Ezio Gritti, Bergamascodipendente, torna sul Sentierone con il suo “Ristorante Ezio Gritti”

29/11/2016

Ezio Gritti, Bergamascodipendente, torna sul Sentierone con il suo “Ristorante Ezio Gritti”

Ezio Gritti, lo chef Bergamascodipendente, protagonista  di una cucina di assoluta eccellenza in uno dei ristoranti stellati di maggior pregio del capoluogo orobico, in Via Solata in Città Alta, è tornato.

Dopo la parentesi di Bali, iniziata nel 2013 con il trasferimento a Seminyak, dove aveva aperto il suo “Solata Restaurant” dal prossimo 1 dicembre 2016 torna a Bergamo – nella sua Bergamo - e lo fa rientrando dalla porta principale e nel centro della sua città, sul Sentierone. Lo fa con un ristorante che porta il suo nome e non lascia adito a dubbi su quanto questo luogo rappresenterà sé stesso e il suo amore per la cucina.


L'inaugurazione alla presenza del Sindaco Giorgio Gori
Lo scorso Venerdì 25 novembre lo chef cinquantottenne Gritti ha presentato alla stampa, agli amici e alle autorità (ha effettuato il taglio del nastro insieme al sindaco di Bergamo Giorgio Gori) il ristorante che racconterà “nei piatti” il suo amore per Bergamo insieme alla storica esperienza di Gritti a l’Osteria di Via Solata e la trasferta a Bali.

Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori e lo chef Ezio Gritti

Il ristorante, posizionato in una location mozzafiato nel cuore di Bergamo, nell’ex sede del Ciao, si presenta come novità assoluta nella ristorazione cittadina.

Il progetto dello chef: "una proposta gourmet ma che al contempo si apra alla gente"

"Era da un po’ che ero stato colto da questa nostalgia fanciullesca. Mi mancava Bergamo, mi mancavano i suoi profumi, i suoi sapori…-dice Gritti-. E sapevo perfettamente che sarei tornato! Lo sapevo sin dal momento in cui sono partito per Bali. Quando ho scelto di rientrare, non volevo semplicemente tornare in Italia. Volevo riportare il mio nome a Bergamo – la mia città".

Una scelta ragionata quella di Gritti che ha un progetto ben chiaro in testa: "La mia sarà una proposta differente per la città di Bergamo. Una proposta gourmet – che mai tradisca la mia filosofia – ma che al contempo si apra alla gente, con un’idea più fruibile e informale, libera dagli eccessi e concentrata su qualità e perfezione – così da inserirsi perfettamente nella situazione storica ed economica che rappresenta il nostro presente". 

Fine sommelier ed esperto di vini, Ezio Gritti promette anche una Cantina che non farà rimpiangere la storica proposta de l’Osteria di Via Solata: etichette italiane, d’Oltralpe e ovviamente anche qui, tanto, tanto Territorio. 

Lo Staff, giovane e bergamasco DOC, vedrà otto persone muoversi tra i fuochi e cinque in Sala.

Ezio Gritti, Bergamascodipendente, torna sul Sentierone con il suo “Ristorante Ezio Gritti”

FILOSOFIA E VALORI DA CUI RIPARTIRE

IDENTITÀ: Ezio Gritti ricomincia da Ezio Gritti. Tutto racconterà di lui: dal nome, ai piatti. Dai locali a ogni singolo dettaglio che richiamerà di continuo la sua filosofia. Per rimarcare l’identità e orientare il cliente, le proposte della Carta indicheranno a fianco l’anno di creazione e varieranno con costanza a seconda della stagionalità e dell’estro della cucina.

SEMPLICITÀ: Molti piatti di Ezio saranno ispirati dal territorio, senza comunque dimenticare la storia e l’esperienza che lo hanno forgiato. L’elemento comune sarà sempre e comunque la semplicità, con l’obiettivo di presentare pietanze che parlino con chiarezza e raccontino una storia vera. 

GUSTO ESTETICO: Immancabile nell’impronta di Gritti, il gusto attraverserà piatti e location. Un gusto raffinato senza fronzoli che non stanchi, disorienti o spaventi il cliente.

TERRITORIO: Torna col cuore Ezio, scegliendo di dare vita al suo progetto, coinvolgendo professionisti e produttori del territorio. Non solo per la scelta dei prodotti che saranno serviti a tavola, ma anche ricercando la collaborazione di fornitori, artigiani, personale e professionisti locali, coinvolti con l’intento di dare linfa e slancio alle attività dell’economia bergamasca.

Nel corso della presentazione alla stampa, lo chef Ezio Gritti ha offerto  una speciale degustazione dei suoi piatti, accompagnata da calici prestigiosi come Bellavista Teatro alla Scala Selezione di Vendemmia 2010 Magnum. I partecipanti sono stati omaggiati di uno splendido oggetto da collezione griffato Pentole Agnelli – partner autorevole del Ristorante Ezio Gritti. 

 

RISTORANTE EZIO GRITTI
Piazza Vittorio Veneto, 15

24122 - Bergamo
T. +39.035246647
info@ristoranteeziogritti.it - http://www.ristoranteeziogritti.it

Chi è Ezio Gritti

Lo Chef (o Scief – come ama autodefinirsi) Ezio Gritti, nasce a Bergamo il 30 dicembre del ’58. Autodidatta, sin da ragazzino, sviluppa il piacere del gusto e nel 1984 esordisce in cucina. Dopo alcune esperienze che ne affinano arte e stile, nel 1997 approda definitivamente alla celeberrima Osteria di Via Solata, sino a conseguire la stella Michelin nel 2005. Nel 2013 coglie la sfida oltreconfine, spingendosi sino all’isola di Bali, dove apre Solata Restaurant. Ma il richiamo e la nostalgia delle origini sono forti: nasce così il Ristorante Ezio Gritti, situato in una delle zone più belle di Bergamo bassa: in pieno centro, a fianco del Sentierone – storica passeggiata bergamasca – il Ristorante propone una cucina raffinata, dai sapori semplici e riconoscibili e con grande interesse al Territorio. 

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner