Conad devolve parte del ricavato delle vendite alle zone terremotate

27/10/2016

Conad devolve parte del ricavato delle vendite alle zone terremotate
Mercoledì scorso, 26 ottobre, Conad ha scelto Milano per l'incontro "Conad: Protagonisti nella vita della comunità", mettendo sotto i riflettori, davanti a centinaia di soci-imprenditori e consumatori, non solo le attività e i progetti di quest'anno e del prossimo anno (con in primis la terza edizione del Grande Viaggio 2017), ma anche per riflettere insieme ad alcuni personaggi di cultura, il filosofo Massimo Cacciari, il direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana e il commissario del Governo per l’agenda digital Diego Piacentini (Piacentini, ex Vicepresidente delle attività internazionali Amazon, era alla sua prima uscita pubblica dopo due mesi dall'incarico governativo, “a fronte di centinaia di inviti ricevuti”, come ha tenuto a precisare), sul concetto di “comunità” in un periodo di crisi e di paure e su come dare risposte al territorio attraverso il sistema Conad.
 
A fare gli onori di casa l'Amministratore delegato e direttore generale Conad Francesco Pugliese, il direttore customer marketing e comunicazione Conad Giuseppe Zuliani e il vice presidente Conad e presidente Conad del Tirreno Valter Geri.
 
Mentre a parte affronteremo i temi discussi durante la giornata, ci piace qui sotto segnalare due iniziative solidali di estrema importanza e concretezza.
Giovanni Pugliese, Luciano Fontana e Diego PiacentiniGiovanni Pugliese, Luciano Fontana e Diego Piacentini
Giovanni Pugliese, Luciano Fontana e Diego Piacentini

Conad devolve parte del ricavato delle vendite per la ricostruzione post sisma

La prima di queste iniziative riguarda la raccolta fondi dopo il terremoto che ha colpito il Centro Italia lo scorso 24 agosto. Mentre la Presidente dell'Assemblea Legislativa Umbria, Donatella Porzi, ha ringraziato Conad per la solidarietà dimostrata con la distribuzione di beni di prima necessità nelle prima fase del dopo sisma, è stato il Vice presidente Conad del Tirreno, Valter Geri ad annunciare la nuova iniziativa: dal 3 al 12 novembre, ogni due euro spesi per i prodotti Bassi&Fissi la Conad devolverà 0,50 centesimi alla Protezione Civile per finanziare la ricostruzione nelle comunità più colpite dal terremoto.

E' intervenuto anche Pugliese per sottolineare l'importanza dell'iniziativa che vedrà Conad impegnata anche a livello di comunicazione e per sottolineare che "comunque Conad metterà a disposizione delle popolazioni colpite dal sisma non meno di due milioni di euro".

I soci Conad confermano ancora una volta di non essere solo commercianti; prima di tutto sono cittadini che vivono in seno alla comunità e comprendono bene le sue necessità quotidiane. Ecco perchè dopo la prima fase dell’emergenza e della seconda emergenza di questi ultimi giorni, il sistema Conad al completo si mette a disposizione per gli aiuti nella sempre difficile fase della ricostruzione post sisma.
Conad devolve parte del ricavato delle vendite alle zone terremotate
Conad sostiene l’intervento di restauro dell’affresco del Presepe di Greccio

La seconda iniziativa sostenuta da Conad riguarda l’intervento di restauro dell’affresco del Presepe di Greccio, piccolo paese in provincia di Rieti, si erge tra i boscosi monti Sabini alle pendici del monte Lacerone ed è uno dei più bei Borghi d’Italia. 
 
"Quando la Fraternità francescana ci ha segnalato l'importanza religiosa e di fede, oltre che artistica, del Santuario del Presepe di Greccio", ha affermato il direttore Customer marketing e comunicazione di Conad Giuseppe Zuliani, "non abbiamo avuto dubbi e abbiamo immediatamente dato il nostro sostegno all'intervento di restauro della Grotta, degli intonaci e dei suoi meravigliosi affreschi. E’ un gesto di attenzione che testimonia come la sensibilità di Conad incontri costantemente quella delle comunità, in particolare in un territorio in cui il recente terremoto ha prodotto danni e lutti".

"È un’iniziativa che contiamo di portare a termine entro il prossimo Natale, per restituire ai bambini, alle donne e agli uomini che da sempre fanno di questo luogo una meta di pellegrinaggio per la gioia, il calore, il senso di famiglia che il Presepe evoca. E' un gesto simbolico, ma che rappresenta al meglio quanto Conad voglia essere e sia impresa per la Comunità".
 

L'impegno Conad per attività di responsabilità sociale

L’impegno di Conad nei confronti delle comunità locali per attività di responsabilità sociale ha superato, a fine 2015, i 22,8 milioni di euro a cui si aggiungono gli oltre 6 milioni di euro destinati a società sportive e polisportive, gran parte dei quali riservati ai settori giovanili per sviluppare attività di formazione ed educazione soprattutto di quegli sport che in Italia non sono sotto i riflettori dei media (beach volley, calcio a 5, canottaggio, danza, karate, mountain bike, pallamano, pattinaggio, pesca, vela e yudo).
Francesco Pugliese, Amministratore delegato e direttore generale Conad
Francesco Pugliese: “Essere “socialmente responsabili” rappresenta un elemento di continuità con la nostra storia”

"C’è voglia di fare comunità, ma c’è anche tanta voglia di essere comunità, espressione di desideri e bisogni ai quali ogni impresa che fa della responsabilità sociale parte della propria missione risponde con entusiasmo, energia e voglia di stare insieme", sottolinea l’amministratore delegato Conad Francesco Pugliese. "Essere “socialmente responsabili” rappresenta un elemento di continuità con la nostra storia, che ha come riferimento la comunità fatta di persone, di cittadini che sono anche clienti dei nostri punti di vendita. Essere una grande azienda non è solo una questione di dimensione patrimoniale o geografica; significa anche essere capaci di condividere i valori e contribuire alla soddisfazione dei bisogni che caratterizzano la vita delle tante comunità in cui siamo presenti".
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner