Il Governo: “Ci si può spostare nel Comune vicino per andare in un supermercato conveniente”

La risposta del governo è chiara: Fare la spesa rientra sempre fra le cause giustificative degli spostamenti”

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 17/11/2020

La questione degli spostamenti in questo periodo che vede un’ Italia a colori è diventato un problema per molti cittadini.

Oggi ci sono in zona rossa le seguenti regioni, Calabria, Campania, Lombardia, Piemonte, Provincia autonoma di Bolzano, Toscana, Valle D’Aosta e da mercoledì 18 novembre lo sarà anche l’Abruzzo.

La domanda che molti cittadini italiani in zona rossa si sono posti è questa: posso fare la spesa in un comune diverso da quello in cui abito? 

Ecco la risposta ufficiale del Governo

La risposta della Presidenza del Consiglio è chiara (d’altronte la stessa motivazione era stata utilizzata per gli spostamenti anche nel primo periodo del lockdown totale): gli spostamenti devono essere motivati e autocertificati.  Ripetiamo qui la posizione del governo: “Gli spostamenti verso Comuni diversi da quello in cui si abita sono vietati, salvo che per specifiche esigenze o necessità. Fare la spesa rientra sempre fra le cause giustificative degli spostamenti. Laddove quindi il proprio Comune non disponga di punti vendita o nel caso in cui un Comune contiguo al proprio presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze, lo spostamento è consentito, entro tali limiti, che dovranno essere autocertificati”.Il

Cioè gli  spostamenti si possono fare ma devono essere motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità (l’acquisto di beni necessari come l’alimentazione) o motivi di salute.

In questi casi bisogna avere l’autocertificazione.

L’autocertificazione

Il modulo di autocertificazione è disponibile qui: scarica qui il Pdf.

L’Abruzzo diventerà zona rossa dal 18 novembre fino al 3 dicembre

Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha firmato l’ordinanza che istituisce la cosiddetta “zona rossa”. Il provvedimento entrerà in vigore dal 18 novembre fino al 3 dicembre, “salvo diverso provvedimento”. “E’ meglio intervenire ora per tentare di salvare il Natale“, ha dichiarato Marsilio. Nelle ultime 24 ore l’Abruzzo ha registrato 642 nuovi contagi su 3.576 tamponi effettuati e undici decessi.

Condividi L'Articolo

L'Autore