Cinzia Ferro è Lady Amarena

La barlady lombarda trionfa al concorso promosso da Fabbri 1905

17/11/2015

Cinzia Ferro è Lady Amarena
Bologna, novembre 2015Cinza Ferro trionfa al concorso for-barladies-only indetto da Fabbri 1905 per celebrare i primi 100 anni della sua Amarena: è lei ad aggiudicarsi il titolo di Lady Amarena.

Origini lombarde e una solida esperienza professionale all’Estremadura Café, il suo locale di Verbania, sul Lago Maggiore, la barlady ha convinto la giuria ufficiale del concorso, conclusosi lo scorso 4 novembre a Lecce in occasione del 66° Convegno Nazionale AIBES, piazzandosi al primo posto fra le quindici finaliste selezionate per accedere all’ultima fase della competition. Con un cocktail dalle suggestioni nostalgiche: E raccontò... come Amare Nanà.
«Una creazione ispirata alla storia d’amore dei miei bisnonni» rivela Cinzia, «che racconta come il mio bisnonno abbia corteggiato la mia bisnonna. Molti degli ingredienti del mio cocktail, infatti, hanno un fascino rétro dai toni romantici: il liquore Strega, il Punt & Mes…».

Per partecipare, tutte le barlady italiane iscritte al concorso Lady Amarena hanno dovuto presentare la ricetta di un drink che avesse, fra gli ingredienti, anche Amarena Fabbri. «Una collana fatta di vere amarene fu il primo regalo che il mio bisnonno fece alla mia bisnonna» svela Cinzia. «All’epoca molti innamorati non avevano grandi mezzi economici: per questo il mio bisnonno creò qualcosa con le sue mani. Il centenario dell’Amarena Fabbri mi ricorda anche quell’epoca: l’Amarena resta un prodotto incredibilmente attuale, sempre trendy nei locali più alla moda, ma la sua storia mi fa tornare alla mente sentimenti forti e autentici. Ecco perché mi ha fatto pensare ai miei bisnonni».
Non è un caso che Cinzia Ferro abbia presentato un side particolarissimo per il suo cocktail vincente: una collana e un paio di orecchini di vere Amarene Fabbri.

La sua vittoria ha messo tutti d’accordo. «Un’emozione fortissima», la definisce Cinzia. «È stato un onore essere scelta come Lady Amarena da una giuria così importante: una leggenda del bartendering italiano come Mario Lotti, due mixologist del calibro di Samuele Ambrosi e Mauro Majhoub, e Antonella Tolomelli, direttore marketing di Fabbri, anima “rosa” del quartetto che ha giudicato le nostre creazioni».

Due i premi per la neo-eletta Lady Amarena: un prezioso shaker parisienne bilaminato in argento, cesellato con disegni eseguiti a mano libera, e il ruolo di Fabbri Brand Ambassador per tutto il 2016.
Al concorso si è classificata seconda la campana Patrizia Bevilacqua, della Terrazza Martini di Milano. Sul podio, al terzo posto, anche Francesca Raviola, barlady bolognese (proprio come Fabbri) in forze all’Hotel Bologna Fiera.

Al centro, Cinzia Ferro con il trofeo di Lady Amarena, uno shaker parisienne bilaminato in argento.
Alla sua destra, Nicola Fabbri

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner