Settembre Gastronomico, Tesori dell’enogastronomia parmense (2)

Per tutto il mese gli eventi e le storie di “Parma Unesco City of Gastronomy

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 06/08/2018

Settembre Gastronomico”, è l’iniziativa promossa dal Comune di Parma e dalla Fondazione Parma Unesco City of Gastronomy, sotto la regia di Parma Alimentare e della associazione “Parma, io ci sto!”, nel contesto delle attività di Destinazione Emilia.

Dopo la presentazione de la “Cena dei Mille” che invaderà il centro storico di Parma martedì 4 settembre, InformaCibo continua ad illustrare in dettaglio, le varie iniziative della kermesse per tutta l’estate.

“Settembre Gastronomico” a Parma, evento dalla dimensione culturale

Oltre alla durata – un mese intero di appuntamenti – a rendere unico “Settembre Gastronomico” è il fine culturale: a tutti i visitatori in arrivo a Parma verrà infatti offerta la possibilità non soltanto di assaggiare i prodotti simbolo del made-in-Parma agroalimentare ma anche di capire come queste eccellenze nascano, con un programma di visite nei prosciuttifici e caseifici, veri e propri “laboratori del gusto” dalla vocazione ancora artigianale e anche negli stabilimenti di alcune delle più importanti industrie food del territorio.

Tesori dell’enogastronomia parmense

Alla base del progetto “Settembre Gastronomico” c’è il tesoro di eccellenze gastronomiche che tutto il mondo riconosce a Parma. Gli esempi più ammirati sono le Dop Prosciutto di Parma e Parmigiano Reggiano, a cui fa da importante corollario l’industria lattiero-casearia: è infatti necessario un latte “speciale”, per caratteristiche organolettiche e sensoriali, perché il Re dei Formaggi possa prendere vita. La Food Valley parmense è anche il luogo di nascita di capolavori dell’arte salumiera come il, la Coppa di Parma Igp e il Salame Felino Igp. Non solo: il binomio tra Parma e pasta è ultracentenario e indissolubile, per la presenza di Barilla, il brand del settore più celebre nel mondo.

Parma vanta poi una solida tradizione nella coltivazione dell’Oro Rosso, vale a dire del pomodoro da industria: le conserve alimentari prodotte nella città ducale (Mutti e Rodolfi) sono in assoluto tra le più rinomate. Tra le eccellenze locali, è poi impossibile non ricordare le conserve ittiche (Delicius Rizzoli, L’Isola d’Oro, Rizzoli Emanuelli, Zarotti), radicatesi con forza per effetto di dinamiche economiche e commerciali che risalgono al Medioevo, i prodotti lattiero- caseari con Parmalat e vini dalla struttura cordiale e piacevole come la Malvasia e il Rosso dei Colli di Parma.

Un viaggio gourmet lungo quattro settimane

Settembre Gastronomico” si propone come un viaggio alla scoperta dei tesori della Food Valley: dal Prosciutto di Parma Dop, con il suo Festival, in programma dall’1 al 9 settembre, al Re dei Formaggi, con la possibilità di visitare i caseifici di produzione del Parmigiano Reggiano Dop nel weekend del 29 e 30 settembre, passando per il pomodoro, con il Tomaca Fest dedicato all’Oro Rosso, e per la pasta, che sarà celebrata la settimana dal 17 al 23 settembre.

Parma a settembre apre le sue porte ai foodie (1)

Eventi food lungo la via Emilia con Destinazione Emilia

“Settembre Gastronomico”, con la sua variegata offerta di iniziative, va ad arricchire il programma di eventi gastronomici previsti in Emilia-Romagna inizaiti a luglio fino  a  settembre.

Tra gli appuntamenti più significativi promossi da Destinazione Emilia figurano, in territorio reggiano, la “Passeggiata Gastronomica” in occasione della Festa della Giareda (Reggio Emilia, 4-9 settembre) e “Agripride” (Reggio Emilia, 29-30 settembre).

Due appuntamenti da non perdere promossi dai consorzi del Prosciutto di Parma e Parmigiano Reggiano

Dal 1 al 9 settembre: in occasione del Festival del Prosciutto sarà possibile partecipare a Finestre Aperte, apertura speciale dei prosciuttifici. Inoltre il Prosciutto di Parma DOP sarà presente in Piazza Garibaldi con un bistrot dedicato.

29 e 30 settembre: Caseifici Aperti, per conoscere il mondo del Parmigiano Reggiano DOP, incontrare i casari e acquistare direttamente dalle mani dei produttori.

Nel Piacentino, invece, da segnalare “Coppa d’Oro” e “Piacenza un mare di sapori” (Piacenza, 27-29 settembre) e “Valtidone Wine Festival” (dal 2 al 23 settembre, nei Comuni della Val Tidone).

Condividi L'Articolo

L'Autore