“Mangia come ridi” per la tradizionale festa d’inizio estate sull’Appennino parmense

Protagonista Alberto Patrucco, un grande del cabaret italiano, venerdì 19 giugno all'Agriturismo Il Cielo di Strela (Compiano) diretto da Mario Marini

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 15/06/2020

Si riparte, finalmente, cercando di salvare le buone e le belle tradizioni. Per il sesto anno consecutivo Mangia come scrivi, in questo caso con il suo spin off Mangia come ridi (la cui prima stagione fu lanciata a Parma nel 2018), torna sull’Appennino parmense per una serata speciale: l’ormai classica festa d’inizio estate, che, mai come quest’anno, sente l’esigenza di essere all’insegna del buonumore, della spensieratezza e della risata.

Venerdì 19 giugno, alle 20.30, l’Agriturismo Il Cielo di Strela ospiterà la cena-spettacolo “Chiaramente, vedo buio!” , con la partecipazione straordinaria di una leggenda del cabaret italiano come Alberto Patrucco, famoso non solo per “Zelig”, ma anche per i suoi libri e per tanti spettacoli teatrali originali, che talvolta hanno omaggiato grandi come Brassens, Gaber, I Gufi. Con lui ci sarà da aspettarsi una serie di irresistibili (e imprevedibili) improvvisazioni comico-surreali, durante una cena che si svolgerà nella massima sicurezza.

Appuntamento con il menu dello chef Mario Marini,  presidente di Confagricoltura Parma e dei Musei del Cibo

Dopo essere stato assessore alla Cultura a Parma, Mario Marini (attualmente presidente di Confagricoltura Parma e dei Musei del Cibo) nel 2014 ha avviato l’agriturismo Il Cielo di Strela (www.ilcielodistrela.it). La splendida struttura di Strela di Compiano accoglierà il pubblico di Mangia come ridi con la sua straordinaria vista sul Monte Pelpi e con un menu firmato dallo chef Marini, che, tra le varie portate, proporrà specialità come le lasagnette al ragù di salmerino di montagna e un delizioso prosciutto a lenta cottura. Senza dimenticare l’immancabile chiusura in dolcezza con il sorprendente e fresco gelato al gusto “Il Cielo di Strela”.
Il tutto innaffiato da Bianco frizzante rifermentato in bottiglia, Lambrusco Emilia Igp e Malvasia Dolce Amadei (cantina di Parma premiata a Vinitaly), sempre con la formula Mangia come scrivi (quattro portate dall’antipasto al dolce e tre vini in abbinamento).

Info e prenotazioni al 348 2885159, con possibilità di pernottamento per chi arriva da lontano e per chi volesse fare le ore piccole sotto il cielo stellato a Strela di Compiano (Parma).

Il quindicesimo anno di “Mangia come scrivi”: la parola al direttore artistico e ideatore, Gianluigi Negri  

Siamo nati nel 2006 e con questa serata festeggiamo il nostro quindicesimo anno di attività“, ricorda il direttore artistico Gianluigi Negri, ideatore e presentatore di quasi duecento appuntamenti originali targati Mangia come scrivi, che hanno fatto scuola negli ultimi tre lustri.

Avere con noi un artista poliedrico come Alberto Patrucco, per questa serata legata alla ripartenza, è un grandissimo regalo: per nostra grande fortuna è già stato protagonista di diversi Mangiamusica a Fidenza, di Mangiacinema a Salsomaggiore e di Mangia come scrivi a Cantù e a Parma. Proponendo, ogni volta, qualcosa di nuovo e di diverso. Ecco perché, volendo tornare a stare di nuovo insieme in maniera gioiosa e sicura al tempo stesso, è stato automatico pensare a lui”.

Condividi L'Articolo

L'Autore