Coronavirus: Mipaaf attiva una task force per imprese e lavoratori

La ministra Bellanova: “discuteremo con le imprese e tutti i soggetti della filiera agroalimentare, distribuzione inclusa, per comprendere la strumentazione migliore da mettere in campo"

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 24/02/2020

“Seguiamo con grande attenzione l’evolversi della situazione monitorando le notizie che momento dopo momento giungono anche dal settore agricolo e agroalimentare. Per questa ragione, dopo una mattinata di confronto con il Gabinetto, i Capi dipartimento e gli Uffici del Ministero, abbiamo condiviso l’attivazione di una Task Force presso il Mipaaf e già definito un primo calendario di incontri con organizzazioni di settore, distribuzione, parti sociali, Regioni”.

Così la Ministra Teresa Bellanova:

Siamo consapevoli della delicatezza del momento e anche dello stato di ansia e legittima preoccupazione che attraversa il Paese e in particolar modo alcuni territori. Allo stesso tempo i cittadini devono sapere che come Governo siamo fortemente impegnati, ognuno per le sue competenze, sulla tutela e salvaguardia della salute e soprattutto sul contenimento dei rischi. Discuteremo con le imprese e tutti i soggetti della filiera agroalimentare, distribuzione inclusa, per comprendere la strumentazione migliore da mettere in campo e le priorità da affrontare. Innanzitutto la salute dei cittadini, che mi sento comunque di rassicurare perché i nostri sistemi di controllo sono tra i migliori al mondo e i nostri prodotti sicuri, ma al contempo la tenuta del nostro sistema economico e produttivo, che deve comunque essere considerata una priorità assoluta. Corriamo rischi non indifferenti che dobbiamo essere capaci, come Governo e come Paese, tutti insieme, di ridurre al minimo”.

Ultim’ora: il commento della ministra dopo il primo incontro

A questo punto”, ha detto la Ministra Teresa Bellanova durante il primo incontro con le organizzazioni del settore, “è prioritario assicurare coerenza, chiarezza, armonizzazione delle decisioni. Altrettanto necessario e urgente che il sistema dei controlli tramite tampone sulla presenza del coronavirus sia reso uniforme nell’intera Unione europea così da garantire tutela, salvaguardia, tranquillità a tutti i cittadini”. (ore 18 – 24 febbraio 2020)

Condividi L'Articolo

L'Autore