Cocktail per l’estate? A Milano il bere moderato fa tendenza

16/06/2016

di Alessandra Cioccarelli

Freschi, moderni e soprattutto moderatamente alcolici. Sono i cocktail di Cinzia Ferro, Paolo Rovellini e Gianpaolo Posata presentati in anteprima a BarItalia Hub il 13 e il 14 giugno 2016 e che sarà ora possibile assaggiare presso Duomo 21, una delle terrazze più esclusive della città.
 
Dalla sinergia tra Alessandro Rosso, proprietario di Duomo 21 e Townhouse Hotel, e Nicola Fabbri dell’Amerena Fabbri 1905 nasce un’iniziativa volta a promuovere la filosofia del buon bere, specialmente tra i più giovani.
 
Cocktail per l’estate? A Milano il bere moderato fa tendenza
«Con l’aiuto di questi eccezionali bartender – racconta Nicola Fabbri (nella foto con Alessandro Rosso), quarta generazione alla guida dell’azienda bolognese – si possono creare grandi cocktail, innovativi, leggeri e rispondenti anche al bisogno contemporaneo di combattere gli eccessi specialmente tra i giovani».
 
«Duomo21 è un luogo internazionale, con un lounge bar ed una terrazza esclusiva con vista sulla magnifica Piazza Duomo, al civico 21. Siamo felici di presentare qui una filosofia del buon bere, con attenzione, con un prodotto come Amarena Fabbri 1905» commenta Alessandro Rosso, proprietario di Duomo21 e TownHouse Hotels.
 
Lo sbaglio dell’Ambrös di Cinzia Ferro
Cedrata Fabbri, bitter, spuma nera, prosecco e aria di chinotto Fabbri sono gli ingredienti alla base della ricetta low alcohol di Cinzia Ferro, una star nell’universo della miscelazione in rosa e Lady Amarena 2015. Una rivisitazione light del famoso negroni Sbagliato nato nel capoluogo meneghino nello storico Bar Basso degli anni Settanta. Ambrös è l’omaggio al patrono della città e al cliente-tipo che condivide con il barman stati d’animo ed emozioni.
 
Briscola di Paolo Rovellini
A un popolare gioco di carte si ispira invece il cocktail firmato da Paolo Rovellini. «Nella creazione della ricetta, ho voluto “rimescolare le carte”. Ho giocato un po’ con gli ingredienti come nel gioco delle carte quando si prepara il mazzo per poi distribuirle ai giocatori. Il mio “Sbagliato” diventa quindi “Briscola” ma…di sapori».
Cosa vi aspetta? Una felice miscela di vermouth, soda aromatizzata al Bitter Fabbri, prosecco e Velluto di Fiori e Bacche di Sambuco Fabbri.
 
Stocchetto Goes to Bangkok di Gianpaolo Posata

Con il bartender veronese Gianpaolo Posata lo Sbagliato viaggia invece in Oriente, a est di Stocchetto. Il risultato? Una curiosa fusion tra la “Milano da bere” ed esotiche note speziate. La ricetta prevede la miscelazione di vermuth, bitter, ginger beer, prosecco e, dulcis in fundo, un caviale di Chai Fabbri.
 
Oltre a questi drink, nella carta di Duomo 21 ci sarà posto anche per la reinterpretazione di grandi classici (alcuni serviti nel classico vasetto bianco-blu dell’Amarena Fabbri 1905): da Amarena Mojito alla Caipiroska Passion Fruit Zero Alcol all’Amarena Spritz.
 
Cocktail per l’estate? A Milano il bere moderato fa tendenza

Bere sostenibile. A Rimini il 21 settembre appuntamento con Cockt-AIL

L’impegno di Fabbri nella promozione del bere responsabile non si ferma a Duomo 21.
Anche quest'anno si rinnova Cockt-AIL, un progetto a scopo benefico con una gara e raccolta fondi per l'AIL, Associazione Italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma.

Villa Cacciaguerra a Marina Centro di Rimini, meglio nota col nome di Embassy, sarà il teatro della competition che si svolgerà il 21 Settembre.

«Il concorso Cockt-AIL – racconta Nicola Fabbri in esclusiva a INformaCIBO – è un’iniziativa per sensibilizzare i giovani al problema della leucemia e dei linfomi che colpisce il target 15-30 anni. Lo stesso target che frequenta discoteche e bar, a cui vogliamo proporre dei cocktail a bassa gradazione alcolica, buoni anche per la salute».
 
La premiazione dell'edizione 2015 di Cockt-AIL che si è svolta a Rimini
Per saperne di più: LA PRIMA EDIZIONE Cockt-AIL 2015
 
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner