Carne rossa, spot sulla Rai dal 18 novembre “per scoprirne le virtù”

La nuova campagna informativa lanciata da Assocarni con il cofinanziamento Mipaaft per la prima volta è fruibile anche da sordi e ciechi

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 17/11/2018

Un passaggio di portata storica. Così Assocarni definisce la ”Stellina della carne bovina”, nuova campagna di informazione sul consumo consapevole della carne bovina italiana cofinanziata dal Mipaaft che partirà da domenica 18 novembre sui vari canali Rai (radio, tv, cinema e web).

Per la prima volta in assoluto, infatti, gli spot di 30 secondi che illustrano sotto il nome di “lezioni di etichetta” i valori nutrizionali, sociali e ambientali della carne bovina italiana, sono stati pensati e realizzati da Rai Pubblicità per essere fruibili anche dalle persone sorde e cieche attraverso sottotitoli, Lingua italiana dei segni (Lis) e contributi audio dedicati.

La campagna, promossa da Assocarni per informare correttamente il consumatore a fronte di tanti attacchi ingiustificati che spesso piovono sulla carne rossa, è stata presentata a Roma con la partecipazione di Pietro Gasparri, dirigente Dipartimento politiche agricole e qualità agroalimentare del Mipaaft, Francois Tomei, direttore generale di Assocarni, Fabrizio Ferragni, direttore istituzionale Rai, Emilia Grazia Costa, responsabile progetti speciali e nuove tendenze Rai Pubblicità ed Elisabetta Bernardi, nutrizionista e divulgatrice scientifica docente all’Università di Bari.

 Conferenza stampa Assocarni “Campagna per la promozione del consumo consapevole della carne bovina italiana” del 16 novembre 2018

Francois Tomei, direttore generale di Assocarni

La carne bovina – ha spiegato Francois Tomeiè spesso al centro di un dibattito pubblico distorto da mezze verità o da vere e proprie fake news: siamo lieti che il Ministero abbia voluto promuovere una campagna informativa evidenziando l’importanza di questo alimento nell’ambito di una dieta equilibrata”. Tomei ha anche sottolineato che, per approfondire e interagire meglio con il consumatore sui temi illustrati dagli spot, è stata realizzata, all’interno del sito di Assocarni.it, la “landing page” lastellinadellacarnebovina.it.

Il ruolo della carne e delle proteine animali, all’interno di una dieta sana ed equilibrata, è essenziale in ogni fase della vita – ha osservato Elisabetta Bernardi -, dalla gravidanza alla crescita dei bambini fino alla terza età per mantenersi in forza e attivi. Quando si parla di carne tutti pensano solo al contenuto di ferro, proteine e vitamina B12. Pochi sanno che la carne contiene anche zinco, importante per la crescita e la cicatrizzazione, acido pantotenico, per il metabolismo dei carboidrati e delle proteine, selenio, prezioso antiossidante, lisina, potente ricostituente del sistema immunitario, fino al coenzima Q10, coadiuvante nella formazione di collagene per la pelle, senza dimenticare che dei 20 amminoacidi che compongono le proteine, 9 sono essenziali e vengono forniti dalla carne in rapporto percentuale ottimale a differenza delle proteine vegetali, la cui composizione in amminoacidi essenziali non è così completa ed equilibrata”.

Il libro ‘La sostenibilita’ delle carni e dei salumi in Italia’

Da sottolineare che, nei giorni scorsi, a Bologna si è svolta la presentazione del libro ‘La sostenibilita’ delle carni e dei salumi in Italia’ e in quell’occasione InformaCibo aveva intervistato la nutrizionista Elisabetta Bernardi, che è anche membro dell’Efsa, l’Autorità sulla sicurezza alimentare.

Fabrizio Ferragni, direttore istituzionale Rai: “la prima sperimentazione di pubblicità accessibile e inclusiva dedicata alle persone con disabilità”

Rai Pubblicità, in qualità di concessionaria pubblicitaria del Servizio Pubblico radiotelevisivo e multimediale – ha detto Fabrizio Ferragni – sta per varare la prima sperimentazione di pubblicità accessibile e inclusiva dedicata alle persone con disabilità, al fine di favorire lo sviluppo di una società inclusiva, sussidiaria, equa, solidale e rispettosa delle diversità”.

Crediamo sia importante comunicare la consumatore che il consumo equilibrato della carne bovina fa parte di una dieta equilibrata che contribuisce alla biodiversità” – ha commentato Il dirigente Mipaaft Pietro Gasparri, sottolineando che “questa campagna non è né contro né comparativa con altri regimi o stili alimentari ma vuole solo offrire uno strumento di scelta consapevole al consumatore”.

Il filo conduttore della campagna:

1) Nutrizione, 2) Sicurezza, 3) Ambiente, 4) No spreco, 5) Economia

Per il web è prevista la realizzazione di una “landing page” (www.lastellinadellacarnebovina.it) sul sito istituzionale www.assocarni.it i cui contenuti approfondiranno i temi dei messaggi video arricchiti dalle informazioni che non si possono veicolare con gli spot, in particolare i dati su Clessidra Ambientale, sugli impatti della CO2, sull’impronta idrica, sugli aspetti nutrizionali e sulla salute. Il tutto seguendo il filo conduttore dei “principali volti della sostenibilità della carne bovina italiana” che costituiscono l’ossatura della campagna: a) nutrizione, b) sicurezza, c) ambiente, d) no spreco, e) economia.

Condividi L'Articolo

L'Autore