Culinary World Cup 2014, la Nazionale Italiana Cuochi conquista due argenti

di Informacibo

Ultima Modifica: 29/11/2014

La Nazionale Italiana Cuochi guidata dal team manager Daniele Caldarulo, dal team coach Pierluca Ardito e dal capitano Francesco Dibenedetto ha conquistato due  medaglie d’argento nelle due  principali gare (caldo e freddo) alla Culinary World Cup di Lussemburgo.
Grande soddisfazione del team manager Daniele Caldarulo che ha dichiarato:  «I ragazzi sono stati davvero bravi, sono riusciti a dare il massimo. Un anno di allenamenti è servito a mettere a punto i piatti e a testare i sincronismi fra i componenti della squadra e tutto questo ci fatto conquistare le ambite due medaglie d’argento a pochi decimi di punti dalle medaglie d’oro».

La Nazionale Italiana Cuochi ottiene due argenti alle spalle dei grandi campioni, Singapore, Svezia e Stati Uniti che hanno conquistato il Podio della Villeroy & Boch Culinari World Cup 2014 di Lussemburgo, una delle più prestigiose competizioni culinarie mondiali.
Il nostro Paese ottiene così un grande successo nella gara di cucina calda e fredda e si posiziona al dodicesimo posto, su trenta nazioni nel ranking mondiale, lasciando alle spalle anche la forte Olanda.
Un importante traguardo per una squadra che si è formata solo nove mesi fa che a Lussemburgo ha gareggiato per la prima volta insieme, mostrandosi unita, affiatata e determinata.
 


La squadra della Nazionale Italiana Cuochi

 
Un risultato che rappresenta il punto di partenza per la conquista del podio alle Olimpiadi di Cucina di Erfurt,nel2016.
È questo, adesso, l’obiettivo della nuova Nazionale.
 
Alla Culinary World Cup, la formazione italiana, guidata dal team manager DanieleCaldarulo, dal team coach Pierluca Ardito e dal capitano Francesco Dibenedetto, è scesa in campo domenica 23 novembre novembre gareggiando nella prova del caldo: preparazione di un menu di tre portate, starter, ma in corse e dessert, per 110 persone.
Alla fine 87, 550 a 2,450 punti dall’oro.
 
Mercoledì 26novembre è stato il giorno dell’ allestimento del tavolo del freddo, al quale gli chef hanno lavorato per due giorni interi preparando con precisione, concentrazione e attenzione ai dettagli tutti i Piatti presentati.
 
Punteggio 89, 016 a meno di un punto dall’oro, che sembrava già in tasca.
 
Un lavoro di squadra intenso che ha dato i suoi frutti, come dimostrano i due argenti con altissimi punteggi conquistati in entrambe le gare e la scalata della classifica mondiale.
Un risultato che motiva il team a impegnarsi e dare il meglio per continuare a rappresentare con orgoglio e onore l’Italia nelle competizioni culinarie e raggiungere traguardi sempre più alti.

Il pasticciere casertano Pietro Sparago con una scultura di zucchero dell'altezza di 1,40 metri vince la medaglia d'oro in Lussemburgo
 

Condividi L'Articolo

L'Autore

Capo Redattore