fbpx

Sul Lungomare di Napoli torna Bufala Fest

50 stand per la rassegna che si svolge a Napoli sul Lungomare Caracciolo ed inizia sabato 31 agosto

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 30/08/2019

Al via sabato 31 agosto a Napoli la quinta edizione di Bufala Fest, la rassegna che, fino a domenica 8 settembre, si terrà sul Lungomare Caracciolo con i suoi circa cinquanta stand.

Mozzarella, in tutte le declinazioni, pizze e dolci esclusivamente a base di prodotti della filiera bufalina in un grande villaggio, a ingresso gratuito, che avrà come concept il Benessere e le peculiarità dei prodotti.

“Non solo mozzarella”, questa la parola d’ordine

“Non solo mozzarella”, è il messaggio degli organizzatori Antonio Rea e Francesco Sorrentino, dal momento che la rassegna, promossa dalla Diciassette Eventi, in collaborazione con il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop ed il patrocinio di Regione Campania e Comune di Napoli, approfondirà tutti gli aspetti del bufalo, a cominciare dalla carne, che ha proprietà nutritive eccezionali e poco conosciute.

La presentazione della manifestazione

I commenti di Antonio Rea e Francesco Sorrentino

Ai visitatori, oltre ad una varietà di proposte enogastronomiche di qualità – ha detto  Antonio Rea, presentando oggi alla stampa la manifestazione – offriamo un ampio e ricco calendario di eventi, con concerti, stelle del cabaret e show cooking, tutti gratuiti e aperti ad un pubblico di ogni fascia di età. Un cartellone pensato per coinvolgere le famiglie, offrendo un programma con diverse iniziative artistiche, ludiche e ricreative. Ad accogliere i bambini e i loro genitori ci sarà Buffy, la nostra simpaticissima mascotte che sarà tra le protagoniste del villaggio”.

“Ogni giornata di Bufala Fest – ha ricordato Francesco Sorrentino – sarà ricca di appuntamenti imperdibili, tutti organizzati pensando al cibo come espressione culturale e agli eventi come momento di esperienza comune. Pertanto, all’interno di un villaggio dal concept sempre più accattivante e unico nel suo genere, l’obiettivo principale sarà quello di esaltare il concetto di #Benessere, tema caratterizzante della nuova edizione, sotto tutti i punti di vista”.

Per il secondo anno consecutivo, si svolgerà il Contest “I Sapori della Filiera”, organizzato in collaborazione con Fratelli La Bufala, che coinvolgerà decine di operatori del comparto food tra chef, pizzaioli e pasticceri, che si contenderanno lo scettro. Saranno proposte ricette esclusive a base di prodotti della filiera bufalina, giudicate da una giuria composta da chef stellati, rappresentanti di categorie del mondo food, nutrizionisti e giornalisti. La competizione avrà luogo in un area dedicata, una vera e propria “Arena del Gusto” di circa 300 metri quadri, allestita all’altezza della Rotonda Diaz, che si configura anche come vetrina di prestigio per le tipicità enogastronomiche delle varie filiere coinvolte.

Oltre al contest, l’Arena del Gusto ospiterà gli show cooking di chef stellati come Paolo Barrale e Tano Simonato, che incontreranno il pubblico presente all’evento ed altre iniziative enogastronomiche.

“Le Centenarie” a Bufala Fest 2019: per la prima volta tutte insieme ad un evento food

Per la prima volta in un evento food, tutte le tredici pizzerie aderenti all’Unione Pizzerie Storiche Napoletane “Le Centenarie” saranno presenti, ciascuna con un proprio stand, in occasione della kermesse. Ognuna delle tredici pizzerie presenti proporrà una ricetta ad hoc per la manifestazione, prevedendo l’utilizzo di almeno un prodotto della filiera bufalina.

120 pizzaioli da tutto il mondo per il “Trofeo Pulcinella”

Oltre al contest “I Sapori della Filiera”, quest’anno Bufala Fest ospiterà anche la quinta edizione del “Trofeo Pulcinella”, organizzata dall’Associazione Mani d’Oro, presieduta da Attilio Albachiara, che, tra il 2 e il 3 settembre, vedrà impegnati 120 pizzaioli, provenienti da diverse parti del mondo, che si contenderanno lo scettro del migliore proprio in quella che è considerata la Capitale mondiale della Pizza, patrimonio UNESCO.

Cinque i Workshop in programma, ognuno dei quali incentrato su un tema diverso, ma tutti uniti da un minimo comune denominatore: promuovere e valorizzare l’intera filiera bufalina esaltando il concetto di Benessere, coinvolgendo esperti ed operatori del settore, anche di profilo internazionale. L’artista Carmine Ciccone, mediante una tecnica mista (fusione e applicazioni di plastica decorata a mano), ha realizzato in esclusiva per Bufala Fest, un’opera denominata “Braccia al Cielo”, un manufatto di pregevole fattura, creata con materiali riciclati come PVC, alluminio, resina, ottone e legno. L’opera rappresenta una figura umana che alza le braccia al cielo in contatto con la natura e ciò che essa produce, generando un benessere fisico e mentale. Bufala Fest anche quest’anno offre anche vari momenti di spettacolo con musica e comicità.

Tutte le sere, a partire dalle ore 21.30, ci saranno show gratuiti.

Si inizia sabato 31 agosto con gli speaker e gli artisti di Radio Marte.

Domenica 1 settembre, il sound trap di Francesco Da Vinci, Nicola Siciliano e VMonster.

Lunedì 2 settembre, le canzoni di Marco Carta e la comicità di Peppe Iodice. Martedì 3 settembre sarà dedicato alla tradizione con Antonello Rondi, Gino Da Vinci e Anna Merolla che proporranno un repertorio della canzone classica napoletana.

Mercoledì 4 settembre, sul palco si alterneranno Rosalia Porcaro e i Neri per Caso. Giovedì 5 settembre, sarà la volta di Maria Nazionale. Venerdì 6 settembre, la comicità partenopea dei Radio Rockets farà da prologo alla performance di Anna Tatangelo.

Sabato 7 settembre, salirà sul palco Mario Venuti. Domenica 8 settembre, gran finale con Sal Da Vinci. Radio Marte sarà media Partner dell’evento.

L’accesso al Villaggio di Bufala Fest è gratuito, così come la visione degli spettacoli e gli show cooking degli chef stellati.

Tutte le informazioni sul sito ufficiale QUI

Bufala Fest al via con 50 stand sul Lungomare Caracciolo

Bufala Fest, non solo mozzarella a Napoli: tutto il programma

 

Condividi L'Articolo

L'Autore