Il rilancio del Gruppo Kipre e dei prosciutti crudi Dop di alta qualità

di Oriana Davini

Ultima Modifica: 22/07/2020

Un investimento di 40 milioni di euro per rilevare e rilanciare il Gruppo Kipre, azienda attiva nel mercato dei prosciutti crudi Dop di qualità: è la mossa portata avanti da Wrm Group nel settore food&retail e del Made in Italy, attraverso il fondo Athena Capital.

Il timone del Gruppo Kipre sarà affidato a una quadra di manager provenienti dal settore, che avranno il compito di traghettare l’azienda fuori dalla crisi: alla guida ci sarà Walter Bellantonio, già direttore generale di Isa Spa, a.d. di Cirio, Del Monte Italia e Centrale del Latte di Roma.

Walter Bellantonio
Walter Bellantonio

Il prosciutto crudo Dop

Il Gruppo Kipre rappresenta una solida realtà italiana, che dà lavoro a oltre 300 persone. Attivo in Italia e all’estero con due marchi, Principe di San Daniele e King’s, è presente anche all’interno delle due realtà istituzionali più rappresentative nel mondo dei prosciutti crudi d’eccellenza italiani, con 400mila quote del Consorzio del prosciutto di San Daniele e 90mila quote del Consorzio del prosciutto di Parma.

L’attività produttiva è concentrata in tre regioni italiani, dove il Gruppo Kipre possiede:

  • Quattro impianti di stagionatura
  • Un impianto di produzione di salumi industriali
  • Un impianto dedicato a disosso e confezionamento
  • 11 linee di affettamento

La nuova gestione

Con il passaggio sotto il controllo di Wrm Group, diretto dalla holding lussemburghese Time and Life S.A., “saranno rilanciati due marchi importanti dell’industria alimentare italiana – spiega Walter Bellantonio -. Riteniamo che questo possa essere il primo tassello di un più ampio progetto di investimento che mira a creare un gruppo leader del settore food and beverage, con forte vocazione all’esportazione”.

All’accordo di ristrutturazione hanno partecipato 21 istituti di credito e oltre 500 fornitori. L’operazione, sottolinea Raffaele Mincione, principal e fondatore di Wrm Group, “rappresenta un altro importante passo nella strategia di espansione della nostra attività in Italia, che punta a generare valore supportando aziende del Made in Italy e investendo nel rilancio di prodotti di eccellenza del Paese, tutelando un’azienda strategica per il tessuto economico nazionale e le oltre 300 persone che lavorano nel Gruppo Kipre”.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista