fbpx

Damiano premiata come Best of the World Environment 2021

L’azienda siciliana si distingue anche quest’anno per l’impegno nel ridurre l’impatto ambientale

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 23/07/2021

Damiano, azienda siciliana specializzata in produzione e trasformazione di frutta secca da agricoltura biologica, ha ottenuto il riconoscimento Best of the World in Environment 2021, assegnato da BCorporation, la community di aziende di tutto il mondo che, attraverso la certificazione B Corp, si assumono l’obbligo di agire secondo i più alti standard di responsabilità soddisfacendo i più elevati standard di trasparenza e di impegno sociale e ambientale.

Il riconoscimento conferma Damiano come la B Corp italiana del food più impegnata sui temi della sostenibilità, dell’impatto ambientale e del rispetto della biodiversità.

Riccardo Damiano
Riccardo Damiano

 

“Damiano è stata fra le prime in Europa a certificarsi come azienda B Corp – commenta Riccardo Damiano, CEO dell’azienda – I nostri prodotti sono tutti da agricoltura biologica e siamo da sempre estremamente attenti nell’adottare le migliori pratiche per ridurre al massimo l’impatto ambientale, sia durante la coltivazione e la lavorazione del prodotto che durante il trasporto e la distribuzione. Questo riconoscimento attesta il nostro impegno nel rispettare e avere cura del pianeta in cui viviamo”.

Le B Corp in Italia e nel mondo

Oggi esistono al mondo circa 4000 aziende B Corp, in 77 paesi, di cui solo 123 in Italia. I riconoscimenti che ogni anno B Corporation assegna sono suddivisi in cinque categorie: comunità, clienti, governance, lavoratori e ambiente. Proprio in quest’ultima categoria il riconoscimento è stato assegnato a quasi 200 imprese sparse nei cinque continenti, e tra queste Damiano ha avuto un punteggio che la colloca al sedicesimo posto nel ranking mondiale, e al primo tra le imprese italiane del settore food.

Per diventare B Corp un’azienda si deve sottoporre a un severo protocollo di valutazione, chiamato B Impact Assessment che, misurando l’impatto del complesso delle attività su lavoratori, comunità e ambiente, deve raggiungere un punteggio superiore a 80 punti su 200, che significa che l’azienda, di fatto, genera più valore di quanto ne consumi. Nel report 2021 Damiano ha totalizzato un punteggio di 104,6.

Damiano

Damiano trasforma frutta secca nel proprio stabilimento di circa 14 mila metri quadrati, in Sicilia a Torrenova (Me). La gestione di una filiera, dalla pianta fino al prodotto finito, è all’insegna della tracciabilità e della totale sostenibilità, con un’offerta di oltre 40 tipologie di prodotto, tutte rigorosamente bio, vendute in più di 20 Paesi per un fatturato consolidato nel 2020 di oltre 50 milioni di cui una quota di fatturato estero oltre l’80% sono i punti forti della Damiano.

La frutta secca Damiano viene destinata a una rete globale di partner commerciali che conta oggi alcuni tra i maggiori operatori del mercato, aziende di trasformazione agroalimentare ed il canale di distribuzione, Specializzato e GDO.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista