“Prima del Torcolato” a Breganze il 21 gennaio

di Informacibo

Ultima Modifica: 28/02/2018

La grande festa si terrà in piazza Mazzini, dalle 14.30, sotto l’occhio vigile della Magnifica Fraglia del Torcolato, si procederà alla torchiatura dei primi grappoli appassiti di uva Vespaiola
Ritorna anche in questo 2018 la “Prima” manifestazione enologica dell’anno. Si tratta infatti della “Prima del Torcolato DOC Breganze”, ventitreesima edizione, che si terrà come di consueto la terza domenica di gennaio: quest’anno cade il 21.

I produttori della specialità dolce vicentina, molto rinomata, danno appuntamento a Breganze per festeggiare i ventitre anni di ottenimento della DOC per il Torcolato, prodotto da uva Vespaiola appassita, custodita gelosamente per mesi nel fruttaio, il locale della cantina dedicato a questa lavorazione.

In programma un fruttaio tour nelle cantine, con spremitura in piazza.

La grande festa si svolge in piazza Mazzini, dalle 14.30, sotto l’occhio vigile della Magnifica Fraglia del Torcolato, si procederà alla torchiatura dei primi grappoli appassiti di uva Vespaiola, conferiti da tutte le cantine del Consorzio.

Prima della spremitura, ci sarà la cerimonia di investitura dei nuovi fratelli della Fraglia.

Durante la giornata, sarà possibile visitare le aziende del Consorzio nel ‘Fruttaio Tour – Scopri come e dove nasce il Torcolato’, con visite guidate e degustazioni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 19.00.

Il Torcolato è un vino dolce, che si ottiene dai grappoli di uva Vespaiola, varietà autoctona di Breganze, che vengono vendemmiati perfettamente maturi, selezionati e messi ad appassire in ambienti arieggiati (come i granai delle vecchie case contadine). Qui vengono lasciati fino al gennaio successivo quando, raggiunta un’elevata dolcezza, vengono torchiati. Dopo una lenta fermentazione, il vino riposa in piccole botti anche per più di due anni o almeno fino al 31 dicembre dell’anno successivo alla vendemmia prima di essere imbottigliato e immesso sul mercato.

Condividi L'Articolo

L'Autore

Capo Redattore