Nasce l’Accademia dell’associazione “il mondo delle intolleranze”

Promotrice la foodblogger Tiziana Colombo, alias Nonna Paperina, che con le intolleranze alimentari convive da tempo

di Redazione

Ultima Modifica: 04/10/2018

Il mondo delle intolleranze alimentari è complesso tanto che viene confuso con le allergie alimentari. Intolleranze e allergie non sono infatti la stessa cosa, proprio per questo c’è un estremo bisogno di fare chiarezza su un tema molto sentito ma anche discusso.

Negli ultimi anni si registra un aumento significativo di molte intolleranze alimentari, da qui la necessità di avere informazioni e conoscenze precise.

Con questo scopo la foodblogger Tiziana Colombo, alias Nonna Paperina, che con le intolleranze alimentari convive da tempo, insieme ai soci dell’Associazione “Il Mondo delle intolleranze”, annuncia la nascita dell’Accademia omonima.

Il mondo delle intolleranze ha bisogno oltre che di competenze anche di responsabilità e Tiziana in questi anni, partendo dalla sua condizione di “svantaggio” ha cercato di diffondere con correttezza le conoscenze che sottendono a questa problematica e supportare chi come lei amava vivere la tavola con gusto senza “penalizzazioni emarginanti”.

L’appuntamento, che inaugurerà ufficialmente la prima Accademia in Italia, è fissato per giovedì 11 Ottobre alle ore 11: 00 a Basiano (MI) dove si terrà una conferenza stampa (riservata agli addetti ai lavori) con il taglio del nastro

L’Accademia dell’associazione “il mondo delle intolleranze”, che ha la sede a Basiano, in provincia di Milano, dispone di uno spazio di 300 mq distribuito su due livelli dove sono state create aree funzionali alle attività che si andranno a svolgere: al piano terra è stato organizzato lo spazio per i corsi di cucina dove si alterneranno noti chef specializzati in contenuti specifici da trasmettere con cookingshow e laboratori. Al piano superiore, la sala conferenze e seminari dispone di una funzionalità flessibile per diventare location ideale per eventi aziendali che potranno usufruire della seconda cucina dell’Accademia, più ridotta ma perfettamente attrezzata e soprattutto con la luce adeguata per shooting fotografici.

Il progetto, realizzato in più di un anno di impegno e dedizione, è stato sostenuto da professionisti e imprenditori che da subito l’hanno affiancato.

I primi sostenitori dell’Accademia

I promotori, in una nota, informano che “Gabriele Scaglia di Scaglia Trasporti ha donato l’edificio in cui risiede l’Accademia, l’ingegner Tania Belloni ha pianificato gli interventi di ristrutturazione interna, Edilsirio di Marini Claudio li ha concretizzati, l’azienda Class Design di Paolo Gussoni ha fornito gli arredi per le cucine, la Domus di Gianni De Vincenzi si è occupata dei piani di lavoro”.

All’esterno l’Accademia dispone di uno spazio rurale che si sta trasformando in un’area verde dove è stato pensato anche un orto urbano: la produzione stagionale di ortaggi consentirà di poter utilizzare il fresco indispensabile per le attività di cucina in modalità educational e in funzione degustativa.

Condividi L'Articolo

L'Autore