Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi incontra il commissario Giuseppe Sala: al via la collaborazione tra Rimini ed Expo 2015

Giuseppe Sala e il sindaco Gnassi hanno stabilito un programma comune di collaborazione

16/07/2014

Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi incontra il commissario Giuseppe Sala: al via la collaborazione tra Rimini ed Expo 2015
Rimini 16 luglio 2014. Come già anticipato da INformaCIBO, Il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi (nella foto con lo chef tristellato Massimo Bottura) ha incontrato, nei giorni scorsi, il commissario unico dell'Expo 2015 Giuseppe Sala.

L’incontro fa seguito all’interesse, esplicitato pubblicamente sulla stampa nazionale, del commissario unico all’indomani della manifestazione riminese ‘Al Meni’, considerata da Sala un buon modo di creare sinergie turistiche e di accoglienza a beneficio del Paese, promuovendo Expo attraverso manifestazioni di alto livello dedicate al gusto, ai sapori, alla cultura del cibo.

Una sorta di nuovo format di collaborazione a tutelare e amplificare le potenzialità delle eccellenze e dei tesori italiani, al di là della competizione tra singole aree, nel nome di un brand di forte impatto mondiale come Expo 2015.

Durante il confronto dello scorso 9 luglio, Sala e il sindaco Gnassi hanno stabilito un percorso che porterà già nelle prossime settimane a definire una serie di progetti di promozione nel mondo dell’EXPO con il coinvolgimento dei territori e dei prodotti eccellenti della via Emilia, a partire da Rimini. “E’ stato un incontro proficuo- spiega Andrea Gnassi-. L’EXPO, abbiamo condiviso, deve diventare una finestra spalancata sui talenti italiani, le eccellenze di un fitto reticolato di vie ideali che si irraggia da Milano e promuove l’intero Paese in ambito internazionale.

Rimini, punto d’approdo della via Emilia, è la prima di queste strade in grado di raccontare al mondo l’Italia più creativa e fantasiosa. E Rimini è stata scelta perché territorio che attraverso alcune sue manifestazioni- ‘Al Meni’, ‘La Notte Rosa’, il wellness- ha saputo meglio e prima di altri anticipare il senso di un’esposizione universale i cui benefici non possono ricadere sui soli dintorni di Milano.

L’idea su cui si è concordato di lavorare è dunque quella di presentare alcuni progetti di promocommercializzazione all’estero di EXPO che, sulla direttrice della via Emilia, coinvolgano Emilia Romagna, APT, Riviera e territorio riminese. Questi progetti- con l’obiettivo di convogliare i flussi turistici diretti all’EXPO nei territori ad altissima vocazione di accoglienza- riguarderanno il tema della mobilità (alta velocità), quello dei club di prodotto e pacchetti turistici che promo commercializzino lo stile italiano, la cultura del cibo e dell’accoglienza veicolate con EXPO, coinvolgendo Rimini sul fronte della spiaggia/moda/ricettività, e quindi i grandi eventi della Riviera. In altre parole, la via Emilia e la Riviera di Rimini, piattaforma di ospitalità e creatività, al turista di passaggio all’EXPO potranno offrire servizi, pernottamenti, e esperienze di cibo, cultura, manifattura, moda uniche e inimitabili. Questi progetti comprenderanno anche la promozione nelle manifestazioni fieristiche di Londra, Berlino e Mosca e una iniziativa inedita sul fronte dell’arte e della cultura. Nei prossimi giorni organizzerò un incontro su questa prospettiva con i pubblici amministratori, le categorie economiche, gli operatori per raccogliere idee e opinioni, in modo da presentarci puntuali con un progetto all’altezza”.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner