Consorzio di Tutela Vini d’Abruzzo “Words of Wine – Parole di vino”

Valentino Di Campli: un premio giornalistico per esaltare le storie e i racconti che rendono omaggio alla nostra regione e alle sue produzioni

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 17/02/2020

Il Consorzio di Tutela Vini d’Abruzzo presenta la sesta edizione del premio giornalistico internazionale “Words of Wine – Parole di vino” con queste parole: Narrare significa dare forma a una storia. Il vino contiene tante storie: di famiglia, territori, geografie, scelte.

Il riconoscimento vuole valorizzare proprio questa capacità di narrare di tanti giornalisti che hanno trovato nelle storie dei vini, delle persone e delle realtà abruzzesi l’occasione per parlare di questa incredibile terra. L’Abruzzo è la patria del grande Montepulciano d’Abruzzo che nel 2018 ha festeggiato cinquant’anni, ma è anche la culla di altre quattro Doc e di ben sette Igt oltre che essere la terra di un raffinato vino bianco, il Trebbiano d’Abruzzo – e di eccellenze come il Pecorino e la Passerina – e di un elegantissimo rosato, il Cerasuolo.

In questa regione – che vanta il titolo della più verde d’Europa – arte, natura ed eccellenze enogastronomiche si fondono in un mix incredibile.

L’Abruzzo del vino ha la grande fortuna d’essere amato e visitato da molti giornalisti che da tutti i continenti arrivano con la voglia di capire e raccontare una terra dalle mille sfaccettature”, spiega Valentino Di Campli, Presidente del Consorzio. “Il premio vuole esaltare le storie e i racconti che rendono omaggio alla nostra regione e alle sue produzioni. Chiunque scriva di vini abruzzesi altro non fa che aiutarci nel preziosissimo compito del diffondere la cultura enologica. Siamo una zona dalle straordinarie potenzialità, ma non ancora abbastanza conosciuta. Eppure siamo la quinta regione del vino per quantità e la terza per crescita delle esportazioni”.

Saranno premiati quei giornalisti dei media online e offline e della televisione selezionati da una giuria tecnica specializzata fra una rosa di candidati ritenuti meritevoli. La competizione è aperta a tutti gli autori di servizi giornalistici pubblicati o mandati in onda in uno dei Paesi dell’Unione Europea che abbiano raccontato di territori, personaggi, arte e natura abruzzesi. Il concorso prevede quattro sezioni: stampa, TV, radio e web e fotografia.

La cerimonia di premiazione si terrà il 28 maggio a Pescara.

Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo

Organismo di carattere associativo senza scopo di lucro, il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo è stato istituito nel 2003 con Decreto del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali (MiPAF) per svolgere funzioni di tutela, valorizzazione e di cura generale degli interessi connessi alle denominazioni da esso tutelate. Sovrintende all’adempimento della disciplina regolamentare delle denominazioni, alla formulazione di eventuali proposte di aggiornamento della stessa, e coordina il lavoro delle categorie produttive del settore ai fini della valorizzazione delle singole denominazioni.

Il Consorzio tutela i seguenti vini a Denominazione di Origine Controllata: Montepulciano d’Abruzzo Doc, Trebbiano d’Abruzzo Doc, Cerasuolo d’Abruzzo Doc, Abruzzo Doc, Villamagna Doc. Tutela inoltre anche i vini a Indicazione Geografica Tipica: Colline Pescaresi Igt, Colline Teatine Igt, Colline Frentane Igt, Colli del Sangro Igt, Del Vastese o Histonium Igt, Terre di Chieti Igt, Terre Aquilane o Terre de L’Aquila Igt.

Per consultare il regolamento del Premio giornalistico Words of Wine 2020

Tutte le informazioni per partecipare

Premio giornalistico Words of Wine 2020

Condividi L'Articolo

L'Autore