Contro lo spreco alimentare arriva la “Chef Box” firmata da 11 grandi chef

Iniziativa di “TooGoodToGo” per la prima Giornata Internazionale della Consapevolezza sugli Sprechi e le Perdite Alimentari del 29 settembre

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 24/09/2020

Contrastare gli sprechi è possibile, ma soprattutto necessario. Questo il messaggio che “Too Good To Go” lancia per la prima Giornata Internazionale della Consapevolezza sugli Sprechi e le Perdite Alimentari che si terrà martedì prossimo 29 settembre.

Arriva la “Chef Box” firmata da 11 grandi chef

Nell’occasione 11 chef in tutta Italia, rappresentanti dell’eccellenza dell’alta cucina, renderanno disponibili “Chef Box” contenenti il loro piatto antispreco, accompagnato dalla ricetta. Gli utenti potranno prenotare la box tramite l’app Too Good To Go e ritirarla direttamente al ristorante, nella fascia oraria indicata.

Obiettivo di Too Good To Go è permettere a ristoratori e commercianti di proporre ogni giorno le Magic Box, “bag” con una selezione a sorpresa di prodotti e piatti freschi rimasti invenduti a fine giornata.

Il primo chef ad aderire alla Giornata antispreco Carlo Cracco

Ad aderire per primo all’azione collettiva antispreco lanciata da Too Good To Go è Carlo Cracco che in un video (qui sotto) dal tocco ironico – realizzato presso il Ristorante Cracco di Milano – ha voluto sottolineare l’importanza della lotta agli sprechi alimentari anche nell’alta cucina e sensibilizzare i propri clienti con una curiosa candid camera: impiattando e servendo al tavolo soltanto due terzi di una pizza. Una piccola provocazione per raccontare come ogni anno circa un terzo del cibo prodotto per consumo umano in tutto il mondo venga sprecato*, il che equivale circa a 1.6 miliardi di tonnellate di cibo**. Questo genera un danno non solo economico, ma anche ambientale: si stima che gli sprechi alimentari siano responsabili per l’8% delle emissioni di gas serra.

In questo momento storico ancora di più, è obbligatorio riflettere su questo tema così importante. Ognuno di noi è responsabile e deve impegnarsi nei piccoli gesti quotidiani con l’obiettivo di ridurre al minimo tutti gli sprechi”, ha spiegato Chef Cracco.

Oltre che presso il ristorante di Carlo Cracco, a Milano le Chef Box saranno disponibili in numerosi ristoranti grazie all’adesione degli chef Matias Perdomo (Ristorante EXIT), Eugenio Boer (Bu:r), Claudio Sadler (Ristorante Sadler), Wicky Priyan (Wicky’s Wicuisine) e Nicolò Farias (Cocciuto).

Claudio Sadler

A Roma sarà invece possibile prenotare le Chef Box antispreco di Heinz Beck (La Pergola) e Cristina Bowerman (Glass Hostaria), mentre a Cernobbio quelle preparate da Davide Caranchini (Ristorante Materia).

Come ha sottolineato lo Chef Heinz Beck: “Sono convinto che la soluzione allo spreco sia sempre più nel corretto utilizzo della misura. Da anni ormai, ho rivisto e ripensato, all’interno delle mie cucine, il modo di trattare il cibo in tutti i suoi aspetti, dalla lavorazione della materia prima all’impiattamento e credo che ora, come non mai, dobbiamo agire con buon senso e responsabilità”.

Anche Philippe Léveillé (Ristorante Miramonti l’altro a Brescia) e Moreno Cedroni (Madonnina del pescatore e Anikò a Senigallia) aderiranno alla call to action di Too Good To Go, condividendo la propria ricetta “antispreco”.
Tutti gli Chef hanno risposto prontamente alla chiamata di Too Good To Go, con l’intento di portare, insieme e con ancora più forza, questa tematica centrale e fondamentale in cucina e lungo tutta la filiera all’attenzione del grande pubblico.

Il commento di Eugenio Sapora, Country Manager di Too Good To Go

La partecipazione dei grandi Chef d’Italia sottolinea concretamente l’intenzione di agire contro lo spreco alimentare e sensibilizzare i consumatori sulla necessità di non dare mai il cibo per scontato, rilanciando l’impegno ad evitare gli sprechi in ogni contesto, che si tratti del ristorante stellato, del negozio di quartiere o della cucina di casa”sottolinea Eugenio Sapora di “Too Good To Go”.

Condividi L'Articolo

L'Autore