Iniziate le sei giornate di Merano WineFestival

Nomi eccellenti nel campo wine&food e focus sul tema della sostenibilità con il convegno “Wine Sustainability Outlooks”

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 12/11/2019

Il “salotto del Vino” creato da Helmuth Köcher, di scena a Merano è iniziato con successo.

Oltre 100 eventi e un ampio programma di  iniziative collaterali a tema enogastronomico

Ciò che fa di Merano WineFestival il centro gravitazionale delle eccellenze vinicole per antonomasia è la ricchezza dei suoi contenuti, non solo in termini di vini, ma anche di eventi proposti. Iniziative dedicate a un pubblico di appassionati, produttori e consumatori che sostengono il tema enogastronomico a 360°, portando il focus su prodotti e case history che si distinguono per una chiara ricerca della qualità. Quest’anno le numerose iniziative prendono il nome di Side Events, con un programma tutto da seguire.

Finalissima del Concorso Emergente Sala

L’evento è iniziato ieri, 7 novembre, presso l’Hotel Terme Merano con l’assegnazione del Premio Godio a un cuoco altoatesino particolarmente meritevole: è un omaggio allo chef Giancarlo Godio, il primo in Italia ad aver ottenuto una stella Michelin in un ristorante a duemila metri d’altezza in Val d’Ultimo, Alto Adige (dalle 17.00 alle 18.00). Dedicato al tema dell’accoglienza e del servizio è il Concorso Emergente Sala che è iniziato giovedì 7 con le qualificazioni all’Hotel Terme, per terminare con le prove finali e la consegna del premio venerdì 8 novembre nella Sala Czerny del Kurhaus, dalle 10.00 alle 13.00. Dalle 16.30 alle 23.00 all’Hotel Ansitz Plantitsherhof si svolge l’esclusiva “Degustazione di una leggenda, il Sassicaia Tenuta San Guido 100 to 100” che prevede una verticale di 16 annate di Sassicaia e che si ripete anche nella giornata di sabato 8.

La giornata odierna si apre con Vini d’Italia e dal mondo seguiti da Riccardo Cotarella, appuntamento che porta in rassegna i vini provenienti da 60 cantine nazionali e internazionali del prestigioso enologo italiano (dalle 13.00 alle 18.00 presso la Czerny Saal del Kurhaus). Dalle 14.00 Piazza della Rena ospita invece Wine Business Forum, per proseguire un’analisi dei lavori dei tavoli tematici sviluppati nell’ambito di Milano Wine Week 2019 con Silvana Ballotta Ceo di Business Strategies Federico Gordini di Milano Wine Week, i giornalisti Andrea Radic, Andrea Guolo, Maurizio Di Maggio e Cantina Social. Dalle 15.00 una tavola rotonda al femminile chiama all’appello imprenditrici, export manager, giornaliste, wine blogger, enologhe e professioniste del vino intorno al tema “Il modello Giappone nel mondo ‘rosa’ del vino”. A moderare gli interventi il giornalista Andrea Radic che dialogherà con Antonella Cantarutti della delegazione Friuli-Venezia Giulia delle Donne del Vino, Silvana BallottaValentina Bertini wine manager di Langosteria Milano e Alessandra Piubello giornalista wine&food e curatrice della guida vini Veronelli. Sempre venerdì 8, dalle 15.30 alle 16.30, a concludere la lezione enologica “Nel segno di Zierock” è in programma l’assegnazione del premio Zierock a un giovane enologo altoatesino presso l’Hotel Terme Merano, mentre Piazza della Rena si anima con La Fuga – LAboratory for FUture GAstronomy, un laboratorio di ricerca per piatti culinari, bevande, ispirato alla filosofia di Gregor e Mattia dell’Hotel Bad Schörgau. E alle 17.30 grande momento inaugurale aperto a tutto il pubblico con Sabrage Vin Mousseaux, una sciabolata con ben 28 magnum di bollicine con i vini dell’Oltrepò Pavese, una per ciascuna edizione di Merano WineFestival che si svolge in Corso Libertà, vicino al Kurhaus.

Sabato 9 dalle 9.30 alle 14.00 il Teatro Puccini ospita la presentazione della guida Vinibuoni d’Italia, mentre alle ore 14.00 è il turno di Wine Generation Forum, appuntamento che mette in sinergia due eventi del vino come Merano WineFestival e Milano Wine Week. Per l’occasione il presidente Federico Gordini presenta il Manifesto del progetto Wine Generation Forum 2019, un appuntamento di confronto per gli under 40 che operano nei vari ambiti legati al mondo del vino. Sempre al Teatro Puccini, dalle 17.00 alle 19.00 si svolge il convegno “Wine Sustainability Outlooks” che spazia sul tema dell’evoluzione delle tecnologie e dell’organizzazione vitivinicola in chiave sostenibile, con il supporto di documentazioni scientifiche e la partecipazione di stakeholders del settore. Per tutto il pomeriggio inoltre, una decina di locali del centro città grazie alla collaborazione tra Merano WineFestival e Milano Wine Week faranno parte di un momento Fuorisalone dal nome Catwalk Bollicine Preview per un excursus dedicato alla cultura di prodotto confrontando origini, vitigni e metodi di produzione di alcune delle aree più vocate d’Italia come l’Ata Langa, la Franciacorta e l’Oltrepò Pavese, il Trentodoc, l’Alto Adige, il Prosecco DOC e il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG. Sempre sabato apre l’Asta di Beneficenza di Merano WineFestival nell’Entrance Area del Kurhaus, il cui ricavato sarà interamente devoluto al Gruppo Missionario di Merano “Un pozzo per la vita” e alla quale è possibile partecipare anche nelle giornate del 10 e 11 novembre, dalle 10.00 alle 18.00. Alle ore 16.00 la Sala Sixtus di Palazzo Forst ospita invece il convegno di approfondimento dedicato a “Leonardo Da Vinci e il vino”. Infine, sabato sera alle 20.00 il cinema Ariston ospita la proiezione del film Gualtiero Marchesi – The Great Italian di Maurizio Gigola, appuntamento organizzato in collaborazione con il Filmclub di MeranoDomenica 10, dalle 19.00 alle 23.00 il vigilius mountain resort ospita la premiazione The WineHunter Award Platinum Food Spirits Beer, durante la quale gli artigiani del gusto saranno premiati con The WineHunter Award Platinum Food Spirits Beer direttamente dal patron Helmuth Köcher e ci sarà la degustazione dei 35 vini vincitori del Platinum quest’anno. Infine, lunedì 11 novembre alle ore 10.00, International Wine Education propone la presentazione a cura del Prof. Dr. Josef Schuller sull’educazione internazionale al vino “Accademici del vino e Masters of Wine”.

Da non perdere infine per tutta la durata dell’evento gli appuntamenti giornalieri con Merano Wine&Innovation all’Hotel Terme Merano. Momenti per capire l’impatto che la trasformazione digitale sta apportando al settore dell’agroalimentare per quanto riguarda ad esempio aspetti come la comunicazione e la commercializzazione. Infine, Meran Spirit, un’iniziativa giornaliera che coinvolge i cocktail bar di Merano per uno speciale brindisi serale (dalle 18.00 all’1.00) a tema mixology.

Programma completo su meranowinefestival.com/side-events/

Wine Hunter Award: Loison conquista 4 premi

Sono state premiate le novità Natale 2019 Panettone Agrumato e Pandoro al caramello salato

Wine Hunter Award: Loison conquista 4 premi al Merano Wine Festival

 

Condividi L'Articolo

L'Autore