Al via il primo concorso di startup per il turismo gastronomico

L'obiettivo è individuare progetti e catalizzare le innovazioni che possono trasformare il settore del turismo gastronomico nel futuro prossimo.

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 08/02/2019

L’Organizzazione mondiale del turismo (UNWTO), in collaborazione con il Basque Culinary Centre, presenta il primo concorso di startup per il turismo gastronomico globale.

L’obiettivo è individuare progetti e catalizzare le innovazioni che possono trasformare il settore del turismo gastronomico nel futuro prossimo. In particolare, i progetti che potranno partecipare saranno quelli che uniscono gli obiettivi di sviluppo sostenibile dettati dalle Nazioni Unite, a innovazioni tecnologiche e digitali.

Il turismo può essere un motore di crescita economica inclusiva e sostenibile, un settore trasversale con un forte impatto sulla promozione del benessere sociale,  promuovere il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

Con una crescita continua nell’ultimo decennio, il turismo genera circa uno su 10 posti di lavoro e rappresenta il 10,2% del PIL mondiale. Nel suo mescolarsi e incrociarsi con il settore della gastronomia, il turismo gastronomico, è organizzato attorno a viaggi esperienziali e assume come parte della sua essenza valori etici e sostenibili legati al territorio, al patrimonio, alla cultura locale, ai prodotti locali, all’autenticità, alla tradizione o alle tecniche culinarie a livello locale, regionale o nazionale.

Sempre di più piatti e cibo sanno parlare di un luogo al visitatore, per cui sempre di più viaggi e cucina sono collegati o si incrociano in esperienze, luoghi, opportunità.

L’indiscussa influenza della gastronomia nei viaggi e la crescente domanda di turismo gastronomico hanno fatto di quest’area uno dei segmenti con le maggiori opportunità di sviluppo suscitando un crescente interesse da parte dei governi.

Il turismo alimentare è diventato uno dei segmenti più dinamici e creativi del turismo e, allo stesso tempo, si è naturalmente posizionato come elemento di diversificazione del turismo con un forte impatto sulla promozione dello sviluppo sostenibile a livello regionale e locale.

Stimola l’imprenditorialità e la generazione di nuove aziende e organizzazioni che influenzano trasversalmente le altre industrie e promuovono valori come sostenibilità (basata sul mantenimento di un equilibrio tra crescita economica e cultura), patrimonio gastronomico, comunicazione autentica, cooperazione tra tutti gli attori della filiera del settore gastronomico e turistico.

Le cinque startup finaliste vinceranno un viaggio per presentare la loro idea ad addetti ai lavori, istituzioni, probabili finanziatori che parteciperanno al prossimo Forum Mondiale del Turismo Gastronomico che si terrà in Spagna il 2 e 3 maggio 2019.

Il vincitore potrà contare su diversi strumenti e accelleratori di impresa per sviluppare il suo progetto.

Tutte le info e application form qui

Leggi anche:

Cresce il turismo enogastronomico: +48% di interesse in un anno

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista