Progetto Rouge, Blockchain per l’arancia rossa di Sicilia Igp

Presentato il Red Orange Upgrading Green Economy, progetto realizzato da Almaviva per il Consorzio di tutela

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 11/12/2019

L’Arancia Rossa di Sicilia Igp si prepara per un processo veramente green a partire dalla tracciabilità del prodotto.

E’ stato presentato infatti un progetto che la protegge dalle contraffazioni con la tecnologia Blockchain, che garantisce l’autenticità e l’integrità del frutto in Italia e all’estero.

Un bollino tecnologico che racconta l’origine e le caratteristiche del prodotto, facilita le procedure doganali e monitora le condizioni e la temperatura delle arance durante il trasporto per garantire ovunque un frutto di eccellenza.

Filippo Gallinella, Presidente Commissione Agricoltura Camera dei Deputati, durante il suo intervento, con Elena Albertini, Vice Presidente Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia Igp

Il progetto R.O.U.G.E. “Red Orange Upgrading Green Economy”

Sono stati questi i temi affrontati questa mattina, 11 dicembre 2019, presso Sala Cavour del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali durante il convegno di presentazione del progetto R.O.U.G.E.Red Orange Upgrading Green Economy .

Giovanni Selvaggi, Presidente del Consorzio di tutela

“Le arance sono un’eccellenza del Made in Italy: oltre il 50% della produzione totale nazionale viene dalla Sicilia, nel 2018 un milione di tonnellate circa su una produzione italiana di un milione e 622 mila tonnellate. Contraffazioni e frodi rappresentano un danno per il consumatore e una perdita per i produttori. La piattaforma nasce per tutelare l’Arancia Rossa di Sicilia Igp e l’esportazione di questo prodotto unico al mondo che, quest’anno, ha raggiunto anche il mercato cinese” spiega Giovanni Selvaggi, Presidente del Consorzio di tutela Arance Rosse di Sicilia Igp.

Il progetto entrerà in funzione a partire dal raccolto 2019-20

Il progetto, dal raccolto 2019/2020, offre soluzioni di tracciabilità Smart grazie a una piattaforma digitale ad hoc, progettata e realizzata da Almaviva, e basata su tecnologia Blockchain, su modelli di Agricoltura 4.0 e sui principi della Green Economy per la tutela di produttori e consumatori.

Alessandro Apolito, Dirigente PQAI III – Politiche di filiera del Mipaaf

All’incontro sono interventti, tra gli altri, Filippo Gallinella, Presidente Commissione Agricoltura Camera dei Deputati, Edy Bandiera, Assessore Agricoltura Regione Siciliana, Giovanni Selvaggi, Presidente Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia Igp, Elena Albertini, Vice Presidente Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia Igp, Alessandro Apolito, Dirigente PQAI III – Politiche di filiera del Mipaaf, Fulvio Conti, Almaviva S.p.A. e Leo Bertozzi, Direttore Generale ORIGIN Italia.

Condividi L'Articolo

L'Autore