fbpx

Al matrimonio con il Green Pass: le nuove regole per le cerimonie

di Oriana Davini

Ultima Modifica: 01/06/2021

Green Pass e matrimoni: come funziona? Le nuove linee guida in vigore dal 1° giugno regolamentano non solo la riapertura di ristoranti e bar con la possibilità di mangiare al chiuso, ma anche il settore del wedding e delle cerimonie in generale.

In un primo tempo dimenticati dal precedente Dpcm, ora i futuri sposi e tutto il comparto che ruota intorno all’organizzazione dei matrimoni ha finalmente qualche certezza in più e una serie di regole alle quali fare riferimento.

Dal 15 giugno, infatti, si possono organizzare i ricevimenti di matrimonio in zona gialla (in zona bianca è possibile già dal 1° giugno) a patto che si rispettino le nuove regole.

Ricevimento di matrimonio: le regole

green-pass-matrimoni

Le nuove linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali emanate dal Ministero della Salute stabiliscono che per i ricevimenti di matrimonio valgono le regole già in vigore per la ristorazione, quindi:

  • Tavoli distanti almeno un metro tra loro (ma non c’è più il limite di quattro persone)
  • Mascherina obbligatoria per tutti
  • Superfici disinfettate dopo ogni servizio
  • Finestre sempre aperte oppure aria condizionata ma senza la funzione ricircolo
  • Buffet solo servito oppure self service nel caso di porzioni monodose confezionate

A queste, si aggiungono altre regole specifiche per le cerimonie, ovvero:

  • Può partecipare solo chi ha il Green Pass (cioè la certificazione europea  rilasciata a chi ha ricevuto la prima dose da almeno 15 giorni), a chi dimostra di essere guarito dal Covid o a chi ha effettuato un tampone (anche rapido) nelle 48 ore precedenti la cerimonia
  • Numero di invitati da consegnare due settimane prima e regolato in base alla capienza della location e ai ricambi d’aria
  • Privilegiare se possibile spazi all’aperto, giardini e terrazze mantenendo sempre un metro tra i tavoli
  • Disporre percorsi di entrata e uscita degli ospiti all’interno della sala
  • Vanno evitate attività che non permettono di mantenere la distanza minima di un metro tra le persone
  • Indumenti e oggetti personali nel guardaroba vanno riposti in sacchetti portabiti appositi

 

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista

Giornalista specializzata in turismo e itinerari enogastronomici