Gdo e Sicurezza alimentare: i prodotti food sono sicuri e garantiti

Giorgio Santambrogio, presidente di Adm: "Caro cliente, quando vieni a fare gli acquisti nella Grande distribuzione ti garantiamo qualità e sicurezza alimentare"

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 13/01/2019

Tutto è pronto a Bologna per l’edizione 2019 di Marca.

Il salone, organizzato da BolognaFiere in collaborazione con Adm, l’associazione della Distribuzione Moderna (Dm), che riunisce Federdistribuzione, Ancc-Coop e Ancd-Conad  si terrà a Bologna Fiere a metà settimana, il 16 e il 17 gennaio.

Nei giorni scorsi è stato presentato a Milano il convegno sulla sicurezza alimentare che aprirà  MarcabyBolognaFiere il prossimo mercoledì 16 gennaio.

Sul palco Giorgio Santambrogio, presidente dell’Associazione della Distribuzione Moderna (Adm), Valerio De Molli, Managing Partner e Ceo di The European House – Ambrosetti  e Marco Momoli, direttore commerciale di BolognaFiere che hanno illustrato la ricerca che The European House – Ambrosetti ha realizzato per conto di Adm in vista della fiera dedicata alla Marca del distributore.

L’obiettivo di Giorgio Santambrogio è ambizioso e lo afferma a chiare lettere nell’incontro milanese.  Marca non è una semplice fiera di settore, pur autorevole, ma qualcosa di più e di diverso, la due giorni bolognese, afferma il presidente di Adm, deve diventare un vero e proprio evento culturale per informare di più e meglio i consumatori.

E a scanso di equivoci Santambrogio precisa, non c’è nessuna contrapposizione tra Marca del Distributore e Marca Industriale, vogliamo solo dare al consumatore una maggiore offerta di prodotti controllati e sicuri.

Il convegno di apertura di Marca

Va in questa direzione il convegno di apertura di Marca 2019 dedicato ad un tema di grande rilevanza ed attualità per i consumatori e per le catene distributive come la Sicurezza Alimentare, affidando la ricerca a una realtà autorevole come il Gruppo Ambrosetti.

Il luogo più sicuro dove comprare prodotti alimentari è rappresentato dai punti di vendita della distribuzione moderna

Per Santambrogio, la Mdd si afferma come un prodotto sicuro, di grande qualità, che incontra il favore degli acquirenti italiani. Un patrimonio per la Gdo ma anche un grande valore per l’intero sistema economico nazionale e proprio ad InformaCibo il presidente dell’associazione della distribuzione moderna dice:

“Caro cliente, cara persona, quando vieni a fare gli acquisti nella Grande distribuzione ti garantiamo alta qualità, massima tracciabilità e sicurezza alimentare”.

 

Verso MARCA a Bologna FiereA Milano Giorgio Santambrogio presenta il Convegno d'apertura 16 gennaio ore 10 moderato da Ferruccio De Bartoli. Intervengono tra gli altri lo chef stellato Davide Oldani e Francesco Avanzini direttore Conad Il Presidente ADM: "Caro cliente vieni a fare gli acquisti nella Grande distribuzione perche' vi garantiamo qualita', tracciabilita' e sicurezza alimentare"Qui il Video esclusivo di #InformaCibo

Gepostet von Donato Troiano am Freitag, 11. Januar 2019

Giorgio Santambrogio, presidente dell’Associazione della Distribuzione Moderna

I controlli rappresentano una garanzia per il consumatore

La ricerca affidata ad Ambrosetti, afferma Santambrogio, ci dice che  circa 100.000 verifiche ispettive nei punti vendita della distribuzione moderna sono commissionate a enti terzi, sono infatti coinvolti 4 Ministeri (Ministero della Salute, Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo, Ministero dell’Economia e delle Finanze, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare) e ben 21 tra organi, enti e autorità, compreso l’Efsa, l’autorità europea per la sicurezza alimentare.

Oltre a 2,3 milioni di test all’anno sui prodotti pianificati anche in autocontrollo per la salute dei consumatori.

I prodotti a marca del distributore sono la nostra bandiera –dice Santambrogio- e per questo continueremo ad investire per assicurare, qualità e sicurezza, al consumator italiano”.

Milano: la conferenza stampa a Palazzo Giureconsulti

Lo studio di Ambrosetti, i risultati positivi della Mdd

Le parole di Santambrogio vengono confermate dagli studi Ambrosetti. Valerio De Molli, Managing Partner e CEO di The European House – Ambrosetti, dice: «Dalla survey emerge che la Distribuzione Moderna sta impiegando risorse crescenti nella gestione della qualità e della sicurezza alimentare aumentando il personale e gli investimenti tecnologici negli Uffici Controllo Qualità. La sicurezza alimentare è un tema che viene seguito ormai direttamente dai vertici di quasi tutte le insegne distributive: nel 78% dei casi la funzione sicurezza e qualità dipende direttamente dall’Amministratore Delegato».

Lo studio di Ambrosetti ha messo in evidenza il “salto” del fatturato della Mdd, cresciuto negli ultimi sette anni in media tre volte di più dell’industria alimentare italiana. In particolare, dal 2016 al 2017, il saldo è di 2,8% contro 2,5%. Lo studio segnala, inoltre, che la crescita della Mdd pesa circa il 30% dell’aumento totale dell’industria alimentare e la sua incidenza su quest’ultima è più che raddoppiata negli ultimi 14 anni (7,3% vs 2,9%). Anche per effetto dello spostamento del proprio business verso prodotti a più alto valore.

Per la prima volta, nel 2017, la quota di mercato premium ha superato quella del primo prezzo (16,6% vs 16,3%)”, puntualizza De Molli.

Nel complesso, i risultati positivi della Mdd hanno riflessi a cascata sull’occupazione della Distribuzione moderna, che oggi rappresenta il 4° settore su 245 censiti dall’Istat per crescita di nuovi posti di lavoro. Per inciso: su 22.960 occupati, 5782 sono attribuibili alla Mdd. I numeri di Ambrosetti riportano anche che i prodotti a marchio del distributore sostengono una filiera diffusa fatta da Pmi – 1500 imprese copacker – ad alto tasso di “italianità” (91,5%). E ancora: la Mdd pesa mediamente sulla produzione dei copacker per il 31,9% sul totale delle referenze, il 35,3% sul valore e il 39,5% sul volume del fatturato. Un altro dato significativo riguarda poi la durata delle relazioni di fornitura con i copacker nella Distribuzione moderna che supera gli 8 anni nel 47,5% dei casi.

Marco Momoli, di BolognaFiere: “Marca continua a crescere”

La fiera della Distribuzione Moderna “continua a crescere. Una crescita di superfici di quasi il 10%, e di operatori del 5-6%, arrivati a quota 750“, ha affermato in apertura della conferenza stampa Marco Momoli, direttore commerciale di BolognaFiere presente a Milano alla anticipazione dello studio di The European House – Ambrosetti.

Il convegno inaugurale della fiera il 16 gennaio 2019 a BolognaFiere

Quale ruolo della Distribuzione Moderna e quali evoluzioni nel rapporto con i copacker

Programma:

  • 00 – 10.30     Arrivo e registrazione
    Modera: Ferruccio de Bortoli (Editorialista Corriere della Sera; Presidente, Associazione Vidas)
  • 30 – 10.35     Saluti di benvenuto: Gianpiero Calzolari (Presidente BolognaFiere; Presidente, Granarolo)
  • 35 – 10.45     Intervento di apertura: Giorgio Santambrogio (Presidente, ADM; Amministratore Delegato, Gruppo VéGé)
  • 45 – 11.05     Conversazione con le stelle: Davide Oldani (Executive Chef, D’O)
  • 05 – 11.35     Presentazione della ricerca The European House – Ambrosetti “Quale valore e quali sfide della Marca del Distributore oggi”

Valerio De Molli  (Managing Partner & CEO, The European House – Ambrosetti)

  • 35 – 12.15     Innovazione, sicurezza e qualità: nuovi approcci per accompagnare le esigenze del consumatore
    • Julian Melchiorri(Fondatore e Chief Executive Officer, Arborea; Vincitore dell’edizione 2018 della Peres Heritage Initiative di The European House – Ambrosetti)
    • Alex Tosolini(Senior Vice President, New Business Development, Kroger)
    • Stefano Vaccari(Capo Dipartimento, ICQRF – Ispettorato centrale della tutela e della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari – MIPAAFT)
  • 10 – 12.55     Tavola Rotonda

Stimolare l’evoluzione della Marca del Distributore, garantire la sicurezza e gestire la qualità come leva competitiva e di sviluppo: il punto di vista della Distribuzione Moderna

–   Francesco Avanzini  (Direttore Generale, Conad)

–  Gianpietro Corbari  (Amministratore Delegato, Pam Panorama)

–  Maura Latini  (Direttore Generale, Coop Italia)

–  Maniele Tasca  (Membro del Comitato Esecutivo, Adm; Direttore Generale Selex Gruppo Commerciale)

  • 55 – 13.00     Chiusura dei lavori
  • Giorgio Santambrogio  (Presidente, Adm; Amministratore Delegato, Gruppo VéGé)

MarcabyBolognaFiere: Sicurezza alimentare, packaging e biologico

La 15° edizione di MarcabyBolognaFiere, organizzata da BolognaFiere (16 e 17 gennaio 2019), in collaborazione con Adm, approfondirà tutti gli aspetti economici e sociologici della crescita della MDD, che nei primi otto mesi del 2018 ha già raggiunto una quota di mercato del 19,2% per un valore annuo di 10,3 miliardi di euro. (continua…)

Gdo: gli ultimi dati di R&S Mediobanca

Il rapporto parla di un giro d’affari in crescita a quota 83 miliardi, ma con risultato corrente in calo del 5,9%

 

Gdo: i dati di R&S Mediobanca

Condividi L'Articolo

L'Autore