Winepolitik: SI o NO

17/11/2016

Winepolitik: SI o NO

di Chiara Iasiuolo
 

Non si parla d’altro in queste settimane. E’ sulla bocca di tutti. Sui giornali, in TV, radio, al bar e anche dal parrucchiere. Il referendum costituzionale del 4 dicembre sta monopolizzando l’attenzione dell’opinione pubblica italiana tanto da oscurare persino il GF Vip (chi ha vinto poi?) e le inenarrabili gesta di Donald John Trump (o quasi).

Mi sono lasciata ispirare dall’attuale pensiero dominante nostrano e ne è venuta fuori una sintesi strampalata della XXVI edizione del Merano WineFestival 2016, l’appuntamento per eccellenza con il vino definito anche l’evento-guida nel panorama enologico nazionale, ma che strizza sempre più un occhio al mondo del food. 

Come qualsiasi campagna elettorale impone, anche qui vige la par condicio.


10.000 i visitatori in 5 giorni di attività.
SI. Nessun particolare intoppo nella viabilità. Il pubblico femminile ha dimezzato il via vai nelle sale: era infatti tutto in fila al bagno.

Tutti i vini italiani (e qualcuno dal mondo) nelle sale del Kurhaus?
NO. Solo quelli a partire da un punteggio di 85.

Pioveva di brutto.
SI. All’imponderabile hanno rimediato con una apprezzatissima passerella coperta per la fila esterna. Il freddo bisogna tenerselo, purtroppo.

Fuori salone: speck e canederli sono il vostro piatto preferito.
NO, ma per qualche giorno si può rinunciare al cibo e soprattutto al ragù della nonna.


Un’impagabile toccasana sono però le Terme di Merano. Lasciate pure a casa i costumi, qui vi vogliono come mamma vi ha fatto.


Tante le novità.
SI. Tra le altre, Gourmet Arena, Charity Wine Masterclasses, Catwalk Champagne, nuovo sito internet.

Bio&dynamica, un successo?
NO. Almeno non proprio, si può fare di più.

Il meglio del meglio.
SI. Per gli amanti, intenditori, persone del settore e non, il Merano WineFestival è un’occasione unica per conoscere da vicino un’importante fetta del panorama enologico italiano. E non solo.

Il biglietto, un acquisto di impulso.
NO. Sono tuttavia euro ben spesi e fanno naturalmente selezione alla porta. 

Quella è una sputacchiera?
SI, ma anche NO. Signori, un po’ di eleganza almeno se proprio dovete sputare.


Vedi anche "Merano WineFestival supera quota 10.000" (articolo da INformaCIBO)

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner