L’ Antica Pasticceria Muzzi lancia “Il panettone e l’Arte del vino”

Vademecum alla scoperta degli abbinamenti tra vini regionali italiani e i lievitati da ricorrenza. Realizzata in collaborazione con l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 10/10/2019

Scegliere il vino per il panettone, o per il pandoro, è sempre stato un compito arduo se non difficile, ma ora è arrivato chi ha pensato ad aiutarci a risolvere il problema.

Per molti enogastronomi il pasticcere è un artista del gusto e delle combinazioni tra ingredienti e allora chi meglio di una grande pasticceria, l’Antica Pasticceria Muzzi, poteva cimentarsi nello studiare gli abbinamenti con il mondo del vino, degli spirits e della birra?

Si parte dall’abbinamento vino e panettone con “Il Panettone e l’Arte del Vino”, un vademecum alla scoperta degli abbinamenti tra i vini regionali italiani e i lievitati da ricorrenza, ma con una alleanza importante.  La guida  nasce infatti in collaborazione con l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino che ha messo a disposizione di questo “progetto”, la grande conoscenza del vino da parte delle sue sommelier.

E’ nato così un incontro di eccellenze, quello tra Antica Pasticceria Muzzi e Le Donne del Vino, l’associazione presieduta da Donatella Cinelli Colombini che, nel grande panorama enologico, è riconosciuta come una delle espressioni più attive ed interessanti al mondo dell’imprenditoria femminile vitivinicola con più di ottocento tra produttrici, enotecarie, enologhe, sommelier, ristoratrici, esperte del settore che, attraverso il loro lavoro e la loro determinazione, promuovono la cultura del vino.

La guida, scritta in italiano e inglese, sarà in omaggio in tutti i panettoni della Linea Vini del Catalogo 2019 e nel panettone classico appositamente studiato per celebrare la collaborazione.

Le curatrici della guida

Essa è stata curata dalle Donne del Vino Cinzia Mattioli, ristoratrice e sommelier, Camilla Guiggi, giornalista e sommelier e Antonietta Mazzeo giornalista e sommelier. La guida spiega il modo corretto per servire i dolci da ricorrenza in abbinamento ai vini, al fine di esaltarne gli aromi.

72 abbinamenti di vini da dessert di ogni regione d’Italia

Non solo bollicine ma un ampio sguardo sui vini da dessert di ogni regione d’Italia, spumantizzati, ma anche fermi e passiti ottenuti in prevalenza dalla grande varietà di vitigni autoctoni presenti su tutto il territorio nazionale. In tutto 72 abbinamenti che vanno dal Fiori d’Arancio Colli Euganei Spumante, ottimo con il pandoro classico, al Gewurztraminer Passito Doc perfetto con il Panettone albicocche e cioccolato, dal Moscato d’Asti abbinato al Panettone curcuma e zenzero all’Erbaluce di Caluso Passito per il Panettone glassato alle nocciole Igp fino ai Campi Flegrei Falanghina Passito Doc ma anche l’Aglianico Passito e il Lambrusco di Modena Spumante Rosato Extra Dry solo per citarne alcuni.

«Ogni confezione del “Panettone e l’arte del vino” è dunque un duplice regalo – spiega Andrea Muzzi, Ceo di Antica Pasticceria Muzzi – che aggiunge alla degustazione di un prodotto di qualità, la chiave per dischiudere un universo di emozioni e sensazioni che si trova soltanto attraverso la conoscenza e la ricca tradizione enogastronomica dei territori italiani».

Un panettone speciale studiato per celebrare la collaborazione

Antica Pasticceria Muzzi, erede diretta della famiglia Muzzi, pasticceri umbri di Foligno dal 1795, recupera una ricetta semplice e antica, per un panettone artigianale “a metodo classico”, unico e premiato anche da iTQi con il massimo riconoscimento delle Tre stelle Superior Taste. Equilibrato nei profumi del burro e della madre di lievito, risulta delicatamente aromatico grazie alle scorze d’arancia di Sicilia candite. Un dolce che emana passione ed emozione, che trovano il loro corrispondente perfetto nell’altissima qualità delle varie tipologie di vini dolci delle regioni italiane: un connubio brillante, parte di quella bellezza e fantasia creativa che è parte del “made in Italy”.

Condividi L'Articolo

L'Autore