fbpx

Birra e convivialità, gli italiani si sentono a casa nel “fuori casa”

di Simone Pazzano

Ultima Modifica: 04/10/2021

Dopo le restrizioni dovute alla pandemia, l’estate 2021 ha visto gli italiani riscoprire il piacere della convivialità e del “sentirsi a casa” in bar, ristoranti e pizzerie. Una ventata d’ottimismo per il settore horeca che si sta riprendendo dopo il periodo difficile. E proprio i punti di consumo del “fuori casa” sono al centro di una ricerca BVA Doxa – Birra Moretti sui “locali del cuore”, quelli dove condividere una buona birra con le persone che ci fanno stare bene. 

Sentirsi a casa anche “fuori casa”

Nell’ultimo anno e mezzo agli italiani sono mancate moltissimo le attività fuori casa. La ricerca Doxa – Birra Moretti ha evidenziato infatti come per 6 italiani su 10 la sensazione di benessere collegata al “sentirsi a casa” non è legata alla propria abitazione o a un luogo specifico ma principalmente a situazioni e momenti di convivialità proprie del “fuori casa”. 

In particolare, oltre 5 milioni di italiani (12%) si sentono a casa e stanno bene con sé stessi quando si trovano nel proprio “locale del cuore”: che sia un bar, un ristorante, un bistrot, una pizzeria o un pub dove si sentono a proprio agio come tra le mura domestiche e possono condividere le proprie emozioni con le persone a cui vogliono bene.

Il “locale del cuore” secondo gli italiani

Dall’indagine di Birra Moretti è emerso anche su quali sono gli elementi imprescindibili che deve possedere un locale – secondo i nostri connazionali – per farci sentire a nostro agio e davvero “a casa”.

Al primo posto, per 1 italiano su 2 (52%) c’è l’ambiente che deve essere curato e accogliente e trasmettere calore e attenzione per i dettagli. A seguire, in questa speciale classifica, troviamo in ordine: il tipo di cibo (43%), il servizio curato ma senza troppa formalità (40%) e l’acustica per poter conversare senza dover urlare (39%). Per 3 italiani su 10 (27%) a fare la differenza nel proprio locale del cuore è il tipo di musica di sottofondo, seguita dall’arredamento (24%) e dalle luci soffuse (21%). 

È la birra la bevanda della buona compagnia, più del vino

L’indagine Doxa mette anche in luce che per gli italiani è la birra (42%) la bevanda della buona compagnia, anche più del vino (37%). Tra i posti preferiti dove condividerla con le persone che si amano 1 italiano su 2 indica la pizzeria, a ribadire un binomio intramontabile. A seguire troviamo la birreria (29%), casa propria o di amici (29%), il locale frequentato con gli amici (26%), il ristorante (23%) o un bar qualsiasi (19%).

Birra Moretti Filtrata a Freddo con fritto

Filtrata a Freddo, l’ultima arrivata in casa Birra Moretti

Ad accompagnare la ritrovata socialità degli italiani nei bar e nei ristoranti e il nuovo posizionamento di Birra Moretti, che nel 2021 è diventato “In buona compagnia, così come siamo”, c’è anche l’ultima arrivata nella gamma dell’azienda:  Birra Moretti Filtrata a Freddo, novità del 2021 che sta riscuotendo successo tra i beer lover italiani.
Si tratta di una lager dal moderato tasso alcolico (4,3%). Grazie ad un innovativo processo di filtrazione a freddo viene portata fino ad una temperatura di -1°C. Il risultato è una birra facile da bere, dal bilanciato grado di amarezza e molto fresca.

Condividi L'Articolo

L'Autore

Giornalista

Curioso prima di tutto, poi giornalista. E questa curiosità della vita non poteva che portarmi ad amare i viaggi e il cibo in ogni forma. Fotocamera e taccuino alla mano, amo imbattermi in storie nuove da raccontare.