Cerimonia inaugurale: Parma 2020, Capitale Italiana della Cultura

Parma riceve idealmente il testimone da Palermo (2018) e da Matera, che nel 2019 ha avuto il titolo di Capitale Europea. Tutti in piazza sabato 11 gennaio

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 08/01/2020

Sono tempi cattivi dicono gli uomini.

Viviamo bene ed i tempi saranno buoni.

Noi siamo i tempi. (Sant’Agostino, Dialoghi)

Siamo appena entrati negli anni venti del duemila che vede la città di Parma, Capitale italiana della Cultura.

Parma ha vinto una sfida importante ma ora deve dimostrare di essere all’altezza dell’ambito riconoscimento.

Da molto tempo Informacibo racconta i preparativi di questo anno eccezionale che mette in primo piano la Comunità, la sua memoria e il suo futuro. Ma ora ci siamo. Siamo entrati nella settimana dell’inaugurazione e da oggi vi racconteremo con maggiore puntualità gli eventi culturali, i racconti e la “cultura” dei prodotti e dei sapori che hanno fatto conoscere Parma in tutto il mondo.

Video, Parma una storia d’amore. Atto I

PASSEGGIATA INAUGURALE DI PARMA 2020: SABATO 11 GENNAIO

E partiamo proprio dal primo evento in calendario, la Passeggiata di Parma 2020.

Sabato 11 gennaio, dopo l’apertura della mostra, ‘Noi, il cibo, il nostro Pianeta: alimentiamo un futuro sostenibile’, firmata Barilla, un percorso esperienziale per far comprendere il forte legame che esiste tra la tutela della nostra salute e quella del pianeta, a cominciare da quello che mettiamo ogni giorno nel piatto, la nazione Parma riunita nel centro storico accoglierà tutte le città d’Italia in una grande parata dedicata alle “parole della cultura”.

Un grande e festoso corteo, accompagnato da tre bande musicali e gruppi di trampolieri, si radunerà al Parco Ducale a partire dalle ore 16 del giorno 11 gennaio.

Alle 16,30 il corteo partirà transitando da Piazzale S. Croce, Via D’Azeglio, Via Mazzini, per arrivare in Piazza Garibaldi dove sarà eseguito l’inno di Mameli e, dopo, i discorsi del Sindaco e dell’Assessore Guerra, avrà inizio un videomapping interattivo, di cui saranno protagoniste le parole della cultura e le persone in piazza, in un iconico dialogo partecipativo.

Ecco l’appello diffuso sui social dall’assessore alla cultura del Comune di Parma, Michele Guerra

Michela Guerra, assessore alla cultura del Comune di Parma, intervistato dal Tg3 durante la presentazione a Milano

Cari amici,

questo è un invito importante, che merita un post un po’ lungo, spero abbiate due minuti di pazienza. 

Tra pochi giorni, si inaugurerà l’anno di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020. Sono tanti mesi che se ne parla, tanti mesi che lo si pensa e lo si prepara e ora ci siamo. Siamo convinti che sarà una grande opportunità, non solo culturale, per tutta la nostra comunità; soprattutto, sarà una scuola dove imparare molte cose. Ci sono tante attività, che servono ad avvicinare pubblici quanto più eterogenei e dovremo essere bravi a portare oltre il 2020 quelle quattro, cinque azioni di cui la nostra città ha veramente bisogno.

Nei giorni 11, 12 e 13 gennaio si inaugureranno tre mostre importanti, avremo grandi momenti musicali tra Auditorium Paganini, Auditorium Del Carmine, Teatro Regio di Parma, Casa Della Musica Di Parma e Cattedrale, visite in diversi luoghi culturali della città, attività nei Centri Giovani, presentazioni di libri, perfino sugli autobus e in luoghi di cura succederà qualcosa. Naturalmente, la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel pomeriggio e la sera del 12 sarà il momento istituzionalmente più significativo.

Ma ci sarà un altro momento in cui potremo dimostrare quanto #Parma tiene al suo 2020 ed è disposta a dargli fiducia e un po’ del suo tempo. Sto parlando di #PeopleofParma, la passeggiata che dal Parco Ducale a Piazza Garibaldi ci vedrà simbolicamente andare incontro a questo anno e parlarne mentre ci muoviamo insieme sabato 11 gennaio dalle 16. Camminiamo spesso per obiettivi importanti e con lo stesso spirito sarebbe bello essere uniti verso la Piazza anche per #parma2020, ognuno con qualcosa di giallo, com’è il colore del nostro anno.

Condividete questo messaggio, se lo ritenete e venite l’11 pomeriggio al Parco, lato via Pasini, come leggete in questo invito. Vi aspettiamo!

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla cerimonia di apertura al Teatro Regio

Domenica 12 gennaio sarà la giornata dell’inaugurazione ufficiale. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, presiederà la cerimonia di apertura al Teatro Regio.

La festa del patrono della città Sant’Ilario segnerà il terzo giorno di festeggiamenti, lunedì 13; musei e luoghi d’arte cittadini osserveranno orari speciali anche per poter ospitare le tappe di “Viaggio nella città d’oro. Parma narrata dai suoi protagonisti in dieci luoghi preziosi” sorta di percorso-viaggio nel tempo sulla storia della città dall’antichità al Novecento. Il premio Sant’Ilario verrà consegnato a personaggi che si sono segnalati per dar lustro alla città nel corso di una cerimonia al Regio, in mattinata.

E poi, sempre lunedì 13 gennaio un appuntamento da non perdere, la mostra che racconta la storia del quotidiano locale, la Gazzetta di Parma.

La Mostra “Parma è la Gazzetta” in via della Repubblica

Nel pomeriggio di lunedì, alle 16 a Palazzo Pigorini, si inaugura la terza mostra, a ingresso libero: Parma è la Gazzetta. Cronaca, cultura, spettacoli, sport: 285 anni di giornalismo, dedicata alla storia del quotidiano che dal 1735 racconta le vicende del territorio e la storia della città, diventandone esso stesso parte. La mostra, prodotta da Gazzetta di Parma e curata da Claudio Rinaldi e Giancarlo Gonizzi, offre una selezione di prime pagine e oggetti memorabili ed emblematici che permetteranno di rivivere gli avvenimenti più significativi del passato di Parma.

Il programma della tre giorni

Si alza il sipario sulla Capitale italiana della Cultura 2020

A Parma, un lungo viaggio entusiasmante lungo 12 mesi. La tre giorni inaugurale, minuto per minuto su Informacibo: sabato, domenica e lunedì

Al via Parma 2020: su il sipario per la Capitale italiana della Cultura

Condividi L'Articolo

L'Autore