in diretta la torre dolce, una rivisitazione moderna e acrobatica della foresta nera in cui l'ingrediente principale oltre a cioccolato e crema era naturalmente l'Amarena.
 
Oltre 500 le fette distribuite e molto apprezzate dai tanti golosi presenti, a cominciare dal Presidente di Rimini Fiera dottor Lorenzo Cagnoni che ha colto l'occasione per offrire ai Fabbri una targa  per i 110 anni dell'azienda, fondata nel 1905.
 

 
Nicola Fabbri mentre viene intervistato dalla RAI
 
Il prodotto-simbolo di Fabbri nasce 10 anni dopo, nel 1915, l’anno di Ingrid Bergman, di Frank Sinatra, di Edith Piaf, di Mario Monicelli, l'anno in cui Gennaro Fabbri celebra i primi 10 anni dall’apertura della Premiata Distilleria G. Fabbri a Portomaggiore, prima sede dell’azienda oggi guidata dai suoi discendenti di quarta e quinta generazione.
Quell’anno, sua moglie Rachele inventa una nuova ricetta, senza sapere di dar vita a un prodotto ancora oggi considerato inimitabile: crea la Marena con frutto. Una specialità  gastronomica cui Gennaro decide di dare il più nobile dei contenitori: un vaso in ceramica bianca decorato con arabeschi blu dal ceramista Riccardo Gatti di Faenza. E il mito vede la luce. 
 
 
La famiglia Fabbri allo stand dell’omonima azienda posa di fianco alla colonna contenente le seimila amarene



Una delle tante novità presentate da Fabbri 1905

Condividi L'Articolo

L'Autore

Capo Redattore