Alla Bit di Milano: il Festival Verdi 2016 si presenta all'Europa (Parma e Busseto, 1-30 ottobre)

Protagonisti internazionali nel segno di Friedrich Schiller

12/02/2016

Alla Bit di Milano: il Festival Verdi 2016 si presenta all'Europa (Parma e Busseto, 1-30 ottobre)
Le foto di Giulio Ziletti by INformaCIBO

Milano Bit 12 febbraio 2016
. Oggi è stato presentato il “Festival Verdi 2016 dedicato a Friedrich Schiller”. Sono intervenuti il Direttore generale del Teatro Regio di Parma Anna Maria Meo e il Presidente di “Parma Incoming Tour operator” Enzo Malanca. Era presente il Sindaco di Parma, Federico Pizzarotti e la Presidente dell'APT Emilia Romagna Liviana Zanetti.

Nella volontà di accogliere il pubblico internazionale appassionato d’opera e musica che programma i propri viaggi culturali con grande anticipo, per la prima volta il Festival Verdi - con i relativi pacchetti soggiorno realizzati ad hoc - è stato presentato a gennaio, all’inizio della stagione turistica 2016. La promozione internazionale del Festival Verdi, realizzata grazie alla collaborazione tra APT Servizi Emilia Romagna, il tour operator partner del Teatro Regio, Parma Incoming, e Fondazione Teatro Regio, prevede un roadshow con tappe alle fiere tedesche Free (Monaco) e ITB (Berlino) e una presentazione all’Istituto Italiano di Cultura a Londra.
Il Festival Verdi 2016 avrà luogo in luoghi di grande fascino e storia: al Teatro Regio di Parma, al Teatro Giuseppe Verdi di Busseto e nello straordinario Teatro Farnese di Parma.

Quattro le opere in programma Don Carlo, Giovanna d’Arco, I masnadieri, Il trovatore di cui tre nuovi allestimenti, che vedono protagonisti, tra gli altri, Saskia Boddeke e Peter Greenaway, Daniel Oren, Massimo Zanetti, la Filarmonica Arturo Toscanini, James Conlon e l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Al Teatro Farnese le contaminazioni di AroundVerdi, con cinque commissioni del Festival presentate in prima assoluta tra cui Vinicio Capossela, Uri Caine, Ugo Pagliai.
Previsti pacchetti turistici che, oltre al soggiorno e ai posti migliori per gli spettacoli, prevedono le visite ai luoghi verdiani tra Parma, Busseto e Roncole, per una full immersion nell’arte e nella vita di Giuseppe Verdi.

A inaugurare il Festival Verdi 2016, l’1 ottobre al Teatro Regio di Parma, Don Carlo (recite il 5, 8, 11 ottobre), che torna dopo diciotto anni in un nuovo allestimento firmato da Cesare Lievi, specialista di Schiller e della drammaturgia tedesca, con le scene e i costumi di Maurizio Balò, coprodotto con Fondazione Carlo Felice di Genova, Òpera de Tenerife, Teatro Nacional São Carlo di Lisbona. Sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini, Daniel Oren dirige l’opera nella versione in 4 atti del 1884, alla guida del cast composto, tra gli altri da Michele Pertusi (al debutto nel ruolo di Filippo II), José Bros (Don Carlo), Vladimir Stoyanov (Rodrigo), Ievghen Orlov (Il Grande Inquisitore), Maria José Siri (Elisabetta di Valois), Marianne Cornetti (La Principessa d’Eboli).

Saskia Boddeke e Peter Greenaway firmano il nuovo allestimento di Giovanna d’Arco al Teatro Farnese, con debutto il 2 ottobre (recite il 9, 15, 20 ottobre), facendo rivivere lo spettacolo del melodramma in uno dei luoghi più suggestivi e unici al mondo e inaugurando il progetto Maestri al Farnese. In scena nel secentesco teatro ligneo, Vittoria Yeo (Giovanna), Luciano Ganci (Carlo VII), Vittorio Vitelli (Giacomo) debuttano nel titolo, guidati da Ramon Tebar, per la prima volta al Festival Verdi, alla testa dell’orchestra I Virtuosi Italiani.

I masnadieri debutta a Busseto il 7 ottobre (recite il 10, 14, 16, 21, 23, 28, 29 ottobre), nell’allestimento creato da Leo Muscato per il Teatro Regio di Parma e adattato per il Teatro Giuseppe Verdi, con le scene di Federica Parolini, i costumi di Silvia Aymonino e le luci di Alessandro Verazzi. Sul podio dell’Orchestra dell’Opera Italiana, Simon Krečič dirige gli Artisti del Concorso Internazionale Voci Verdiane “Città di Busseto”, in collaborazione con la Scuola dell’Opera del Teatro Comunale di Bologna.
Il Trovatore debutta al Teatro Regio di Parma il 21 ottobre (recite il 23, 27, 30) nel nuovo allestimento di Elisabetta Courir, con le scene di Marco Rossi (recente premio Ubu per Lehman Trilogy di Ronconi), i costumi di Marta Del Fabbro, le luci di Alessandro Cantarelli. Massimo Zanetti sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini dirige il cast con protagonisti George Petean (Il Conte di Luna), Dinara Alieva (Leonora), Enkelejda Shkosa (Azucena), Murat Karahan (Manrico).

In scena nelle quattro opere del Festival Verdi, il Coro del Teatro Regio di Parma preparato da Martino Faggiani.
Il Teatro Farnese sarà anche il palcoscenico di AroundVerdi, la sezione del Festival dedicata alle contaminazioni musicali, che proporrà cinque commissioni del Festival eseguite in prima assoluta. Protagonisti tra gli altri Vinicio Capossela (6 ottobre) Uri Caine Emsemble (29 ottobre), Ugo Pagliai (18 ottobre) che sulle musiche di Leóš Janácek interpretate dal Quartetto Prometeo, interpreterà Lettera a mio padre di Franz Kafka, indagine del conflitto irrisolto tra padre e figlio.
Un’originale anteprima del Festival sarà il videomapping, previsto per venerdì 30 settembre (ore 22.30), che farà rivivere sulle maestose pareti del Palazzo della Pilotta il monumento a Verdi sulle note, rielaborate elettronicamente, di alcune delle sue arie più celebri da Aida, Nabucco, La traviata, Rigoletto, La forza del destino.

Il Tour operator partner Parma Incoming in occasione del Festival Verdi propone il tour “Verdi Opera Tour”, che prevede, oltre ai pernottamenti, una cena e il biglietto (tra i migliori posti disponibili) per due recite d’opera, la visita ai luoghi verdiani: la Casa Natale a Roncole, Il Museo Casa Barezzi, il Teatro Verdi a Busseto, il Museo Nazionale Giuseppe Verdi all’interno di Villa Pallavicino, nonché il nuovo Museo Renata Tebaldi e Villa Verdi a Sant'Agata. Il tour è poi personalizzabile scegliendo tra varie opzioni, dalla visita speciale al backstage dei teatri del Festival (sartoria, sala scenografia, sala prove, camerini e palcoscenico), alle cene di gala prima o dopo l’opera e al tour con degustazioni delle più tipiche botteghe enogastronomiche del territorio, alla visita del centro storico di Parma e al tour dei Castelli del Ducato.
L’immagine esclusiva del Festival è il ritratto di Verdi realizzato a matita da Renato Guttuso negli anni ’60, donato al Teatro Regio di Parma dall’Archivio storico Bocchi e concesso da Fabio Carapezza Guttuso ©Renato Guttuso by SIAE 2016.

Il Festival Verdi è realizzato grazie al contributo di Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, ReggioParma Festival, Regione Emilia-Romagna. Main partner Cariparma Crédit Agricole. Major partner Fondazione Cariparma. Media partner Mediaset.
Il programma completo del festival su www.festivalverdi.it
 

Anna Maria Meo, Federico Pizzarotti, Enzo Malanca e Liviana Zanetti


Il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner