Nasce La Grande Bellezza Italiana, la rete italiana d’ortofrutta

di Redazione

Ultima Modifica: 12/10/2018

Nel panorama produttivo nazionale ortofrutticolo nasce “la Grande Bellezza Italiana”, la prima rete di impresa per valorizzare l’ortofrutta di qualità made in Italy.

E’ il risultato dell’unione di sei aziende storiche del nostro Paese: OP Joinfruit (CN), Odorizzi srl (VR), Perusi (VR), Cooperativa Coofrutta soc. coop (VR), Geofur (VR) e Bergonzoni (FE).

Il primo obiettivo è stipulare accordi con la Gdo italiana per vendere sul mercato interno buona parte di quanto fino ad ora finiva all’estero.

Dei 10 mln di fatturato delle sei imprese il 90% è realizzato proprio all’estero.

La rete messa in piedi è una realta che coinvolge 5 regioni, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Puglia, Sicilia, e abbraccia tutta la produzione di frutta italiana, dalle mele alle arance, passando per le pere, pesche, susine e uva.

Ci sono ben quattro prodotti Igp nell’offerta: il Radicchio di Verona, l’Uva di Puglia, le Mele Rosse di Cuneo e la Pera Abate

Diverse referenze a marchio la Grande Bellezza Italiana sono già presenti in Gdo, ma la società punta ad allargare la distribuzione e il portafoglio prodotti, consolidando le partnership attivate per rispondere a tutte le specifiche esigenze del retailer, a cominciare da flessibilità e innovazione.

La creazione di questo progetto – ha sottolineato il neo presidente Antonio Cipriani segna un vero e proprio salto di qualità per un comparto dalle grandi potenzialità non ancora espresse compiutamente: questo significa offrire al mercato un assortimento di assoluta eccellenza sostenuto da un modello di business e di sviluppo totalmente innovativo. Siamo convinti, infatti, che l’innovazione non sia appannaggio solo dei mercati hi-tech, ma possa trovare terreno fertile, è il caso di dirlo, anche nelle attività legate alla nostra terra”.

Noi puntiamo a crescere in questo primo anno del 10%. Non vogliamo -afferma Leonardo Odirizzi, ideatore dell’iniziativa- vendere tanto, ma certamente vogliamo vendere bene offrendo un prodotto aggregato alla grande distribuzione”.

Il packaging sottolinea con i colori verde, bianco e rosso, l’italianità dell’iniziativa

Il packaging d’impatto dei prodotti è studiato per differenziare l’offerta nel reparto ortofrutta e per sottolineare, grazie al richiamo ai colori verde, bianco e rosso, l’italianità dell’iniziativa. In particolare, il QR code stampato direttamente sull’etichetta garantisce la tracciabilità di ogni singolo lotto e permette al consumatore di ottenere informazioni approfondite sulla referenza che ha acquistato.

Condividi L'Articolo

L'Autore