Coronavirus, da Tokyo il cuoco Giuseppe Sabatino solidale con i suoi “paesani” abruzzesi

Mille chili di pasta a disposizione della famiglie in difficoltà dei Comuni di Castelguidone, Schiavi di Abruzzo, Torrebruna e San Giovanni Lipioni

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 24/05/2020

“Solidarietà dal Giappone in Abruzzo”.

Il cuoco Giuseppe Sabatino, che gestisce a Tokyo il ristorante La Trattoria dei Paesani, in collaborazione con il pastificio Rustichella d’Abruzzo, l’azienda abruzzese con sede a Pianella, di Gianluigi e Stefania Peduzzi, ha messo a disposizione del sindaco di Castelguidone in provincia di Chieti, mille chili di pasta  per aiutare  le famiglie in difficoltà per la grave situazione determinata dalla pandemia Covid-19.

Sabatino, consapevole dell’importanza della solidarietà nella vita dei popoli, ha voluto mostrare con questo gesto il  sostegno al suo paese d’origine per superare questo periodo buio e ripartire per un nuovo inizio, ancora più forti e soprattutto più uniti di prima.

Giuseppe Sabatino, cuoco e patron de La Trattoria dei Paesani a Tokyo

Da Tokyio Peppino Sabatino a Informacibo

«Con questa scelta –ci ha detto Giuseppe Sabadino-ho voluto esprimere un atto di vicinanza e dare un aiuto concreto alle persone più bisognose. Il mio messaggio all’Italia e al mio caro Abruzzo è questo: insieme c’è la faremo a fronteggiare l’emergenza causata dal coronavirus».

E’ arrivata la pasta Rustichella d’Abruzzo donata da Peppino Sabatino

In questi giorni è già arrivato a Castelguidone un furgone con i pacchi di pasta che sono stati consegnati al sindaco Donato Sabatino per devolverli alle famiglie di Castelguidone, Schiavi di Abruzzo, Torrebruna e San Giovanni Lipioni.

Il sindaco di Castelguidone Donato Sabatino ha così commentato sul giornale web locale L’Eco dell’Alto Molise: “Nel ringraziare infinitamente il nostro “paesano”, anche a nome dell’intera amministrazione e degli altri sindaci di zona, vorrei rimarcare la sua sensibilità, che sia d’esempio per altri imprenditori. Il nostro amico Peppino non ha dimenticato le sue origini e ha voluto dare un segno concreto di vicinanza e di supporto alle famiglie che magari sono in difficoltà”.

Con questo atto è stato scritto una nuova e bella pagina sull’album dell’Abruzzo solidale.

Gianluigi Peduzzi (al centro) al Cibus di Parma

Condividi L'Articolo

L'Autore