L’Italia vince la medaglia d’oro alla Coppa del Mondo della Gelateria

Al secondo posto il Giappone e al terzo posto l’Argentina. Il team Italia ha aderito alla campagna #plasticfree e #gelatoNOplastic

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 22/01/2020

Vittoria! L’Italia si aggiudica la medaglia d’oro alla Coppa del Mondo della Gelateria 2020.

La nona edizione della gara piu’ dolce del mondo ha visto una vittoria unanime, confermata anche dai voti della giuria stampa e della giuria artistica.

Medaglia d’argento al Giappone e medaglia di bronzo all’Argentina.

Nella squadra italiana: il gelatiere Eugenio Morrone, il pasticciere Massimo Carnio, lo chef Marco Martinelli e lo scultore del ghiaccio Ciro Chiummo, con Giuseppe Tonon team leader. Per il Giappone, in squadra Naoki Matsuo, Kenichi Matsunaga, Kengo Akabame e Hiromi Nishikawa con Kanjiro Mochizuki team leader. Infine per l’Argentina, in squadra Mariano Zichert, Pablo Nicolas Renes, Matias Dragun e Ruben Darre, con team leader Maximiliano Cesar Maccarrone.

Il team Italia ha aderito alla campagna #plasticfree e #gelatoNoplastic

Sono felice di questa vittoria. Ed è significativo che dopo il Ministero dell’Ambiente e il mondo delle Università italiane anche la squadra italiana della Coppa del mondo della Gelateria abbia aderito alla campagna #plasticfree  e #GelatoNoplastic -ha dichiarato il Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio- abbia deciso di  impegnarsi, a tutti i livelli, ad eliminare le plastiche monouso. C’è bisogno di un cambiamento culturale per vincere la sfida contro la plastica”. 

Il suono del gong alla ore 9.30 del 19 gennaio ha dato l’ inizio alla 9° edizione della Coppa del Mondo della Gelateria e si è concluso ieri sera, 21 gennaio. L’ evento, organizzato da Sigep– Italian Exhibition Group (IEG) e Gelato&Cultura,  si è svolto durante il Salone Internazionale della Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè.

12 i giudici tecnici di gara

Il presidente Pier Paolo Magni ha coordinato i team leader delle 11 squadre. Sul campo hanno vigilato i lavori tre commissari tecnici dall’esperienza pluriennale: Sergio Colalucci, Sergio Dondoli e Gaetano Mignano e alcuni campioni laureati nelle precedenti edizioni della Coppa: Leonardo Ceschin, Stefano Venier, Francesco Falasconi, Luigi Tirabassi, Amelio Mazzella di Regnella, Antonio Capuano, Maurizio Alessi, Luca Mazzotta.

Ecco tutti i premiati

1^ POSTO ASSOLUTO – ITALIA

2^ POSTO ASSOLUTO – GIAPPONE

3^ POSTO ASSOLUTO – ARGENTINA

PREMIO ALLA MIGLIORE SCULTURA DI GHIACCIO: GIAPPONE (lo scultore e’ Kengo Akabame)

MIGLIOR TORTA GELATO – ITALIA (riconoscimento assegnato dalla giuria della stampa)

GUSTO PIÚ INNOVATIVO NELLA PROVA MYSTERY BOX – ARGENTINA (premio speciale assegnato dalla giuria tecnica alla squadra che ha ottenuto il massimo dei voti nella prova Mystery Box)

MIGLIOR GRAN BUFFET FINALE – ITALIA (premio assegnato dalla giuria artistica, considerando l’estetica e  la visione creativa ella squadra)

PREMIO CARLO POZZI – GIAPPONE (Premio all’Ordine e alla Pulizia, dedicato al Maestro Gelatiere Carlo Pozzi, assegnato dai Commissari di gara alla squadra che ha tenuto al meglio la postazione di lavoro.

Per saperne di più…

Le undici squadre in gara alla CMG2020 e i temi prescelti

ARGENTINA: Il team leader é Maximiliano Cesar Maccarrone, in squadra Mariano Zichert, Pablo Nicolas Renes, Matias Dragun e Ruben Darre. Tema prescelto: Asterix e i Romani.

COLOMBIA: Il team leader é Julio Alberto Mojica Bolaños, in squadra Laura Mojica, Nancer Giovanny Pabon Erazo, Hamilton Sisa Traslaviña e Carlos Eduardo De Avila Diaz.

FRANCIA: Il  team leader é Stephane Augé, in squadra Fouchereau Franck, Lamy Adrien, Moudni Nabil e Hasselbein Yoann.

GERMANIA: Il team leader é Günter Single, in squadra Alexander Glagla, Federico Sacchet, Francesco Carrer e Giovanni Finamore.

GIAPPONE: Il team leader é Kanjiro Mochizuki, in squadra Naoki Matsuo, Kenichi Matsunaga, Kengo Akabame e Hiromi Nishikawa.

ITALIA: Il team leader é Giuseppe Tonon, in squadra Marco Martinelli, Eugenio Morrone, Massimo Carnio e Ciro Chiummo.

MALESIA: Il team leader é Au Yong Yung Yee, in squadra Muhamad Rusmi Bin Che Dol, Siew Chee Wing, Jamaluddin Bin Zainal Abidin e Mustaffa Kamal Bin Othman.

MESSICO: Il team leader é David Miranda, in squadra Alicia Díaz Chavez, Eduardo Suarez, Julio Cesar Moreno e Gustavo Barbabosa.

POLONIA: Il team leader é Alexandra Sowa-Trzebinska, in squadra Robert Burkat, Michal Wisniewski, Maciej Pieta e Grzegorz Radajewicz. Tema prescelto: Pura Natura.

SINGAPORE: Il team leader é Ng Chee Leong, in squadra Miller Mai, Pang Yoon Hwa, Jason Tan and Jaafar Bin Haji Mohamad Ghazali.

SPAGNA: Il team leader é Lluís Ribas Guardià, in squadra Albert Soler Miquel, Albert Roca Badia, Mayte Rodríguez Gigante e Lluc Dalmau Vall.

L’Ungheria si e’ ritirata. In giuria, comunque la team leader Renáta Somogyi.

Giuria media: 10 giornalisti internazionali specializzati in gelateria, pasticceria e F&B.  Manuela Rossi, Emanuela Balestrino, Bernard Bedaridà,  Luis Concepción, Stefan Elfenbein, Margo Schatcher, Yumi Hasegawa Picone, Mariarosaria Bruno, Victor Sokolowicz e Natalia Mendoza hanno conferito un Premio speciale alla miglior Torta Gelato.

Giuria artistica: 3 componenti ancora di respiro internazionale: la storica dell’arte Lorena Gava (Italia), lo Chef MOF Stephane Didier (Francia) e Adolfo Romero (campione di gelateria spagnolo) hanno assegnato un riconoscimento speciale al Gran buffet finale.

Ciascuna squadra era composta da un gelatiere, un pasticciere, un cuoco e uno scultore del ghiaccio, durante la gara i team leader hanno giudicato 8 prove in 3 giornate (vaschetta di gelato decorata, monoporzione in vetro, mystery box, torta artistica gelato, entrée di alta cucina, scultura in ghiaccio e in croccante, snack di gelato e Gran buffet finale, ovvero la presentazione di tutti gli elaborati). A supportare i campioni, gli studenti dell’Istituto Alberghiero Sigismondo Pandolfo Malatesta di Rimini.

Condividi L'Articolo

L'Autore