V Settimana della cucina italiana nel mondo: in primo piano la Dieta Mediterranea

#NoFakeFood e #SiMadeInItaly, Pecoraro Scanio e JimmyGhione rilanciano la campagna contro l' agropirateria

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 09/11/2020

Da lunedì 23 al 29 novembre è in programma la V edizione della Settimana della cucina italiana nel mondo, promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale insieme a numerosi altri partner, compreso l’Enit.

Il progetto quest’anno, con la pandemia da Covid – 19 in corso (che ha messo in crisi tanti grandi eventi) avrà un carattere minore e in forma digitale.

Ma come negli anni passati, la “Settimana” punta a sostenere e a valorizzazione il settore agroalimentare e la cucina italiana con centinaia di eventi il tutto il mondo, e la partecipazione di tanti chef italiani. (In copertina il piatto Spirale di Parmigiano Reggiano e Prosciutto di Parma” ideato da Riccardo Monco, chef dell’Enoteca Pinchiorri)

La cucina è a pieno titolo una delle componenti essenziali dell’identità e della cultura italiana, anche nelle espressioni di quel delicato e complesso rapporto che si instaura tra nutrizione, salute, scoperta dei sapori e piacere di socializzare.

Sarà un’occasione per riflettere anche sui benefici della Dieta Mediterranea, che in un periodo di emergenza sanitaria rappresenta uno degli strumenti di difesa contro la possibilità di ammalarsi.

“Panino aperto al Prosciutto di Parma con piselli e Parmigiano Reggiano” è stato ideato da Marco Medaglia, presidente del Cim – Chef italiani nel mondo

L’iniziativa di Alfonso Pecoraro Scanio per la V Settimana della Cucina Italiana nel Mondo: #NoFakeFood #SiMadeInItaly

Alfonso Pecoraro Scanio, già ministro dell’Ambiente e dell’Agricoltura con l’appoggio dell’inviato di Striscia la Notizia, Jimmy Ghione, per difendere il cibo italiano dall’ agropirateria lanciano una

DIRETTA STREAMING 19 NOVEMBRE: in difesa del made in Italy a sostegno della campagna #NoFakeFood per la V Settimana della Cucina Italiana nel Mondo.

Difendere il made in Italy dall’agropirateria e dall’italian sounding. Con questo obiettivo Alfonso Pecoraro Scanio, che al Cibus Forum di Parma aveva ricevuto l’appoggio di Guido Barilla rilancia la campagna di sensibilizzazione #NoFakeFood che punta a rafforzare anche l’Iniziativa dei cittadini Europei lanciata da Campagna Amica e Coldiretti, con il sostegno della Fondazione Univerde e di altre realtà, per dire no al cibo anonimo che ha raccolto oltre 1 milione di firme nella Ue.

A Cibus Forum di Parma Alfonso Pecoraro Scanio e Guido Barilla

Cibus Forum: Pecoraro Scanio rilancia la campagna contro l’agropirateria con Guido Barilla

Condividi L'Articolo

L'Autore