A Rimini ‘Al Meni’, il Circo 8 e 1/2 dei sapori

La presentazione stamane a Milano. Sarà il primo evento libero dai rifiuti di plastica monouso puntando sul riuso e sul riciclo

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 20/05/2019

Manca oltre un mese all’evento e l’incontro con la stampa avviene a Milano. Si presentano lo chef Massimo Bottura, il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi (foto in alto).

Forse possono bastare queste tre righe per capire l’importanza che gli ideatori della manifestazione, Regione Emilia Romagna e Comune di Rimini oltre allo chef più premiato di sempre Massimo Bottura, vogliono dare ad ‘Al Mèni’, in dialetto romagnolo ‘le mani’, la festa del gusto che il 22 e 23 giugno 2019 si svolge dentro e fuori un gigantesco tendone colorato, in piazzale Fellini a Rimini, proprio vicino al Grand Hotel di felliniana memoria.

Ne abbiamo già parlato (Al Meni, a Rimini l’ happening internazionale del Gusto) e ne torneremo a scrivere, ora invece vi presentiamo una importante novità di quest’anno e il programma della prima serata. Nei prossimi giorni i nomi degli chef e gli eventi più importanti.

‘Al Meni’ 2019 si presenterà in versione ‘green’

Al Meni si impegna costantemente a rappresentare il meglio dei prodotti gastronomici, ma anche della sensibilità per la terra di Rimini e dell’Emilia Romagna.

La sesta edizione dell’evento avrà una particolare declinazione verso i temi cari alla città, quelli della sostenibilità ambientale e del recupero delle eccedenze alimentari. Nell’anno in cui la città di Rimini, fra le prime in Italia, ha deciso di sposare la filosofia ‘plastic free’ anche sulla spiaggia (con una nuova ordinanza balneare che dispone il divieto della vendita di bevande in bicchieri o con cannucce di plastica usa e getta), l’evento ‘Al Meni’ si presenterà in versione ‘green’.

L’impegno è quello di arrivare ad essere il primo evento libero dai rifiuti di plastica monouso e puntare sul riuso e sul riciclo. Tutti i produttori e i punti street food gourmet utilizzeranno unicamente carta o materiali biodegradabili per la somministrazione al pubblico. Sono tanti gli appuntamenti e i laboratori organizzati da Slow Food e dedicati al ‘mare bene comune’ e al contrasto all’utilizzo della plastica.

Verranno moltiplicati i punti di distribuzione di acqua gratuita a salvaguardia dell’ambiente, in collaborazione con Hera, evitando l’utilizzo di bottiglie di plastica e limitando la produzione di rifiuti ed inquinamento, così come l’utilizzo di contenitori per la raccolta dei materiali compostabili utilizzati. L’impegno ad essere ogni anno più attenti all’ambiente e sostenibili continua sul fronte della lotta allo spreco alimentare grazie alla collaborazione con Food for Good, che prevede il recupero del cibo non consumato al termine dell’evento: un impegno che da quest’anno coinvolgerà anche gli alberghi di Rimini con il progetto Food for Good Hospitality.

Mentre rimandiamo alla prossima settimana la presentazione degli chef presenti a Rimini vi elenchiamo i prodotti gastronomici emiliano romagnoli presenti.

Il mercato dei prodotti agricoli

Le eccellenze del territorio si raccolgono al mercato di Al Meni. Una vetrina straordinaria dei prodotti gastronomici emiliano romagnoli che ci permette di viaggiare con il gusto e con la mente nei giacimenti golosi degli chef. Possiamo così capire come la sovranità dei piatti realizzati sia sempre figlia del territorio e dei suoi favolosi prodotti tra cui 44 tra Dop e Igp. Troveremo gli immancabili prìncipi della regione come il Parmigiano Reggiano, l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, il Culatello di Zibello, i salumi di mora romagnola, insieme ai salumi Piacentini, ai produttori di miele e a quelli di frutta, verdura e biscotteria che insieme ci metteranno a disposizione una esposizione unica, con cui assaggiare, conoscere e acquistare una dispensa speciale.

La selezione è a cura di CheftoChef Emiliaromagnacuochi, con la collaborazione di Slow Food e della Strada dei Vini e dei Sapori di Rimini.

L’evento della sera nella prima giornata: la festa “8 e 1/2notte”

Sabato 22 giugno, dalle ore 23 in poi, si accenderanno le luci di un circo a cielo aperto, in riva al mare, per “8 e 1/2notte”, una festa con tutti gli chef protagonisti dell’evento e non solo. Al Mèni Night Out è organizzata in collaborazione con MUNCHIES (il vertical sul cibo di VICE Italia), anche media partner dell’evento. La serata sarà un concentrato della bellezza della Riviera d’estate: musica, cocktail, spiaggia ed echi felliniani sullo sfondo. Durante i festeggiamenti si alterneranno alla consolle due dj.

Il sito dell’evento

Condividi L'Articolo

L'Autore