Appuntamento in Abruzzo per il Prodotto Topico a Casalbordino

19/07/2017

A Casalbordino, in provincia di Chieti, sabato 22 Luglio nel Centro Cittadino avrà luogo la Finale Regionale Abruzzese con esposizione e degustazione di 68 prodotti Topici di 61 località dall'Abruzzo al Molise, Liguria, Trentino Alto Adige, Sicilia, Veneto, con un assaggio anche di Marocco!
Un evento interregionale, un percorso enogastronomico, una occasione di valorizzazione del territorio attraverso specialità identitarie in un luogo, Casalbordino, in provincia di Chieti, dove si respira l'Abruzzo dall'Adriatico alla Majella e che abbraccia uno speciale e vasto patrimonio di cibo e di vini, di oli e di piatti prelibati, di dolci tipici.

Una vasta gamma di sapori della tradizione agropastorale ed ittica caratterizza questo territorio in una cornice naturalistica di rara e variegata bellezza, dove Bacco è rappresentato da autoctoni storici su cui re indiscusso è il Montepulciano d'Abruzzo che si fa dolce nelle versione di marmellata d'uva che riempie il tipico Taralluccio, che a Casalbordino trova la sua espressione più fragrante ed armonica e a cui ogni anno è dedicata una grande festa dal titolo emblematico Tarallucci e Vino (12 – 13 agosto presso la Cantina Sociale Madonna dei Miracoli). La stessa marmellata che rende inconfondibile la Sfogliatella De.Co. della vicina Villalfonsina, anch'essa celebrata in una festa di gran richiamo nelle seconda metà di agosto. La Sfogliatella è stata incoronata con la Denominazione Comunale di Veronelliana memoria dalla Giunta comunale di Villalfonsina nell'agosto del 2012 (QUI la cronaca su INformaCIBO).

Un assortimento di storia e di identità andrà in scena nel centro storico di questo bel borgo che si prepara ad accogliere l'edizione del 2017. Intanto proprio in coicidenza di questo evento una storica gelateria di Casalbordino, POLO NORD, è in semifinale nel Concorso del Gastronatuta per “La Gelateria dell'Anno”.

Si può votare la Gelateria POLO NORD cliccando QUI


In Giuria anche Alba Simigliani
La gustosa maratona di prodotti di eccellenza e di arte culinaria di mezz'Italia sarà sottoposta al vaglio dell'apposita Giuria, presieduta dal fondatore della Condotta vastese di Slow Food, Raimondo Pascale. In giuria ci sarà anche l'inviata di INformaCIBO, Alba Simigliani, che a cocnlusione dell'evento scriverà un reportage per i nostri lettori.

L'attesa manifestazione, curata da Orazio Di Stefano, punta a far incontrare e dialogare i prodotti identitari con i vari territori di produzione ed è di sicuro richiamo turistico, per questo ha trovato la convinta adesione di tutta l'Amministrazione Comunale di Casalbordino guidata dal Sindaco Filippo Marinucci.
D'Aurizio, Di Stefano, Zinni e Di Cocco con la targa de “Il Prodotto Topico 2016” assegnato al tipico dolce casalese “Taralluccio”

 Inserita nel cartellone delle manifestazioni estive, Il Prodotto Topico ha coinvolto particolarmente Alessandra D'Aurizio, Assessore al Turismo e Carla Zinni, Assessore alla Cultura, cui rivolgiamo alcune domande.

Carla Zinni, Il calendario delle manifestazioni estive vede la presenza di molte Associazioni impegnate sul territorio e diversi appuntamenti culturali oltre a quelli più squisitamente ricreativi e di richiamo eno-gastronomico, come quello del Prodotto Topico. Questo fa pensare ad una realtà vivace e dinamica. È così?

Assolutamente sì. Casalbordino era assopita ed è per questo che abbiamo cercato innanzitutto di ritrasmettere quel forte senso di appartenenza alla propria comunità, che forse in molti avevano perso perché stanchi o delusi dalle precedenti amministrazioni. Da lì, abbiamo lanciato un messaggio di fiducia a tutte le realtà associative, dimostrando la piena collaborazione da parte dell'ente comunale. Sono convinta che la sinergia che abbiamo costruito in questo primo anno, possa portare Casalbordino ad una vera e propria rinascita sotto tutti i punti di vista.

Alessandra D'Aurizio, avete intitolato "L' Estate delle Meraviglie" il Cartellone degli appuntamenti estivi. Quali le novità e gli Eventi di maggior rilievo su cui pensate di investire maggiormente?

Il titolo del calendario estivo "L'Estate delle Meraviglie per Casalbordino" vuole evocare e trasmettere alla cittadinanza un sentimento positivo di entusiasmo e di vitalità.

Tantissimi gli appuntamenti dislocati in tutti e tre i centri abitati di Casalbordino (Centro cittadino, località Miracoli ed il Lido). L'evento che ha inaugurato anche graficamente l'Estate delle Meraviglie è stato il 01 Luglio 2017, la Festa dell'Unione dei Comuni dei Miracoli, una festa del tutto nuova nel suo genere che ha consacrato in modo eclatante l'unione dei territori e l'intensa attività amministrativa dei 4 Comuni dell'Unione durante l'inverno. Territori uniti in maniera indissolubile con storia, cucina e tradizioni comuni: nel giorno di festa sono stati messi insieme sport, cibo e musica ed il connubio è stato superlativo. Per quanto riguarda gli eventi di punta del cartellone estivo sicuramente occorre presentare altri due grandi eventi, il Prodotto Topico del 22 Luglio nel centro cittadino di Casalbordino ed il Latin Day del 26 Luglio a Casalbordino Lido.

Tantissimo impegno e tantissima passione la nostra amministrazione sta investendo sulla Finale Regionale del Prodotto Topico, un evento gastronomico gettonatissimo che per la prima volta siamo onorati di ospitare a Casalbordino. L'intera cittadinanza è in mobilitazione per accogliere gli stand dei produttori e le amministrazioni comunali al seguito. La scelta del prodotto topico regionale è rimessa ad una giuria d'eccezione in cui prendono parte giornalisti, esperti del territorio, studiosi dei cibi e dei processi di elaborazione degli stessi.

In occasione di questo evento Casalbordino è stata insignita di un riconoscimento importantissimo, la premiazione del VINO, del MIELE e del TARALLUCCIO quali prodotti TOPICI. In particolare, il taralluccio è un dolce che racchiude in sé l'anima di Casalbordino quale paese da sempre produttore di olio, vino, farina, e naturalmente l'uva, gli ingredienti base di questo dolce squisito, tanto apprezzato anche dai più piccoli.


Il Turismo, Assessore D'Aurizio, rappresenta una voce importante nell' economia anche di Casalbordino.
Il turismo è certamente una voce importante per l'economia di Casalbordino: in primis il mare e la costa consentono a Casalbordino di farsi conoscere nel territorio nazionale e non solo. Con grande soddisfazione già a partire da Giugno ho avvertito la presenza di molti stranieri a Casalbordino (sia in centro città sia al Lido). Gli operatori turistici della zona mi confermano che ciò non accadeva da tempo e la cosa mi lusinga. Sin dai primi mesi di attività amministrativa il mio impegno è stato rivolto ad intercettare i grandi flussi di comunicazione turistica e di eventi programmati dalla Regione sull'intero territorio costiero della Costa dei Trabocchi. Casalbordino, difatti, è entrata a pieno regime all'interno della promozione turistica di questo tratto di costa (con soddisfazione di recente la stampa locale promuove all'unisono gli eventi estivi di San Salvo, Vasto e Casalbordino) ed ha avuto il suo momento di lancio con l'Abruzzo Open Day Summer, una settimana di eventi realizzati in tutta la Regione Abruzzo.

Tutti gli appuntamenti sono stati realizzati al Lido di Casalbordino ad inizio Giugno per dare il benvenuto all'Estate 2017. Tantissime critiche positive: le strutture hanno registrato il tutto esaurito in alcune giornate ed hanno realizzato numeri importantissimi per un week end di inizio stagione. Ciò dimostra che la strategia è stata vincente. Promuovere un territorio (in particolare, la costa di Vasto, San Salvo e Casalbordino) dà un valore aggiunto rispetto a tante promozioni separate. Chissà se riusciremo, un giorno, ad avere un cartellone unico come accade per molte località della costa salentina.

Quali le difficoltà da superare?
Le difficoltà incontrate che certamente continueremo ad incontrare sono tante ma non ci scoraggiano: il vincitore è colui che non si arrende agli ostacoli ma cerca di superarli facendo tesoro delle esperienze. Casalbordino ha tante risorse da valorizzare ed occorrerebbe un investimento economico cospicuo per fare una salto in avanti immediato: purtroppo l'attuale situazione economica del Paese e degli Enti pubblici in particolare non lo consentono. Gli obiettivi vanno pertanto raggiunti un po' alla volta con impegno e dedizione.
 

Che cosa pensa sia fondamentale per valorizzare e promuovere il territorio al fine di ampliare l' offerta turistica? Con Quali strumenti e progetti?
Altro fiore all'occhiello di Casalbordino è certamente la Basilica Madonna dei Miracoli, tanto cara e conosciuta ai fedeli per il pellegrinaggio del mese di giugno che meriterebbe attenzioni maggiori da parte della cronaca nazionale. La valorizzazione di tale edificio storico/religioso, semplice ma suggestivo al tempo stesso, che al suo interno racchiude l'antica e preziosa Biblioteca, rientra tra gli obiettivi della mia attività amministrativa: ne sono già un esempio la nuova brochure fotografica realizzata nelle scorse settimane ed in corso di distribuzione e le riprese video della Basilica ed inedite dei suoi giardini nel cortometraggio di promozione territoriale realizzato dal Comune di Casalbordino nell'inverno scorso unitamente ai comuni limitrofi di Scerni, Villalfonsina e Pollutri, facenti parte dell'Unione dei Miracoli.

Chiediamo ancora alle giovani ed appassionate amministratrice quale è il bilancio dopo il primo anno di attività.

La prima a rispondere è dell'Assessore alla Cultura:
Mi sento di dire che tanto è stato fatto. Alcuni dei nostri obiettivi programmatici sono stati già raggiunti ma tanto ancora c'è e ci sarà da fare. Abbiamo trovato una città in stasi e stiamo cercando di rilanciarne l'immagine in ogni ambito.In ambito culturale, ho cercato sin da subito una sinergia con le associazioni indigene ed ho organizzato vari eventi con loro per rilanciare propriamente l'importanza della Cultura. Mi sono posta degli obiettivi precisi come la realizzazione di un Polo Culturale, dove all'interno troverà spazio, tra le altre cose, un museo della storia di Casalbordino, e come la valorizzazione dell'area archeologica di Santo Stefano in Rivo Maris, abbandonata a se stessa per troppo tempo. Le difficoltà ci sono state, ci sono e ci saranno e sono legate prevalentemente alle lungaggini burocratiche ed alle esigue risorse di cui oggi dispongono i comuni. Tuttavia, non ho intenzione di demordere né di rassegnarmi, sento il peso quotidiano della responsabilità del ruolo che mi onoro di ricoprire e sono convinta che con la giusta determinazione, impegno e buona volontà si può rianimare Casalbordino.

Il bilancio dopo il primo anno di amministrazione è molto positivo. - Afferma l'Assessore al Turismo - Riuscire a realizzare eventi ed appuntamenti fino a questo momento solo immaginati e verificare l'apprezzamento costante dei cittadini è fonte di grande soddisfazione.

In tutte le mie attività di promozione del territorio e di programmazione degli eventi ho voluto intercettare gli interessi di persone appartenenti ad età diverse con interessi variegati ma con uno sguardo privilegiato verso i giovani, il futuro di Casalbordino.

Che dire...la strada per una crescita turistica di Casalbordino a 360 gradi si è aperta e sarà sempre più facile organizzare eventi singolari e coinvolgere la cittadinanza nelle nuove sfide. Le basi sono poste. Di recente sono comparse nelle strade di accesso del paese le insegne turistiche "Casalbordino - Città del Vino" unitamente a quelle che ricordano l'apparizione della Madonna dei Miracoli.

Il territorio di Casalbordino è ricco di tesori enogastronomici e di bellezze naturali, con questi due cartelli promozionali racchiudo la mia missione come assessore al Turismo di Casalbordino.

Quali progetti e sogni ha, Assessore Zinni, per il futuro del suo paese?
Sogno una Casalbordino all'avanguardia, una Casalbordino alla portata delle giovani generazioni, sogno Casalbordino come una culla della Cultura ed anche dello Sport. Sogno una Casalbordino per tutti e di tutti. Oltre a quello che ho già detto rispondendo alla prima domanda per il rilancio della Cultura, desidero creare all'interno della nostra città una mini cittadella dello Sport,cosicché tutti i giovani possano trovare il luogo giusto dove esprimere le proprie abilità sportive.
E mi auguro che questo non sia il contenuto di un libro dei sogni ma una realtà tutta da costruire.


E Lei, Assessore D'Aurizio?
Un grande limite che, rappresenta in verità un sogno nel cassetto mio ed in particolare dell'amministrazione di cui faccio parte, è la mancanza di un "Trabocco" a Casalbordino. Abbiamo in programma di aprire una concertazione con gli organi sovraordinati e con i privati che potrebbero cofinanziare l'opera ma certamente il progetto non è realizzabile in tempi rapidi non beneficiando di nessuna struttura preesistente da restaurare.


Appuntamento, dunque, il prossimo 22 luglio a Casalbordino dove si potrà troverà, il meglio della tradizione, non solo culinaria, che sa congiungersi all'estro creativo e innovativo, alle competenze e capacità di creare sinergie positive e lungimiranti, nella convinzione e consapevolezza che uniti si è più forti e si può andare più lontano!


Una ghiotta occasione da non mancare! Tanti variegati punti di ristoro attendono i visitatori che potranno in questa giornata prendere nota anche degli altri interessanti appuntamenti estivi e scoprire così una terra bella, generosa ed ospitale.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner