fbpx

Un progetto per valorizzare le eccellenze enoagroalimentari dell’Oltrepò Pavese

La collaborazione tra il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, il Distretto del Vino di Qualità dell’Oltrepò Pavese e il Consorzio Club Buttafuoco Storico

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 29/12/2020

Un ambizioso progetto di marketing territoriale, di enoturismo e di sviluppo economico destinato al settore enoagroalimentare pavese, è stato presentato in conferenza stampa on line lo scorso 23 dicembre. La sinergia attivata tra le diverse istituzioni coinvolte, si è posta l’obiettivo di valorizzare e incentivare lo spessore economico e enoturistico del comparto enoagroalimentare pavese incrementandone la forza di crescita e la vitalità promozionale.

Regione Lombardia, Camera di Commercio di Pavia e Unioncamere Lombardia in collaborazione con il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, il Distretto del Vino di Qualità dell’Oltrepò Pavese e il Consorzio Club Buttafuoco Storico, hanno dato vita a un processo di collaborazione nell’ambito dell’Accordo per la Competitività̀ per sviluppare azioni legate alla valorizzazione delle eccellenze enoagroalimentari del territorio pavese.

Anche il territorio pavese ha subito la recessione economica legata alla pandemia da Covid-19 e le aziende vitivinicole ancor più in questo periodo, necessitano di sostegno e soluzioni per mantenersi competitive in un mercato dove i numeri sono fatti dai grandi player. La meta da raggiungere dovrà passare attraverso la ridefinizione del proprio posizionamento e la propria catena del valore, sia dal lato qualitativo del prodotto e servizio offerto, sia dal lato dell’inserimento in filiere più̀ ampie.

Il vino, prodotto principe dell’Oltrepò, deve assumere un’identità da protagonista nei progetti   di marketing territoriale per fare da volano all’economia territoriale, come dimostra il progetto multi-canale, iniziato a settembre 2020 e portato avanti in questi mesi.

Il commento di Fabio Rolfi, Assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi

L’Oltrepò pavese è il primo territorio lombardo per produzione vitivinicola e la Regione sta investendo su questo comparto al fine di creare indotto economico e una completa valorizzazione di tutta la zona. La scelta vincente è quella di comunicare meglio all’esterno la qualità dei vini e creare una unione indissolubile tra etichette e aree produttive, migliorando così la narrazione dei prodotti. Le novità gestionali introdotte in questi anni e una nuova consapevolezza delle proprie potenzialità da parte di tutti gli attori coinvolti stanno contribuendo in maniera decisa e concreta a costruire l’Oltrepò pavese del futuro”.

Quattro le azioni previste da questa iniziativa per dare nuovo slancio, forte coesione e dinamicità al comparto enoagroalimentare pavese, oltre a farlo conoscere a un pubblico di appassionati e turisti che ogni anno frequentano le valli dell’Oltrepò alla scoperta del ricco patrimonio di vini e prodotti tipici.

Autunno Pavese in Tour: un sistema di azioni e di incontri virtuali per fare crescere il vino dell’Oltrepò nel mondo. 40 aziende storiche della provincia di Pavia hanno aperto virtualmente le porte a 1000 visitatori e operatori del settore.

Degustazioni online con Paolo Massobrio e Marco Gatti

Mercoledì 30 dicembre alle ore 12

Oltrepò̀ Food & Wine: 3 appuntamenti on line condotti da Paolo Massobrio e Marco Gatti, esperti del territorio pavese e sommelier di fama internazionale, per gustare e scoprire l’Oltrepò.

Dopo i primi due appuntamenti, svoltesi lunedì 21 dicembre e lunedì 28 dicembre rimane quello di domani, mercoledì 30 dicembre alle ore 12: partecipano opinion leader, giornalisti food&wine e blogger che hanno in precedenza ricevuto kit di degustazione con materiali esplicativi. Non potrà mancare la nostra testata con la presenza di Loredana Fumagalli.

A Pavia si beve Oltrepò: una campagna di marketing territoriale per fare cultura del vino dell’Oltrepò attraverso il portale www.apaviasibeveoltrepo.it rivolto al consumatore e ai ristoratori per orientarsi con facilità e competenza nella scelta dei vini.

Condividi L'Articolo

L'Autore