A Host la Mixology secondo Fabbri: Cocktail in black e dessert da bere

di Redazione Informacibo

Ultima Modifica: 18/10/2017

Arriva a HOST, Salone internazionale dell'ospitalità professionale (da venerdì 20 ottobre a Fiera Milano) la Mixology secondo Fabbri al Padiglione 18, stand F78: il trend dei cocktail neri, mentre tiramisù e torta di mele si sorseggiano in tazza o nel bicchiere. Lunedì 23 ottobre alle ore 1300 Nicola Fabbri, quarta generazione della famiglia del fondatore, parlerà dell’Italian Coffee of the Miracle Years
Va in scena a HOST la capacità Fabbri 1905, ultracentenaria azienda bolognese, di stare al passo con i tempi e interpretare gli stili di consumo delle nuove generazioni, senza cedere di un passo sulla qualità made in Italy.
La Mixology secondo Fabbri

Al 40mo Salone internazionale dell'ospitalità professionale lo Spritz diventa Dark e il Daiquiri si fa Black: Fabbri porta in Italia il trend dei cocktail neri che sta conquistando molti bartender internazionali. Classici e novità del beverage rinnovano il look, mantenendo però intatto il loro sapore.
Il segreto è il Gum Nero, proposto come novità assoluta a HOST, ingrediente per la mixology a base di gomma arabica e carbone vegetale da dosare secondo ispirazione: la prima dona al cocktail una texture setosa che ammorbidisce la componente alcolica, il secondo è l’ingrediente nobile che dona una colorazione 100% naturale senza alterare l’armonia gusto-olfattiva.

A HOST sarà possibile assaggiare un inedito Black Sunrise, a base di tequila, succo d’arancia, granatina e Gum Nero, o un Dark Spritz, che colora di nero il famosissimo aperitivo, o ancora un Black Daiquiri, il noto sour caraibico in versione dark.
Torna al Salone anche la trilogia del molecolare firmata Fabbri, diventati quasi dei classici per i bartender più affermati. Cocktail solidi, ossia specialità di mixology da mangiare; Spherology, per trasformare qualsiasi specialità da bere in sfere dal cuore liquido; Aria & Velluto, per creare delicate strutture impalpabili da servire su long drink, cocktail e addirittura piatti di carne o pesce.

Non solo cocktail: al Salone milanese l’azienda “dell’Amarena” porta anche il suocoffee-side. Un’ispirazione americana Eighties in chiave contemporanea per arricchire di gusto il consumo diurno: la caffetteria Fabbri fa rivivere smoothies, frappuccini, milkshake all’insegna di una bontà 100% italiana.
 
Sarà piacevole assaggiare in tazza o nel bicchiere grandi classici della nostra tradizione dolce. Il tiramisù si trasforma in una delizia da bere: golosa rivisitazione del cappuccino, a base di crema di latte calda, espresso e Gourmet Sauce Zabaione. Latorta di mele si presenta come un tè freddo, arricchito con Mela verde e Cannella, due gusti della linea degli sciroppi Mixybar.
 
Completano le proposte Fruit Smoothies con la nuova variante al melone, creme freddecioccolate aromatizzate e , fra cui quello alla rosa preparato con Mixybar Rosa.

A HOST sarà possibile assaggiare anche Marendry, il bitter all’Amarena Fabbri che ha segnato, quest’anno, il ritorno dell’azienda al mondo dell’alcolico: il liquore, infatti, non veniva prodotto dagli anni Settanta.
Fabbri 1905 ripropone al Salone, in occasione di Café Chronology, le suggestioni e i sapori dei Miracle Years. Con uno speaker d’eccezione: Nicola Fabbri in persona

A HOST anche gli anni del “miracolo italiano”: quelli in cui l’Italia, risollevandosi dopo la Seconda Guerra Mondiale, si è espressa lasciando un’impronta indelebile nell’immaginario collettivo di tutto il mondo. Fabbri riproporrà a HOST proprio le suggestioni e i sapori di questiMiracle Years Cafe Chronology Milan, la prima tappa del grande tour organizzato da Specialty Coffee Association e dal team World Coffee Events, che porterà al Salone la storia del caffè e dell’ospitalità attraverso il Novecento.
In uno spazio che mixerà relax, divertimento e cultura, Cafe Chronology ripercorrà l’evoluzione della coffee-culture fra foto, macchinari d’epoca e degustazioni di ricette di caffetteria e di mixology. E Fabbri, che da sempre promuove la cultura dell’aromatizzazione e della miscelazione in Italia e all’estero, proporrà al pubblico di HOST quattro occasioni per scoprire (e assaporare) gli anni di quel miracolo italiano.

Lunedì 23 ottobre alle 13:00 sarà Nicola Fabbri, quarta generazione della famiglia del fondatore, a parlare dell’Italian Coffee of the Miracle Years, ossia di un vero e proprio “stile di vita” immortalato dal film come Colazione da Tiffany La dolce vita, che vede imporsi la cultura dell’espresso al bar e gettare le basi per la scoperta di un “bere di qualità”. «Quello che promuoviamo da sempre» asserisce Nicola Fabbri. «Non per il gusto di essere inebriati dall’alcol, ma per scoprire creazioni di grandi professionisti della mixology».

Mentre alle 16:00 dello stesso giorno sarà la barlady ungherese Anett Malomhegyi, Lady Amarena 2017, a preparare live per il pubblico di Café Chronology i migliori Cocktails of the Miracle Years.
L’evoluzione della caffetteria negli anni, invece, sarà oggetto dei due appuntamenti dedicati all’espresso tenuti dal coffee barista trainer Vittorio Agosti. Sabato 21 ottobre alle 11:00 esplorerà i “nuovi orizzonti” del caffè in occasione di Espresso: Looking Forward, mentre martedì 24 alle 13:00 stupirà gli ospiti svelando inediti lati “moderni” del tradizionale espresso con The Modern Café.
In programma soprese che mixeranno pregiate miscele da Rwuanda, Colombia ed Etiopia a brandy, Amarena Fabbri, vaniglia, cannella e a Marendry, il bitter di casa Fabbri. Da non perdere.

Gli appuntamenti da Fabbri 1905 al Padiglione 18, stand F78

Condividi L'Articolo

L'Autore

Capo Redattore