Guida ristoranti 50 Top Italy 2020, un progetto firmato LSDM

Anticipazioni Premi Speciali: a Ciccio Sultano del Duomo (Ragusa) il Premio per la Valorizzazione del Territorio, a Marco Ambrosino del 28 Posti (Milano) il Premio per la Cucina Mediterranea

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 29/11/2019

Manca davvero poco per scoprire i nomi al vertice di 50 Top Italy la guida on-line, consultabile gratuitamente, dedicata al meglio della ristorazione italiana. Un progetto firmato LSDM (storico congresso di cucina d’autore in scena dal 2008 a Paestum) e curato dai suoi ideatori, Barbara Guerra e Albert Sapere, insieme al giornalista Luciano Pignataro.

Lunedì 2 dicembre, alle ore 17.00, presso il Teatro Eliseo di Roma, uno dei templi della cultura italiana, andrà infatti in scena la cerimonia finale di premiazione de I Migliori Ristoranti d’Italia 2020, suddivisi per quattro fasce di prezzo: Low Cost, Trattoria/Osteria, ristorazione fino a 120 euro e oltre 120 euro.

Diversi inoltre i premi speciali che saranno conferiti nel corso della serata. Tra questi, due importanti riconoscimenti svelati in anteprima: il Premio S.Pellegrino & Acqua Panna Valorizzazione del Territorio 2020 assegnato allo chef Ciccio Sultano del ristorante Duomo di Ragusa, mentre al giovane Marco Ambrosino, alla guida del locale 28 Posti di Milano, va il Premio D’Amico Cucina Mediterranea 2020.

Questi ultimi, dunque, saliranno sul palco dell’Eliseo insieme ovviamente alle top 10 delle 4 categorie previste dalla guida, dopo che i classificati dalla 50esima alla 11esima posizione sono stati svelati sul sito 50topitaly.it. Gli indirizzi recensiti, in totale, sono i migliori duecento da Nord a Sud della Penisola. A dare i voti, nel pieno rispetto dell’anonimato, dell’autonomia e, ovviamente, pagando il conto, una giuria composta da 130 ispettori.

Rivoluzionario il metodo di giudizio, con grande rilievo dato al servizio e all’accoglienza, elementi fondamentali di una ristorazione attenta alla propria clientela.

I Migliori Ristoranti Italiani nel Mondo 2019

A Roma ritirano il premio i primi tre classificati

Al primo posto dello speciale ranking rivolto agli esponenti della cucina italiana nei vari continenti, c’è il ristorante Passerini a Parigi, dello chef romano Giovanni Passerini, talento che ormai da tempo ha valicato le Alpi alla conquista dei gourmet francesi. Seguono sul podio Don Alfonso 1890, a Toronto, e Heinz Beck, a Tokyo. Locali guidati da due delle più prestigiose firme della ristorazione italiana, ovvero la famiglia Iaccarino, che da Sant’Agata sui Due Golfi ha rivoluzionato il concetto di cucina mediterranea, e lo stesso Heinz Beck, tedesco trapiantato a Roma, anima di un tempio della gastronomia come La Pergola.

Quarta e quinta posizione per Acquarello, a Monaco di Baviera, e 8 ½ Bombana, in quel di Honk Kong, ristoranti guidati da due grandi chef emigrati da tempo, cioè Mario Gamba e Umberto Bombana.

L’evento di Roma sarà trasmesso in diretta streaming sulle pagine Facebook di 50 Top Italy e Luciano Pignataro Wine&Food Blog.

Condividi L'Articolo

L'Autore