Il Sud protagonista: la fiera dedicata a Food e Tech si terrà a novembre a Bari

“Innova Food Tech” è dedicata alle tecnologie dell’industria alimentare e delle bevande e si terrà presso la Nuova Fiera del Levante di Bari dal 26 al 28 novembre

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 14/06/2020

Il Sud, in particolare in Puglia, nasce una nuova fiera del settore food.

L’industria alimentare e delle bevande, mai come in questo particolare momento, ha assunto un ruolo chiave nel sistema economico nazionale. Un settore che, nonostante le criticità, ha dimostrato di essere capace di resistere all’emergenza, garantendo approvvigionamenti in maniera costante e sicura all’intero Paese. Uno sforzo che ha portato, oltre alla crescita della fiducia dei consumatori per il Made in Italy, alla piena consapevolezza della centralità della filiera e dei suoi asset strategici per la ripartenza economica italiana.

Patrimoni di risorse e conoscenze imprenditoriali che, seppur distribuiti capillarmente su tutta la penisola, trovano la loro maggior concentrazione nel sud Italia.

Nel 2019 il Mezzogiorno ha registrato più di 29.700 imprese attive nel campo del food

Nel solo corso del 2019, il Mezzogiorno ha registrato più di 29.700 imprese attive in questo campo, pari a circa il 51,3% del totale a livello nazionale. Un tessuto produttivo che, dopo i recenti sforzi, deve trovare delle strategie comuni e dei luoghi di confronto in cui poter elaborare nuovi ed innovativi modelli di business da poter adottare e sfruttare nel prossimo futuro. Proprio per soddisfare queste necessità, nasce la prima edizione di Innova Food Tech.

In primo piano le tecnologie dell’industria alimentare e delle bevande

Punto di riferimento per il mercato B2B del Sud Italia e del bacino Mediterraneo

La kermesse fieristica, promossa dal Gruppo Senaf Tecniche Nuove, sarà dedicata alle tecnologie dell’industria alimentare e delle bevande e si terrà presso la Nuova Fiera del Levante di Bari dal 26 al 28 novembre. La tre giorni barese ha già ottenuto la certificazione di manifestazione a carattere internazionale dalla Regione Puglia e, in più, si pone come obiettivo quello di diventare il punto di riferimento per il mercato B2B del Sud Italia e del bacino Mediterraneo. Un traguardo che potrà essere raggiunto, anche, grazie ai recenti provvedimenti del Governo, fra i quali: il “Piano sud 2030 sviluppo e coesione per l’Italia”. Con il suo carattere fortemente innovativo e tutta l’esperienza di un’azienda storica come Senaf, da oltre 30 anni specializzata nel settore fieristico, Innova Food Tech sarà un’importante occasione di business e networking, uno stimolo a guardare avanti, con obiettivi da raggiungere sempre più ambiziosi e sempre meno distanti.

Il commento di Davide Lenarduzzi, responsabile della manifestazione

Come primo ed unico punto d’incontro B2B nel Sud Italia dedicato alla tecnologia della filiera alimentare, Innova Food Tech nasce dalle forti richieste pervenuteci dai migliori operatori della filiera che richiedono di essere al centro di un progetto che valorizzi le loro specificità e potenzialità – commenta Davide Lenarduzzi, responsabile della manifestazione. Con questa nuova iniziativa, Gruppo Senaf Tecniche Nuove consolida il proprio ruolo nel Mezzogiorno d’Italia, valorizzando le imprese direttamente sul loro territorio, in un momento in cui lo sviluppo economico è prioritario per la piena ripartenza produttiva del nostro Paese. Questa nostra prima edizione permetterà alle aziende di tutto il mondo che offrono prodotti e soluzioni per l’industria alimentare e delle bevande, di stare al fianco di un mercato in costante crescita fatto di operatori unici e ambiti in tutto il mondo. Sarà la valorizzazione non solo del Made in Italy ma, specificatamente, del Made in Mezzogiorno: patrimonio costituito da decine di migliaia di aziende che hanno fortemente bisogno di aggiornarsi e accrescere il loro livello di innovazione. Il tutto accompagnato da un programma ricco di workshop formativi, convegni e meeting di rilevanza internazionale. Ci teniamo a ringraziare tutte le migliori realtà della filiera che hanno già aderito con entusiasmo al nuovo progetto”.

Fiera del Levante di Bari

“Rendere il Sud non solo “attraente”, com’è, ma anche “attrattivo”: di investimenti, persone, nuove idee”

L’industria alimentare italiana, da sempre sinonimo di made in Italy e garanzia di qualità, oggi corre per posizionarsi a livello internazionale anche come eccellenza per quanto riguarda le tecnologie innovative, applicate alla filiera produttiva food and beverage. Ecco dunque che alla luce di questo scenario e di un territorio particolarmente vitale come quello del Sud Italia risulta evidente la necessità di dare spazio ad una manifestazione di riferimento, puntando sullo sviluppo di questo territorio che trova nel “Piano sud 2030 sviluppo e coesione per l’Italia” nuove prospettive di occupazione anche per i giovani, nell’ottica di “rendere il Sud non solo “attraente”, com’è, ma anche “attrattivo”: di investimenti, persone, nuove idee”. Grazie anche alla collaborazione e al supporto di Confindustria Bari – Bat, Innova Food Tech sarà protagonista di una tre giorni dedicata alle imprese e ricca di contenuti innovativi di primo livello.

Cesare de Palma “La Puglia una delle regioni italiane con maggior produzione agroalimentare”

Come confermano anche i dati elaborati da Senaf, la Puglia è una delle regioni italiane con maggior produzione agroalimentare ed è composta da distretti industriali e artigianali che assecondano le necessità di produzioni tipiche, dette produzioni devono superare i confini nazionali e per poterlo fare devono essere sottoposti a processi produttivi altamente tecnologici e automatizzati – osserva Cesare de Palma, presidente della Sezione Meccanica Elettrica ed Elettronica di Confindustria Bari Batquesta nuova iniziativa professionale a Bari risponde a chiare richieste del territorio e si inserisce in una strategica collaborazione con il Gruppo Senaf Tecniche Nuove, già avviata nel 2020, che passando dai contenuti e dalla formazione porta sul mercato innovazione e sviluppo”.

Condividi L'Articolo

L'Autore