Nasce “Birra Lucana” prodotta da Morena

I fratelli Tarricone, titolari dell'azienda: “E' dedicata alla nostra terra nel ventennale della nostra attività”

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 08/06/2019

Morena, l’azienda di Balvano in provincia di Potenza sostenitrice della Fic (Federazione italiana cuochi), continua a fare incetta di premi sul piano internazionale e a proporre novità sul mercato interno ed estero.

Nelle scorse settimane in California, alla Craft Competition, si è aggiudicata ben otto medaglie d’oro con tutte le sue birre craft: Celtica Sweet Stout, Gran Riserva Lucana, Lucana Bianca, Celtica Scotch Ale, Celtica Super, Lucana Bio, Ipa Ale e Unica.

Ora nell’azienda, è nata “Lucana”,una premium di alta qualità concepita con malto d’orzo 100% lucano e con un processo di fermentazione tutto naturale”. La novità, la tredicesima nata in casa Morena a far compagnia alle otto famose craft beer vincitrici di premi di assoluto valore – spiegano, in un comunicato, i fratelli Tarricone, titolari della “Birra Morena” – è “dedicata alla nostra terra nel ventennale dell’attività”.

Un omaggio alla regione e a Matera capitale europea della cultura

La Lucana, è una birra che, in un anno particolare per la Basilicata, con Matera capitale europea della cultura vuole essere anche un omaggio ad una regione ancora radicata in un’autenticità senza tempo, che non smette di meravigliare l’animo di chi la abita e di chi la porta con sé in giro per il mondo.

Appena prodotta ha già conquistato un mercato importante come quello degli Usa.

L’azienda sorge su un’area di 120 mila mq di cui 60 mila coperti, ha una capacità produttiva di 200.000 hl

Oggi è una realtà sul mercato nazionale ed internazionale per aver investito tempo e risorse in progetti di alta qualità finalizzati alla produzione di birre con profumi e sentori piacevoli unici e complessi che hanno rappresentato degnamente il made in Italy nel mondo conquistando mercati in America, Cina, Regno Unito, Finlandia, Norvegia, Svezia, Francia, Germania, Emirati Arabi, Australia e Canada e tanti altri degni di nota.

Condividi L'Articolo

L'Autore