Si apre “Sana Restart” 2020, trend e prospettive del mercato del Bio dal 9 all’11 ottobre

La fiera del Biologico e del Naturale sfida la pandemia con un'edizione studiata su misura per far ripartire in totale sicurezza il business del comparto Bio

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 09/10/2020

Appuntamento da oggi a SANA RESTART per fare il punto sul mondo del biologico e del naturale, affrontando con esperti, aziende e rappresentanti istituzionali i temi caldi per il comparto: biodiversità, cambiamento climatico, dati di mercato, ma anche piante officinali, cosmetica green e un focus interamente dedicato ai prodotti free from.

Il mangiare bene è sempre più legato al mangiare sano e il Salone internazionale del biologico e del naturale, in programma nel quartiere fieristico di Bologna da venerdì 9 a domenica 11 ottobre, intende partire proprio da questo assunto per esplorare le ultime novità e i trend del mondo bio in materia di food, care & beauty e green lifestyle.

Inoltre la tre giorni di Bologna è stata studiata su misura per far ripartire in totale sicurezza il business del comparto Bio dopo la pandemia.

 

Il claim scelto per questa edizione recita “La Ripartenza passa dal Bio”, a sottolineare la crescente importanza che il settore ha acquisito negli ultimi anni e in particolare per far “ripartire” il paese in questa fase, ancora incerta, di post pandemia.

Tra i protagonisti ci saranno i principali enti certificatori del biologico, come Icea, Suolo e Salute, Bioagricert, Bios, e i maggiori distributori, a partire da Biotobio, EcorNaturasì, Probios e Padovana Macinazione.

Parteciperanno anche importanti produttori: Cultiva, NaturaNuova, Agricola Grains, Isola bio, Clipper, Mastro Cesare, Scaldasole, Culligan, Yogi Tea e grandi collettive, tra cui quelle di Cia, Demeter, regione Campania, Camera di Commercio di Bologna.

Il Centro agroalimentare di Torino a Bologna

Inoltre, per la prima volta si avvicina al settore del biologico il Centro agroalimentare di Torino. Sarà presente e parteciperà ad alcuni convegni  anche Gianluca Cornelio Meglio, il direttore generale del Centro Agroalimentare di Torino (Caat). Il Caat  nei mesi scorsi è stato tra i protagonisti della campagna social #aiutiamochiciaiuta rispondendo all’appello lancato da Slow Food per la distribuzione gratuita di frutta e verdura presso alcuni ospedali del torinese.

Centro Agroalimentare di Torino – Caat

Il Salone Internazionale del Biologico e del Naturale, si svilupperà su 50mila mq: alla rassegna espositiva nei settori Food, Care & Beauty e Green Lifestyle in programma ai padiglioni 31, 32, 33 e Centro servizi del Quartiere fieristico di Bologna, si affianca un ricco calendario di iniziative e occasioni di approfondimento.

Sana, torna l’appuntamento con Rivoluzione Bio

AUDITORIUM CENTRO SERVIZI Centro Servizi, piano terra – Dalle ore 10, 30

Rivoluzione Bio 2020, iniziativa che prosegue nel percorso di ricerca, aggiornamento e innovazione avviato con l’edizione 2019 e la redazione del Manifesto Bio 2030, sarà l’evento protagonista di Sana Restart.

L’obiettivo di Rivoluzione Bio, realizzato in collaborazione con FederBio e AssoBio e il supporto di Agenzia Ice/Ita, sarà affermare il biologico come modello economico cruciale per un futuro sostenibile, in linea con gli obiettivi del Green Deal e delle strategie ad esso collegate (Farm to Fork Strategy, Eu Biodiversity Strategy for 2030), e della nuova Pac.

Nell’ambito di Rivoluzione Bio sarà presentato anche l’Osservatorio Sana 2020, uno strumento che propone il monitoraggio dei numeri chiave della filiera biologica, dalla produzione fino alle dimensioni del mercato.

Consulta il programma e partecipa al convegno: iscriviti qui

Alleanza tra Sana e Slow Food Terra Madre Salone del Gusto

Terra Madre Salone del Gusto 2020 inizierà l’8 ottobre e si protrarrà per 6 mesi con un calendario di eventi digitali e di iniziative fisiche diffuse in migliaia di luoghi in tutto il pianeta, mentre Sana 2020 si svolgerà dal 9 all’11 ottobre.

La collaborazione tra i due eventi permetterà:

  • a Sana di proporre ai produttori certificati bio della rete di Slow Food di acquistare uno spazio fisico espositivo nell’ambito della manifestazione a Bologna nel 2020 e di poter contare sulla promozione dell’evento presso il pubblico di associati e attivisti di Slow Food;
  • a Terra Madre Salone del Gusto di proporre ai produttori bio legati a Sana, e rispondenti alle linee guida utilizzate da Slow Food per selezionare gli espositori, di aderire al proprio market place virtuale

Il Manifesto Slow Wine al Sana di Bologna

Il prossimo appuntamento sarà infatti domenica 11 ottobre alle 14,30 al Sana di Bologna (e in streaming su www.terramadresalonedelgusto.com) dove sarà presentato Il Manifesto Slow Food sul vino: da vignérons d’Europe a Bologna. «Nel 2020 abbiamo deciso di coronare un lungo lavoro che è iniziato nel 2007 con la prima edizione di Vigneron d’Europe a Montpellier, proseguita nel 2009 in Toscana. A Firenze fu letto, nella Sala dei Cinquecento, di fronte a centinaia di produttori, il Manifesto dei Vigneron. Fu un momento toccante e carico di significato. Non per nulla da quelle due esperienze prese vita la Fivi. Ora, Slow Food ha deciso di rivisitare quello stupendo documento e di inserire il percorso che porterà a condividerlo a livello internazionale nei sei mesi di Terra Madre Salone del Gusto» affermano Giavedoni e Gariglio.

Sul “Corriere del Gusto“:  “Sana torna con la partnership del Salone del Gusto”

Sul Corriere del Gusto, il mendile web del Consorzio del Prosciutto di Parma, ha dedicato una pagina al Sana Restart sottolineando il legame con il Salone del GustoTerra Madre di Torino e annunciando alcuni convegni che si terranno a BolognaFiere. (leggere qui).

E poi ecco due appuntamenti da non perdere…

Festival di BioWine e il Convegno “L’Agricoltura biologica per il Green new deal”

 

Sana dal 2021 tornerà nella sua abituale collocazione (dal 9 al 12 settembre)

Condividi L'Articolo

L'Autore