ANCONA si Gusta in Blu con Tipicità!

di Redazione Informacibo

Ultima Modifica: 08/05/2015

Ancona maggio 2015. Un aperitivo al tramonto, ammirando dal mare l’avvolgente profilo della baia di Portonovo. Mangiare all’interno del porto in compagnia dei pescatori e percorrere la “linea blu” di Ancona, antica “porta d’oriente”.
Tante esperienze condensate in un fine settimana, dal 29 al 31 maggio, con un colore a far da comun denominatore e a tracciare la rotta ideale: il blu!

È la proposta di Ankon, la città affacciata a gomito sul mare Adriatico, unico luogo d’Italia dal quale si può godere la vista del sole che sorge dal mare e poi, a fine giornata, si rituffa nelle stesse acque blu!

Tipicità in blu nasce da un’idea del Comune di Ancona ed è allestita in collaborazione con Regione Marche, Camera di Commercio di Ancona, Università Politecnica delle Marche ed associazioni di categoria. Un Festival “diffuso”, una manifestazione pensata ed organizzata per valorizzare i legami della città con il suo mare, utilizzando un format molto attuale: inclusivo, pervasivo, esperienziale e “leggero” nella struttura organizzativa.
Il “focus” della manifestazione è la risorsa enogastronomica che, a sua volta, diviene “gate” o porta di accesso per attrattive e risorse turistico-economico-culturali legate al concetto di blue economy.

Tre i luoghi del Festival edizione 2015, che divengono altrettante porte d’accesso all’esperienza in blu: il Mandracchio, porto peschereccio dove gustare le specialità dei pescatori, conoscere il loro lavoro e partecipare a vere e proprie lezioni “di pescato”; Viale XXIX settembre, la promenade lungo lo scalo dorico, che si trasforma in un percorso del gusto tra mare e terra, con il mercatino dei produttori agricoli e biologici, insieme a degustazioni “da strada” proposte dalle associazioni dei piccoli pescatori; la Mole Vanvitelliana, luogo deputato agli approfondimenti con i laboratori per gli studenti ed un talk show.

Per turisti e gourmet c’è anche la possibilità di consumare menù a tema nei ristoranti della città ed “aperitivi in blu” nei locali aderenti. Proposte a base di pesce radicate nella tradizionale cucina marinara di Ancona: crocette, bombetti, pannocchie, raguse, moscioli, sardoncini e molte altre appetitose specialità!
Ancona, città di scambi e centro del bacino adriatico-ionico, in occasione del Festival ospiterà anche una delegazione del Montenegro per conoscere tradizioni, usi, costumi e, soprattutto, gastronomia dell’altra sponda dell’Adriatico.

INFO e programma: www.orodimare.it; www.tipicita.it
 

Condividi L'Articolo

L'Autore

Capo Redattore