I vincitori dell’Oscar del Vino firmato Bibenda

di Cristiano Bacchieri

Ultima Modifica: 13/03/2018

A Roma all’Hotel Rome Cavalieri si è svolta la «Serata delle stelle», la manifestazione organizzata da Bibenda e Fondazione Italiana Sommelier di Franco Ricci durante la quale sono stati premiati oltre ai migliori vini d’Italia, anche il “Miglior enologo”, il “Miglior giornalista del vino”, il “Miglior wine marketing manager”.

Innovativa quest’anno la formula con cui sono stati scelti i vincitori: i vini in nomination sono stati presentati ai partecipanti attraverso una degustazione in 9 tempi guidata dai docenti della Fondazione Italiana Sommelier che, alternandosi, hanno descritto le 3 etichette scelte per ogni specifica categoria.

I vini presentati sono stati votati attraverso un sistema telematico raccogliendo in tempo reale i singoli voti per decretare il vincitore dell’Oscar in ogni singola categoria.

Ecco i premiati svelati nel corso della Serata delle Stelle, scelti tra una batteria di tre vini precedentemente selezionati dall’Accademia dell’Oscar del Vino:

 

Oscar miglior vino spumante

  • Franciacorta Dosage Zéro Noir Vintage Collection 2007 – Ca’ del Bosco

Oscar miglior vino bianco

  • Langhe Riesling Hérzu 2014 – Ettore Germano

Oscar miglior vino rosato

  • Etna Rosato Arcuria 2016 – Calcagno

Oscar miglior vino rosso

  • Amarone della Valpolicella Classico Ca’ Florian Riserva 2010 – Tommasi

Oscar miglior vino dolce

  • Alto Adige Moscato Giallo Passito Baronesse Baron Salvadori 2014 – Nals Margreid

Oscar miglior vino del miglior produttore

  • Sagrantino di Montefalco 25 anni 2013 – Arnaldo Caprai

Oscar miglior vino emergente

  • Brunello di Montalcino Paesaggio Inatteso 2012 – Camigliano

Oscar miglior vino con il miglior rapporto valore/convenienza

  • Vermentino Toscana Belvento 2016 – Petra

I premi speciali della giuria sono stati attribuiti dall’Accademia degli Oscar a quattro grandi vini, protagonisti della storia della viticoltura italiana che hanno contribuito in modo fondamentale alla crescita della fama della nostra produzione nel mondo: Cervaro della Sala di Castello della Sala; Masseto di Tenuta dell’Ornellaia; Sassicaia di Tenuta San Guido; Brunello di Montalcino di Biondi Santi, degustati nelle rispettive annate 2011, 2014, 2014, 2011.

Ed ecco gli altri vincitori dell’Oscar del Vino firmato Bibenda: l’Oscar del Vino miglior enologo è andato a Umberto Trombelli, l’Oscar del vino miglior giornalista a Lucia Buffo e l’Oscar del vino miglior wine marketing manager a Matteo Carreri.

Condividi L'Articolo

L'Autore

Web editor