Elogio del panino: un viaggio lungo 100 anni

di Informacibo

Ultima Modifica: 23/11/2013

Milano 23 novembre 2013. “Tra i due: i miti e i riti del panino” è il titolo della prima mostra sul panino realizzata dall’Accademia del Panino Giusto, visitabile (su prenotazione, per farlo è necessario inviare una mail all’indirizzo [email protected]) dalle 17 alle 20. Rimarrà aperta fino al 29 marzo 2014.

Nell’ambito dell’offerta culturale e formativa di cui si fa promotrice la catena milanese Panino Giusto, il sandwich viene raccontato nelle sue molteplici forme ed esaltato come protagonista della vita quotidiana.

Un viaggio lungo 100 anni fatto attraverso il panino, secondo un’indagine sociologica, curata da Alberto Capatti, grande storico del cibo, con la collaborazione del filosofo Aldo Colonetti e dei designer Franco Origoni e Anna Steiner, che compongono il comitato scientifico dell’accademia.

Una galleria di immagini e di oggetti provenienti dall’Italia e dal ci fa conoscere le varie forme dell’alimento più consumato al mondo e dei suoi innumerevoli riferimenti nella cultura e nella storia del cinema: da Alberto Sordi a Totò senza dimenticare il Vittorio de Sica di ‘Pane, amore e fantasia’ e la rosetta con la mortadella di Federico Fellini,
Per l’occasione verrà presentato il panino “tra i due” firmato dallo chef Claudio Sadler.
 

 
Un articolo di Marisa Fumagalli “Il panino perfetto in cinque mosse” sul Corriere della Sera 23 novembre 2013 con in primo piano il Panino dello chef stellato Claudio Sadler
 
La mostra prende avvio dal 1914, quando un soldato italiano riceveva 700 grammi di pane al giorno, per arrivare ai giorni nostri, in cui il panino perfetto proposto in tutte le diverse sedi di panino giusto è di 70 grammi, proprio come la sua farcitura. 
 
 
www.paninogiusto.it
***
Per saperne di più
(da Lo Spigoloso: Il Panino è una scienza esatta)
 

Condividi L'Articolo

L'Autore

Capo Redattore