TTG Travel, il ministro Centinaio: “per l’Enit trovare nomi nuovi”

Il Presidente di Italian Exhibition Group, Lorenzo Cagnoni: IEG leadership incontestabile nel settore e siamo pronti ad un nuovo sviluppo

di Redazione

Ultima Modifica: 11/10/2018

Con un talk show sul futuro del turismo, in Italia e non solo, alla Fiera di Rimini ha preso il via il TTG Travel Experience, grande appuntamento del turismo italiano (in corso fino a venerdì 12 ottobre), assieme a Sia Hospitality Design l’unica fiera in Italia dedicata esclusivamente all’hotellerie e SUN Beach&Outdoor Style, il salone per stabilimenti balneari, outdoor e campeggio.

All’evento di apertura (mercoledì 10 ottobre, ore 14.30 alla Innovation Arena) grande attesa per il debutto del ministro del Turismo Gian Marco Centinaio (sarà in fiera anche oggi giovedì), presente insieme al Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, al Sindaco di Rimini e Presidente di Destinazione Romagna Andrea Gnassi e al Presidente di Italian Exhibition Group Lorenzo Cagnoni.

Verso i nuovi vertici dell’Enit. Centinaio: “trovare nomi diversi dal passato”

Il ministro Gian Marco Centinaio a Rimini Fiera

Il ministro delle Politiche agricole e del Turismo (Mipaaft), Gian Marco Centinaio, ha subito sottolineato l’interesse del Governo per un settore che vale 220 miliardi di euro, pari al 13% del Pil, con una “bordata” diretta all’Enit, il nostro Ente del Turismo.

A proposito dell’Agenzia preposta alla promozione del turismo il ministro è stato esplicito: «L’Enit deve recuperare autorevolezza cosa che non c’è stato nel passato. Voglio sentire tutti, associazioni e operatori, per trovare nomi diversi dal passato, con un consiglio di amministrazione che sia operativo e che abbia voglia di sporcarsi anche le mani. Persone del settore, che abbiano una visione internazionale e anche legata al nostro paese. E che siano dei manager».

Sul toto-nomine dell’Enit, niente nomi – l’ente è stato guidato negli ultimi tre anni da Evelina Christillin, con Fabio Lazzerini e Antonio Preiti in consiglio di amministrazione – anche se circola l’indiscrezione che il ministro voglia scegliere un tecnico del settore. Come si sa il ministro “tour operatour” conosce bene il settore ed in tasca ha i nomi e qualche ricetta (“la lotta all’abusivismo”, “legge quadro sulle professioni all’interno del turismo”), ma, forse, pochi denari.

All’attenzione del ministro Centinaio, (che ha sottolineato come “per me è emozionate essere qui da Ministro alla fiera leader per il turismo”), anche la questione del rinnovo dei canoni demaniali per le spiagge, e “bisogna dividere in questo momento la questione canone dalla questione Bolkstein, anche per arrivare in Europa il più pronti e il più agguerriti possibile. L’obiettivo è quello di uscire dalla Bolkstein sapendo che sarà difficilissimo”.

Ad introdurre il talk show sono interventi Mirko Lalli, fondatore di Travel Appeal e Giancarlo Carniani, Italian Analyst per PhocusWright, che hanno focalizzato l’attenzione sull’impatto che la rivoluzione digitale sta già avendo sull’industria turistica mondiale. Uno scenario raccontato dai dati: come quello che prevede un’impennata del mercato turistico europeo nei prossimi anni con un indotto che raggiungerà la cifra di 30 miliardi di euro su cui l’online inciderà del 34%, con una crescita del 6%.

Il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini

In Emilia Romagna – ha detto il Presidente Bonacciniabbiamo vinto la scommessa della sinergia per valorizzare le eccellenze che ci distinguono e che attraggono i sogni dei turisti di tutto il mondo. Siamo saliti da 45 a 57 milioni di presenze in pochi anni, stiamo mettendo a disposizione fondi e strumenti per rinnovare l’offerta. Serve che il Paese si muova con questa unitarietà, così ci affermeremo compiutamente”.

Noi Sindaci siamo dove si consumano i prodotti turistici – ha spiegato Andrea Gnassi – e soffriamo di una storica mancanza di una visione industriale del turismo. Serve una politica concreta in questa direzione, serve codificarla, serve collegare le eccellenze del territorio. Innovare è decisivo, prima ancora di pianificare la promozione turistica”.

Il Presidente di Italian Exhibition Group, Lorenzo Cagnoni

Arriviamo a questa leadership – ha detto il Presidente Cagnonicon una storia che nel tempo ci ha consentito di associare tre saloni che oggi rispondono al mercato con la concretezza di un unico, grande strumento. Abbiamo pensato che il tratto distintivo fosse quello di associare l’expo ai contenuti e queste giornate ne propongono ad un livello eccellente. E’ una leadership incontestabile e siamo pronti ad un nuovo sviluppo”.

Indagine sul trend di domanda del turismo scolastico: 12 ottobre alle ore 11.40

In anteprima alla fiera anche un’indagine sui trend di domanda del turismo scolastico curata da GeeTrips, la prima piattaforma specializzata in viaggi d’istruzione che offre agli operatori tutti i prodotti necessari per organizzare un viaggio di gruppo per studenti. GeeTrips ha intervistato oltre 1300 docenti delle scuole secondarie italiane. E’ Roma la destinazione preferita dai docenti italiani per i viaggi d’istruzione. Al secondo posto Torino e al terzo Napoli Tra le destinazioni emergenti la Sicilia, al quinto posto. L’indagine completa sarà presentata in Italy Arena (Pad. A5), il 12 ottobre alle ore 11.40.

La presentazione di Your Disability Manager

Fra i tanti temi al centro delle tre manifestazioni di Italian Exhibition Group anche la presentazione di Your Disability Manager, un servizio che va incontro alla domanda di accessibilità riscontrabile nel 13% della popolazione mondiale. Solo in Europa sono circa 127 milioni – di cui 9.9 milioni in Italia – le persone anziane o con disabilità di vario grado che desiderano viaggiare e sono alla ricerca di strutture turistiche e destinazioni abilitate a soddisfare i propri bisogni specifici.

Condividi L'Articolo

L'Autore