Destinazione Turistica Emilia dà i numeri

Informacibo presenta ai suoi lettori le eccellenze di Destinazione Turistica Emilia con un commento del Presidente, Natalia Maramotti

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 08/11/2019

«Il 2020 – afferma Natalia Maramotti – sarà un anno importante per Emilia, la Destinazione Turistica che prendendo energia dal baricentro di Parma capitale italiana della cultura, ha l’ambizione di chiudere il carrello e spiccare il volo definitivo verso la sua attrattività internazionale. Sarà un anno da raccontare con i numeri: oltre 500 sono ad oggi gli eventi più significativi che accompagneranno i visitatori nel corso dell’anno a scoprire, tramite il veicolo della cultura, la bellezza del territorio e la straordinaria qualità della enogastronomia. Ma i 500 eventi sono solo uno dei 20 motivi che abbiamo elencato: 19 buonissime ragioni da trasformare in esperienze indimenticabili in una terra che è riuscita a comprendere come passare dalla competizione alla collaborazione per conseguire il comune obiettivo di favorire, anche attraverso il turismo, lo sviluppo degli oltre 8.200 kmq delle tre province di Parma Piacenza e Reggio Emilia. Dimenticavo: la 20esima ragione per visitare Emilia attendiamo che ce la indichino i nostri visitatori».

Ed ecco i numeri

Se potessero parlare, i numeri basterebbero da soli a spiegare cosa ha motivato le tre province di Parma, Piacenza e Reggio Emilia a immaginarsi come i tre cuori della stessa destinazione organica o, per restare nell’ambito statistico, come tre spicchi della stessa torta.

Oltre alle 3 città capoluogo, Destinazione Turistica Emilia coinvolge oltre 100 comuni, per più di 1.000.000 di abitanti. A leggerla come un puro dato numerico, la cifra fa pensare alla popolazione di una metropoli. Ma quale metropoli di discrete dimensioni potrebbe vantare complessivamente:

142 musei – dei quali, oltre agli 8 Musei del Cibo, 57 a Parma, 51 a Piacenza e 26 a Reggio Emilia;

51 teatri, tra storici e contemporanei, dei quali 15 a Parma, 12 a Piacenza e ben 23 a Reggio Emilia;

1 Parco Nazionale riserva Mab Unesco, gli 11 Parchi del Ducato – di cui 5 parchi regionali, 1 parco provinciale, 5 riserve – e 8 tra aree naturalistiche, oasi e riserve nella provincia di Reggio Emilia;

161 km di Fiume Po sui 652 km totali del suo corso, dei quali 96 a Piacenza, 47 a Parma e 18 a Reggio Emilia;

Oltre 15 prodotti tipici tradizionali riconosciuti col marchio Dop, Igp o altre certificazioni importanti.

Alla voce caseifici, 167 a Parma e 99 a Reggio Emilia per il Parmigiano Reggiano e 20 a Piacenza per il Grana Padano;

Alla voce salumifici, 132 dedicati al Prosciutto di Parma, 13 specializzati nella produzione di Salumi Dop piacentini e 14 al Salame Felino, 23 per il Culatello di Zibello e 14 inseriti nel Consorzio del Culatello e degli Antichi Produttori del Culatello e della Spalla Cruda;

26 aderenti al Consorzio per l’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia;

147 cantine, delle quali 22 a Parma, 90 a Piacenza e 35 a Reggio Emilia;

7 ristoranti stellati, dei quali 3 a Parma, a 2 Reggio Emilia e 2 a Piacenza;

50 castelli disseminati tra le colline e la Bassa;

4 stazioni termali tra Parma e Reggio Emilia;

Oltre 13 borghi di interesse storico e artistico, certificati da riconoscimenti come la Bandiera Arancione e quelli di Borghi autentici, Borgo dei borghi 2018 e Borghi più belli d’Italia.

Svariati riconoscimenti UNESCO, tra i quali quello di Parma Città creativa Unesco per la gastronomia, la Segnalazione UNESCO del Battistero di Parma tra i siti di maggiore valore astronomico a livello mondiale, il titolo di Riserva di Biosfera MaB UNESCO ottenuto da Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano province di Parma e Reggio Emilia.  Parma sarà nel 2020 capitale italiana della cultura.

Il sito di www.visitemilia.com

Parma Per info: Destinazione Turistica Emilia – Iat di Parma.

Tel. 0521 218889

Piacenza Per info: Destinazione Turistica Emilia – Iat di Piacenza.

Tel. 0523 492001

Reggio Emilia Per info: Destinazione Turistica Emilia – Iat di Reggio Emilia.

Tel. 0522 451152

Condividi L'Articolo

L'Autore