Cinemambiente a casa tua. Quattro Film dal 7 al 18 maggio

Da Cinemambiente il film in streaming. Informacibo vi segnala anche i film a tema gastronomico da vedere in poltrona

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 07/05/2020

Informacibo continua a pubblicare le iniziative istituzionali per alleviare questi giorni di emergenza sanitaria da coronavirus. Oggi, primo maggio, è la volta di CinemAmbiente offerto dal ministero dell’Ambiente.

Il Festival CinemAmbiente – Museo Nazionale del Cinema e il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare organizzano e promuovono l’iniziativa “CinemAmbiente a casa tua” rassegna di film online che mette a disposizione gratuitamente, per le prossime settimane, una selezione di film a tematica green.

 In primo piano i cambiamenti climatici, l’antropizzazione, l’ecosostenibilità

Ogni tre giorni sarà proposto un nuovo titolo  scelto tra i film che hanno riscosso particolare successo nelle ultime edizioni del Festival o che hanno approfondito i temi oggi più che mai, anche per effetto della pandemia, al centro del dibattito ecologista: i cambiamenti climatici, l’antropizzazione, la tutela degli habitat di specie, l’ecosostenibilità, i nuovi, possibili modelli di sviluppo. La diffusione in streaming dei film sarà accompagnata da videomessaggi dei registi o da videointerventi di esperti, che offriranno spunto per ulteriori approfondimenti.

Il commenti del ministro Segio Costa

“In questi giorni in cui tanti cittadini di ogni età non possono andare al lavoro o a scuola – ha dichiarato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa – abbiamo pensato a come intrattenere, formare e informarli sulle tematiche ambientali rimanendo a casa. “CinemAmbiente a casa tua” è la prima di una serie di iniziative che saranno lanciate nei prossimi giorni dal ministero dell’Ambiente, e abbiamo voluto realizzarla insieme al Festival CinemAmbiente e al Museo Nazionale del Cinema di Torino perché da più di vent’anni organizzano l’omonimo festival con successo di pubblico, dimostrando come questi temi siano di grande attenzione per i cittadini e come sia necessario mantenere alta l’attenzione sui problemi dell’ambiente e sulle loro soluzioni. Perché quando presto ci libereremo dall’emergenza sanitaria è da qui che dovremo ripartire”.

Appuntamento in streaming gratuito: dal 7 al 18 maggio

Dal 7 al 9 maggio

BREAKPOINT. UNA CONTRO-STORIA DEL PROGRESSO

di Jean-Robert Viallet  (Francia 2018, 98′)

Solo due secoli. Duecento anni caratterizzati da affascinanti rivoluzioni industriali ed economiche, a partire dall’introduzione del carbone e del petrolio

Dal 10 al 12 maggio

CLIMATE LIMBO

di Elena Brunello, Francesco Ferri, Paolo Caselli (Italia, 2019, 40′)

The Climate Limbo racconta il nesso tra cambiamento climatico e migrazioni.

Dal 13 al 15 maggio

ATTIVISTA (AKTIVISTI)

di Petteri Saario (Finlandia, 2017, 57′) 

In una piccola città della Lapponia la quindicenne Riikka Karppinen è consigliera comunale, la più giovane di tutta la Finlandia…

Dal 16 al 1maggio

LA LUNGA STRADA GIALLA


di Antonio Oliviero, Christian Carmosino(Italia 2016, 80′)

Due giovani palermitani, Federico e Mirko, in sella ai loro muli partono da Portella della Ginestra con l’idea di arrivare al Quirinale a portare un messaggio di ecologia e giustizia sociale.

dal 1 al 3 maggio

Nell’ambito dell’iniziativa “Cinemambiente a casa tua”

“Fragile equilibrio”


di Guillermo García López
Spagna 2016 81′

Guarda il Film in streaming

°°°°

Il film della Pasquetta

Oceani, il mistero della plastica scomparsa

Océans, le Mystère plastique

Solo l’1% della plastica che fluttua negli oceani raggiunge le coste o rimane intrappolata nei ghiacci artici. Del restante 99%, stimato intorno a centinaia di migliaia di tonnellate, si sa ancora troppo poco. (QUI per vedere il film)

Il film da vedere dal 15 al 17 aprile: “Ultima chiamata”

Last Call
di Enrico Cerasuolo  2013 90′

Commissionato al Mit dal Club di Roma fondato da Aurelio Peccei e pubblicato nel 1972, il Rapporto sui limiti dello sviluppo fu il primo studio da cui emerse con chiarezza come le conseguenze della continua crescita della popolazione umana (con relativi ritmi dell’industrializzazione, dell’inquinamento, della produzione di cibo e dello sfruttamento delle risorse) potevano essere devastanti per l’intero ecosistema terrestre, oltre a mettere a rischio la stessa sopravvivenza della specie umana. A quarant’anni di distanza, ripercorrendo le biografie degli ideatori e autori del volume, si cerca quindi di capire se abbiamo effettivamente ormai oltrepassato i limiti o se siamo ancora in tempo per un’ultima chiamata. (QUI per vedere il  film

*****

Cinemambiente a casa tua – Terzo appuntamento (9-12 Aprile)

Per la prima volta in Italia streaming gratuito

Dusk Chorus – Basato su “Frammenti di Estinzioni” di Alessandro d’Emilia, Nika Saravanja

QUI

***********

Dal 6 al 9 aprile – La bugia verde (The Green Lie) di Werner Boote

 

Guarda il film La bugia Verde QUI

La diffusione in streaming dei film sarà accompagnata da videomessaggi dei registi o da video interventi di esperti, che offriranno spunti per ulteriori approfondimenti.

Il programma delle “proiezioni”

 

3-5 aprile L’elemento umano (The Human Element)
di Matthew Testa (USA 2018, 80′)
6-8 aprile La bugia verde (The Green Lie)
di Werner Boote (Germania 2018, 97’)
9-11 aprile Dusk Chorus – Basato su frammenti di estinzioni
di Nika Saravanja e Alessandro d’Emilia (Italia 2016, 60’)
12-14 aprile Oceani, il mistero della plastica scomparsa (Océans, le Mystère plastique)
di Vincent Perazio (Francia 2016, 53′)
15-17 aprile Ultima chiamata (Last Call)
di Enrico Cerasuolo (Italia 2013, 90’)
18-20 aprile Il sorriso del gatto
di Mario Brenta, Karine de Villers (Italia 2018, 60′)
21-23 aprile Ladri di tempo. (Time Thieves. Your Time is their Business)
di Cosima Dannoritzer (Spagna, Francia 2018, 52′)

  Eccovi gli altri film da vedere in poltrona 

Film, film e ancora film.  Informacibo vi segnala i film a tema gastronomico

Conte: “Pasqua tutti a casa”. Eccovi Food Film da vedere in poltrona

 

Mibact, “Fumetti nei musei” aderisce alla campagna #ioleggoacasa

 

#iorestoacasa, sul portale della Canzone Italiana una pillola al giorno per raccontare la nostra musica

La regola d’oro anche in questa settimana che ci porta alla Pasqua continua ad essere, stare in casa!

#iorestoacasa, sul portale della Canzone Italiana una pillola al giorno per raccontare la nostra musica

 

Condividi L'Articolo

L'Autore