Museo Guatelli in provincia di Parma, in mostra la civiltà contadina

Le lattine d’olio che raccontano l’Italia a Chiusanico in provincia di Imperia

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 25/02/2019

Sabato prossimo, 2 marzo, (dalle ore 15.00 alle 18.00) riapriranno al pubblico il cortile e i portoni Museo Ettore Guatelli a Ozzano Taro Collecchio, in provincia di Parma.

Dopo la consueta pausa invernale, iniziata lo scorso 8 dicembre, ci sarà nuovamente la possibilità di visitare un museo unico nel suo genere, a pochi chilometri da Parma, Città Creativa Unesco per la Gastronomia e capitale della Cultura 2020. L’ampia collezione dal sapore etnografico e antropologico, divenuta famosa a livello internazionale per il suo originalissimo allestimento, precursore di attuali scelte museografiche, sarà fruibile grazie a visite guidate comprese nel ticket di ingresso, svolte dai volontari dell’Associazione Amici di Ettore Guatelli e del Museo.

A cadenza di ogni ora e un quarto partiranno i tour comprensivi dell’ex abitazione del maestro di scuola elementare-pedagogo-scrittore-narratore-collezionista-museografo e dell’attiguo vero e proprio museo, così celebre per le migliaia di “cose” (non chiamatele semplici oggetti!), meticolosamente esposte nelle sale che furono di vita quotidiana: dal granaio alla camera da letto dei genitori, dalla cucina alla stanza della zia.

Collezione Museo Guatelli: in mostra la civiltà contadina

Il museo del tempo e della civiltà contadina nasce grazie alla fervida passione di collezionista del maestro Ettore Guatelli. Questo personaggio ha raccolto per tutta la vita attrezzi e oggetti utilizzati dai contadini, e li ha poi disposti, con la cura di un artista, sulle parteti e gli scaffali di questa vecchia casa di campagna del podere Bella Foglia.

Nel Museo del Tempo ci si trova davanti ad oggetti comuni, a volte anche rotti o rovinati. Guatelli ha amato e collezionato questi oggetti perché nel corso del tempo essi hanno assorbito una parte della vita di chi li ha usati, ed oggi parlano, raccontando silenziosamente le storie dei contadini e delle loro occupazioni, testimoni della vita di una volta.

Per maggiori informazioni per il museo a Ozzano Taro

Fondazione Museo Ettore Guatelli, tel. 0521.333601 e-mail [email protected]
Orari di apertura: sabato (15-18); domenica (10-12; 15-18)

Il “Museo delle latte” della Fondazione Guatelli in provincia di Imperia

A Chiusanico (Imperia) ha sede il Museo collezione delle latte d’olio dell’associazione culturale Guatelli. Si trova all’interno di un frantoio secentesco, a lato dell’Italgraf di Chiusanico, azienda di primaria importanza nella produzione di latte da olio. Nel periodo tra le due guerre gli oltre 300 produttori oleari dell’estremo Ponente ligure si rivolgevano alle ditte di Imperia per inscatolare il loro prodotto. La collezione Guatelli conserva la memoria storica delle lattine d’olio che spesso sono firmate da grandi pittori.  Prima del boom economico degli anni 60 l’olio veniva venduto quasi esclusivamente in latte e damigiane per il consumo familiare.

All’interno del museo si trovano circa 6000 pezzi: latte stampate, scatole, colli per damigiana e altri oggetti decorati (1100 circa in esposizione). Il più antico è una latta in zinco del 1865, e si arriva fino ai giorni nostri.

Il museo è aperto su appuntamento

Museo Collezione Guatelli Via Nazionale Nord – Chiusanico

Tel. 0183 52368 – [email protected] Il sito cliccare QUI

Condividi L'Articolo

L'Autore