In Umbria inaugura il wine chalet

di Simone Pazzano

Ultima Modifica: 29/05/2018

Relax, buon vino e natura incontaminata: un vacanza detox nel cuore della campagna umbra

 

A pochi minuti da Todi, nel cuore verde dell’Umbria, circondato dai monti Martani tra vigneti e oliveti, inaugura Wine Chalet, un piccolo cottage che unisce due dei punti forti della regione: natura mozzafiato e vini eccellenti. In un altro articolo abbiamo parlato del valore della lentezza, ecco questo luogo ci si adatta perfettamente. Una baita tutta in legno immersa nella pace e nella tranquillità di un bosco di querce: 60 metri quadrati di spazio arredati con cura e il tempo che scorre lento, senza disturbi. Qui non esistono infatti fretta, impegni, traffico e caso: solo pace e riservatezza per sentire la voce della natura, che esplode di profumi e colori. L’ideale per una vacanza assolutamente detox, per staccare la spina dal quotidiano.

Roccafiore Todi Umbria

Le caratteristiche dello chalet

Il Wine Chalet dell’azienda vinicola umbra Roccafiore nasce come luogo esclusivo, una dimora di pregio per rilassarsi e bere il meglio dei vini della zona e va ad affiancarsi al già esistente Country Chic Resort. Lo Chalet è stato progettato e costruito seguendo i dettami dell’architettura sostenibile con una particolare attenzione all’ambiente e facendo uso delle più moderne tecnologie per il risparmio energetico. La natura è infatti protagonista: si vive immersi completamente nel verde e nella luce, grazie alle grandi vetrate che danno direttamente sul bosco e sulla distesa dei vigneti; nelle giornate di sole il patio diventa il luogo più bello della casa dove prendere un aperitivo al tramonto o sdraiarsi comodamente a leggere e rilassarsi ascoltando solo il canto degli uccellini tutto attorno. Il bagno è un piccolo gioiello decorato a maioliche colorate di Deruta, fra le più prestigiose in Italia. Gli arredi, minimali ed essenziali, sono stati curati da Caporali Contract, mentre le installazioni artistiche interne dai maestri scultori Auro e Celso Ceccobelli con l’aggiunta di opere grafiche di Piero Dorazio.

I vigneti che circondano lo chalet sono lo scenario ideale per splendide passeggiate; la cantina, situata a pochi metri, è a disposizione per visite, degustazioni o picnic, mentre il Country Chic Resort, sempre nelle immediate vicinanze offre il ristorante di campagna Fiorfiore dove gustare i piatti della tradizione umbra. A disposizione degli ospiti del Wine Chalet c’è anche la Spa Anthea, un ambiente profumato di erbe e piante aromatiche, dove ritrovare l’armonia psico-fisica.

Roccafiore, vini naturali ed ecosostenibili

Come detto, la realtà in cui va a collocarsi il Wine Chalet è quella di Roccafiore, azienda all’avanguardia, che sorge sulle colline di Todi e racchiude in sé un resort, un ristorante, un centro benessere ed una cantina dedita alla viticoltura green e alla produzione di soli vini naturali ed ecosostenibili da vitigni autoctoni, certificati Green Heart Quality. Si tratta di un riconoscimento di sostenibilità ambientale della Regione Umbria, la prima a dotarsi di un marchio ecologico pensato per certificare e premiare imprese, prodotti ed enti che seguono una filosofia green e rispettano requisiti specifici che fanno riferimento allo sviluppo sostenibile e alla lotta ai cambiamenti climatici: riduzione delle emissioni di CO2, riduzione dei consumi di energia ed installazione di impianti da fonte rinnovabile.

Cantina Roccafiore Todi Umbria

I vitigni vanno dal Grechetto di Todi al Trebbiano Spoletino, passando per il Sangiovese, il Sagrantino e il Montepulciano. Mentre un’altra specialità è l’olio extravergine di oliva da cultivar Frantoio, Leccino e Moraiolo. Immersa nel verde delle vigne e dei boschi, in cui le coltivazioni si alternano a vigneti, oliveti e seminativi, Roccafiore si presenta quindi come una sorta di “riserva bionaturale” di 90 ettari, dove non mancano colture di legumi e cereali, la produzione dell’olio e un piccolo allevamento di maialini di Cinta Senese, che il turista può scoprire attraverso il percorso “safari” Jurassic Pork.

 

Condividi L'Articolo

L'Autore

Giornalista

Curioso prima di tutto, poi giornalista. E questa curiosità della vita non poteva che portarmi ad amare i viaggi e il cibo in ogni forma. Fotocamera e taccuino alla mano, amo imbattermi in storie nuove da raccontare.